Calcio

catania-casertana-1-0

Il Catania vince in casa sulla Casertana 1-0: avanti con noia

Settima vittoria consecutiva per il Catania in casa. Senza i 7 punti di penalizzazione si ritroverebbe al quarto posto,in piena lotta per il primato, a meno 5 da Matera e Lecce.

Giro di boa per il Catania che per l’ultima giornata d’andata trova la Casertana di Tedesco al Massimino. Entrambe le squadre schierano il 4-3-3, Rigoli consegna una maglia da titolare a Di Cecco e Calil, a centrocampo ritrova Biaginti. Nel tridente confermato Russotto con Mazzarani.

Anche oggi squadre penalizzate dal campo pesante che non è riuscito a recuperare dopo le violenti pioggi della settimana scorsa e di oggi.

Già dopo due minuti il campo ferma Mazzarani che ha spazio per concludere ma il pallone si blocca sul terreno.

Al minuto numero 8, conclusione dalla distanza di Russotto con Ginestra che devia sulla traversa.

Al 30’ si registra anche la Casertana con una conclusione di Corado, tiro deviato dal corpo di un difensore etneo e pallone di poco fuori. Un minuto dopo ancora Casertana in avanti questa volta con Giannone che schiocca il tiro da fuori e Pisseri accompagna con lo sguardo sul fondo. Al 38’ si rivedono i rossoazzurri con Russotto che mette un buon pallone per Mazzarani che però calcia alto.

Il primo tempo finisce 0-0, un paio di lampi intermezzati dal buio più totale.

Al 53’ viene ammonito Mazzarani per proteste troppo vivaci nei confronti dell’arbitro; l’attaccante rossoazzurro si lamentava di un presunto contatto in area della Caseratana. Poco dopo, al 58’,è proprio Mazzarani a sbloccare il match che con un bel destro fredda Ginestra e porta il Catania in vantaggio.

Casertana che non tenta neanche la reazione e Catania che va vicino al raddoppio per due volte,prima con Calil, che dal limite manda fuori di poco, e poi con Russotto, che servito da Mazzarani,non riesce a battere Ginestra. L’unica reazione degli ospiti si registra al minuto 78, cross di Carlini,Pisseri respinge e Dd Marco conclude debolmente.

Vince di misura il Catania, settima vittoria consecutiva nelle mura amiche e si riprende dalla bruciante sconfitta con il Siracusa.

Rossoazzurri che chiudono il girone d’andata con 9 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte; sono 24 le reti realizzate, 12 quelle subite con una differenza reti di +12.

Senza i 7 punti di penalizzazione il Catania si ritroverebbe al quarto posto,in piena lotta per il primato, a meno 5 da Matera e Lecce.

IL MIGLIORE- Ancora una volta premiamo Andrea Russotto, vero e proprio faro della manovra rossoazzurra. Sulla fascia straripante,salta avversari e crea occasioni,fermato solo dalla traversa.

IL PEGGIORE- Calil ritrova una maglia da titolare ma non fa pace con l’astinenza del gol e ancora una volta sembra completamente estraneato dal gioco di Rigoli. Fa a sportellate e ci prova questo è vero, ma troppo poco per un giocatore che ha segnato una sola rete fino ad ora, ed è un attaccante

MARCATORI: 58′ Mazzarani
CATANIA (4-3-3) 12 Pisseri; 24 Di Cecco, 3 Bergamelli, 16 Bastrini, 20 Djordjevic; 4 Bucolo, 5 Scoppa, 27 Biagianti; 10 Russotto, 7 Calil (dal 68′ Barisic), 32 Mazzarani. A disp. 1 Martinez, 2 Nava, 13 De Santis, 15 Mbodj, 28 Parisi, 30 Piermarteri, 9 Paolucci, 31 Graziano. All. Rigoli.
CASERTANA (4-3-3) 1 Ginestra; 2 Finizio, 21 Rainone, 5 Lorenzini, 11 Ramos; 7 De Marco, 8 Rajcic, 4 Giorno (dal 73′ De Filippo); 10 Giannone (dal 58′ Taurino), 9 Corado, 29 Carlini. A disp. 22 Anacoura, 12 Fontanelli, 18 D’Alterio, 3 Pezzella, 13 Bernardes, 23 Colli, 26 Ciotola. All. Tedesco
ARBITRO: Cipriani della sezione di Empoli
AMMONITI: Rainone, Giorno, Bastrini, Mazzarani, Lorenzini