Il regista catanese, figlio degli indimenticati Turi Ferro e Ida Carrara, ci ha inviato una nota in cui esprime la delusione per la gestione della festa per il Capodanno approntata ancora una volta all’ultimo momento dall’amministrazione Bianco e costata 185 mila euro, un sentimento comune a molti cittadini ed ancor di più alla maggior parte degli artisti del territorio che si vedono imposte scelte incomprensibili da parte di un’amministrazione che continua imperterrita a privare la città di qualsiasi visione e identità.

“Valerio Festi è un ottimo professionista che ha dato più volte prova della sua capacità organizzativa.

Detto questo mi chiedo il motivo per cui in questa città, nella migliore delle ipotesi, tutto sembra una replica scaduta di quella fortunata esperienza che fù la prima candidatura Bianco.

Il mondo è cambiato artisti performer interessantissimi hanno dato vita a nuove forme di spettacolo all’aperto.

Perché non informarsi, non vedere cosa fanno nel mondo, Festi lo abbiamo già visto più volte a Catania (e sempre con Bianco).

Vi posso assicurare che col budget a disposizione si poteva fare una bella gara di idee coinvolgendo vari artisti a livello mondiale di questo genere e magari scegliendo il più originale, affascinante e contemporaneo.

Ma tutto questo richiedeva tempo, programmazione, preparazione, organizzazione, tutte cose molto difficili alle nostre latitudini.

Meglio sempre pasta e cocuzza.
In ogni caso che sia una gran bella serate e buone feste a tutti.”

Guglielmo Ferro