La notizia è riportata questa mattina dal quotidiano “La Sicilia”, ma nessun comunicato è giunto in redazione e, a giudicare dalle non notizie sul web, nessuno ha inviato alcunché, quindi non ci sono notizie ufficiali.

Il direttore generale del Comune di Catania Antonina Liotta, recentemente nominata nel cda dell’Università dal neo rettore Francesco Basile, colei che ricopre anche l’incarico di segretario generale del Comune, si sarebbe dimessa, ma soltanto dalla carica di direttore generale appunto. Manterrebbe quella di segretario generale e di responsabile dell’anticorruzione comunale.

Non se ne capisce dunque il motivo anche se i rumors avanzano ipotesi poco chiare legate a dissapori con il sindaco Bianco e forse anche all’inconferibilità dei vertici delle partecipate. Sembra che la Liotta abbia inviato una lettera ai dirigenti della partecipate, in particolare a Carlo Lungaro dell’Amt (fra l’altro senza Cda) e Francesca Garigliano dell’Asec, consigliando loro di confrontarsi con il rappresentante dell’anticorruzione in seno alle aziende riguardo alle vicende di inconferibilità dei loro incarichi, denunziate da Sudpress.

Fatto sta che lo staff di Bianco perde un altro dei suoi capisaldi. Insomma ormai siamo alle defezioni anche dei più stretti collaboratori, dei fedelissimi, pensiamo anche alle inquietanti dimissioni degli assessori Girlando e Parlato, in una situazione che diviene sempre più caotica.