Un banale errore di distrazione è costato carissimo al gestore di un distributore di benzina di Giarre, in viale Jonio. A cavallo di ferragosto, dopo aver riaperto dalle ferie per aiutare un cliente che necessitava di rifornire il proprio mezzo pesante, aveva dimenticato di bloccare l’erogazione automatica, alla chiusura dell’auto pompa. Tutti avevano potuto quindi rifornirsi liberamente per essere poi denunciati singolarmente per furto aggravato

È bastato infatti che i primi clienti si accorgessero che le colonnine erogavano carburante “gratis” ed ecco partire il tamtam telefonico e social per chiamare a raccolta amici e parenti che, nel giro di poche ore, hanno fatto il pieno alle loro auto e ai numerosi bidoni di cui ognuno di loro si era dotato.

Fortunatamente per il gestore, qualcuno, ancora provvisto di senso civico, notando l’anomala ressa al distributore ha avvertito la vittima di quanto stesse accadendo, consentendogli quantomeno di contenere i danni ammontati alla fine a circa 10.000 euro.

La denuncia presentata alla Stazione di Macchia di Giarre e le conseguenti indagini dei Carabinieri i quali, grazie alle immagini registrate dalle telecamere attive all’interno dell’area di rifornimento, hanno potuto annotare le targhe delle auto e fissare i volti di donne e uomini, tra cui anche molti pregiudicati, successivamente identificati e denunciati.