Nel mirino dei finanzieri di Castelvetrano (Tp) una società operante nel settore del commercio al dettaglio di carburanti, responsabile di vendere un prodotto energetico di qualità non conforme a quella prevista dalle specifiche normative di settore

La tenenza della Guardia di Finanza di Castelvetrano ha sequestrato circa 5 mila chili di gasolio contraffatto, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala (Tp).

Nel mirino dei finanzieri una società operante nel settore del commercio al dettaglio di carburanti, responsabile di vendere un prodotto energetico di qualità non conforme a quella prevista dalle specifiche normative di settore.

L’intervento delle Fiamme Gialle ha riguardato in particolare due distributori stradali riconducibili alla suddetta società, in uno dei quali era stato in precedenza prelevato un campione di gasolio, che sottoposto ad analisi di laboratorio è risultato “irregolare”.

Dopo una perquisizione,  stati sottoposti a sequestro anche 2 serbatoi, della capacità rispettivamente di  10 e 15 mila litri e 6 pistole erogatrici. Il rappresentante legale della società è stato denunciato, per frode e violazione delle leggi sul commercio.