La realtà virtuale, o VR, è una realtà simulata costruita in 3D al computer e tutta da esplorare interagendo attraverso dispositivi quali visori, guanti e auricolari che ci trasportano in mondi paralleli.

Gli ambiti in cui sta prendendo sempre più piede questa nuova ed avanzata tecnologia non riguarda solo i videogiochi, ma anche il cinema, la medicina, il turismo e l’archeologia. Con la modalità VR si può infatti visitare il Louvre senza muoversi dal proprio divano, oppure fare un passo indietro nel tempo per conoscere le antiche strade di Pompei prima della sua distruzione. Questa tecnologia può anche essere applicata alla medicina, con i giovani medici che si esercitano in operazioni di chirurgia robotica, o al settore militare, per apprendere a manovrare un carro armato direttamente dalla propria caserma.

Alcune delle più grandi aziende del settore tecnologico hanno investito ingenti somme nella VR lanciando sul mercato prodotti pensati per l’intrattenimento. Prime su tutte Samsung con la sua Gear VR, Google con Cardboard e Palmer Luckey (ex Oculus) con un visore con microfono e auricolare incorporati che si possono collegare direttamente ad un pc o una console.

A dimostrazione del fatto che la realtà virtuale trova spazio in pressoché qualsiasi settore della nostra vita, basta citare la decisione della nazionale tedesca, vincitrice dell’ultima Coppa del Mondo nel 2014, d’introdurre questa tecnologia nelle sue sessioni di allenamento. Una sfida e un tuffo nel futuro non solo per la DFB, la Federazione Calcistica Tedesca, ma anche per la STRIVR, azienda leader nella preparazione atletica attraverso la VR, che scommettono sulla possibilità di applicarla al calcio europeo dopo averla testata con successo nei campionati NFL, NHL e NBA statunitensi. I primi obiettivi? Analizzare i movimenti del corpo di un rigorista per aiutare il portiere a prevedere la direzione del pallone e, attraverso la funzione “visualizza e ripeti”, facilitare la realizzazione di un goal.

Tra gli altri vantaggi risultanti dall’applicazione della VR al calcio giocato, si prevede che non sarà più necessaria la presenza di un gran numero di giocatori per mettere in pratica situazioni complesse durante gli allenamenti, fattore a favore delle squadre iscritte a tornei di fascia inferiore che non hanno sempre a disposizione un numero adeguato di allenatori o giocatori durante le loro sessioni. In combinazione con la tecnologia tracking, si potrà inoltre dare un feedback sul posizionamento dei giocatori in campo, riducendo così i casi di fuorigioco e aumentando le chance di segnare. Gli allenamenti, poi, saranno costruiti su misura per ogni singolo giocatore che, trovandosi tra l’altro ad affrontare rivali programmati a “livello campione”, si vedrà costretto a dare il massimo in ogni occasione per non soccombere.

Tra le varie prospettive future della VR una delle più interessanti risulta essere la possibilità di predire, visualizzare e ottimizzare scenari ed interazioni non ancora avvenute. Ciò che non molto tempo fa veniva considerato fantascienza è oggi pura realtà: chi non si è trovato almeno una volta davanti a un bivio nella vita chiedendosi se accettare un lavoro, sposarsi o trasferirsi, senza mai trovare la soluzione? Bene, si è finalmente giunti a un punto d’arrivo anche nel calcio, in cui si potranno presto mettere in pratica determinate tattiche di gioco e mosse, basandosi sulle future azioni degli avversari.

Se il calcio non è per voi non temete, perché la VR si sta affermando sempre più anche in altri sport, quali il golf, la F1 e il baseball, nei quali si stanno testando simulatori durante gli allenamenti. Senza dimenticarsi poi altre attività amatissime in Italia quali il gioco d’azzardo, con i primi casinò online che, sfruttando proprio la tecnologia offerta da Oculus Rift e Gear VR, offrono un’esperienza di gioco tanto realistica da spazzare in un secondo dalla nostra mente il ricordo in bianco e nero delle poker room dei primi anni 2000.

Dalla robotica, alla medicina, dall’intrattenimento agli allenamenti sportivi, passando per il gioco online, la realtà virtuale ha subito un’evoluzione tale negli ultimi anni da trasformarsi da promessa del futuro a certezza del presente, senza contare le numerose ed eccitanti nuove prospettive d’applicazione previste a breve.