“Quanto avvenuto ieri sera a Trecastagni con una donna medico oggetto di violenza sessuale presso il presidio di Guardia medica lascia sconcertati e deve far riflettere sulle condizioni di grave insicurezza in cui operano i sanitari. Stamattina ho incontrato il direttore generale dell’Asp di Catania, Giuseppe Giammanco, e il direttore sanitario Francesco Luca, per esprimere loro la mia solidarietà e vicinanza. Sono certo che l’Asp di Catania assumerà iniziative utili per garantire maggiore vigilanza soprattutto nei presidi di Guardia medica negli orari notturni e nell’aree di
periferia”.

Lo afferma Marco Forzese, capogruppo dei Centristi per la Sicilia all’Assemblea regionale siciliana.