bene pubblico

Progetto1

Fontanelle pubbliche e spreco d’acqua, il Consigliere Riolo attacca la Sidra: “Inerzia di qualche dirigente”

“Dopo il furto del rubinetto, la fontana in via Ingegnere ha perso centinaia di migliaia di litri d’acqua per oltre 72 ore. Ho avvisato la Sidra che avrebbe fatto un sopralluogo solo 5 giorni dopo. E’ ammissibile che due cittadini abbiano sistemato ciò che gli enti competenti hanno ignorato?”

La denuncia arriva direttamente dal Consigliere della III Circoscrizione catanese Gianfranco Riolo che, stanco di assistere allo spreco di una quantità enorme d’acqua per 3 giorni, si è adoperato con il commerciante della zona Salvo Arcerito per tappare la “cascata” innaturale.

Non è il primo episodio del genere in cui al furto si aggiunge la beffa dello sperpero: “Sono già successe 4-5 asportazioni di rubinetti dalle fontanelle di via Passo Gravina, tant’è che in una ho realizzato una struttura di fissaggio per evitarla”, comincia a raccontarci spazientito Gianfranco Riolo.

Ho subito segnalato via fax il furto – avvenuto il 23 dicembre – ai Servizi Idrici. Pensando di poter accelerare l’iter, ho anche contattato l’URP (Ufficio relazioni con il Pubblico) del Comune di Catania che ha inoltrato la comunicazione all’ente responsabile: la Sidra. Mi è stato detto che un operatore sarebbe stato inviato per un sopralluogo.

Chiaramente dopo le feste, quindi giorno 28. Anche il Consigliere Comunale Alessandro Porto si è interessato alla questione ma, dopo oltre 72 ore di spreco d’acqua, mi sono adoperato con un altro cittadino per tappare la perdita. Perché non mandare subito un operatore con un rubinetto e poi, con calma, sistemare la fontana?

Credo che questi funzionari debbano essere più responsabili perché non si possono perdere oltre centomila litri d’acqua allagando la strada per inerzia di qualche dirigente”, ha aggiunto Riolo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Inoltre, La fontanella pubblica si trova di fronte all’aiuola “della discordia” perché, all’altezza dei numeri civici 88-90, “almeno da un anno e mezzo i residenti stanno aspettando la potatura, dato che si tratta di suolo pubblico. Ho segnalato decine volte l’impossibilità di gettare la spazzatura sia alla segreteria del Sindaco sia alla Multiservizi e almeno una ventina di volte ho telefonato al geometra Salvatore Longo della Multiservizi che mi ha dato appuntamenti senza mai rispettarli per effettuare un sopralluogo. Alla fine, i residenti hanno potato le piante da soli.

E’ possibile che si trovi sempre il tempo per sfilate e visite istituzionali ma che non si facciano gli interventi semplici e vicini alla quotidianità dei cittadini?”, ha concluso il Consigliere della III Circoscrizione Gianfranco Riolo.



9 commenti

  1. leo

    Nelle fontanelle pubbliche sarebbe il caso che la SIDRA mettesse rubinetti a pulsante che non consentano l’erogazione continua dell’acqua . Per esempio la fontanella di via bronte diventa regolarmente un punto lavaggio di auto con conseguente spreco d’acqua e inquinamento delle strade adiacenti .

  2. GAS

    In altro post in merito a depuratori Nolobby70 alle 21/10/2015 alle 13:12 scriveva:
    “… Comunque il RUP e’ De Gregoriis, Dir. Gen. di Sidra, faccia un po’ Lei … Ad abundantia, la legge prevede che il RUP sia uno strutturato del Comune, ma a Catania le leggi sono interpretate come meglio conviene”. Forse il dirigente a cui si riferiva Riolo è questo? Si ha traccia di come è arrivato lì? I risultati poi sono … questi anche per gestire semplici fontanelle

  3. Nolobby70

    La Sidra e’ uno dei tanti carrozzoni politici con organico sovrastrutturato e dirigenti poco qualificati o, in questo caso, compiacenti. Il Presidente e’ il prof. Giardina, persona degnissima, ma fantoccio nelle mani di De Gregoriis, D.G. già D.G. di S.I.E. (Gruppo Virlinzi).
    In questi giorni in Consiglio Comunale si sta cercando di sanare la situazione da noi denunciata da oltre un anno in merito ai debiti/crediti Sidra/Comune ed alla impossibilità di un esterno al comune di ricoprire la carica di RUP per i lavori finanziati dal CIPE (300 mln €).
    Purtroppo temo che i consiglieri voteranno tutto, senza aver modo di esaminare i documenti, pur di conservare una poltrona.
    Mi auguri che gli organi di vigilanza pongano particolare attenzione alla vicenda.
    Grazie

    1. GAS

      Nolobby70 a riguardo la denuncia della situazione con particolare riferimento alla nomina a RUP è formalizzata alle autorità competenti? O anche all’anticorruzione di Cantone?

  4. Nolobby70

    Le paure sono diventate realtà e tutto e’ passato in consiglio comunale. Mi chiedo, però, come mai l’articolo sia sparito immediatamente dalla Vostra testata …

        1. Redazione

          Ha ragione, per un disguido tecnico l’articolo era uscito dall’impaginazione, grazie per la segnalazione che ne ha consentito il ripristino.

  5. leo

    Fontanella di via Bronte: nelle mattinate delle giornate festive è un lavaggio auto e qualche volta anche moto. Nei giorni feriali, intorno alle ore 13.30 – 14 , venditori ambulanti (pescivendoli) lavano tutti i contenitori vuoti spandendo per la zona acque maleodoranti. Risultato spreco d’acqua e inquinamento. Chi controlla?

I commenti sono chiusi.