Dopo la brutta prestazione della settimana scorsa in casa della Virtus Francavilla, il Catania rialza la testa e batte la Vibonese 1-0.

Etnei nettamente insufficienti dal punto di vista tattico e del gioco ma che alla fine sono riusciti a mettere in saccoccia tre punti decisivi per la zona play-off.

Nel primo tempo errori da matita blu con Djordjevic che rischia anche un rosso diretto per una bruttissima entrata, nel secondo si risveglia e dopo l’entrata di Bucolo al posto di Scoppa rossoazzurri che brillano e vincono la partita.

4-3-3 riformulato per Rigoli, con i ritrovati Bergamelli e Djordjevic, Scoppa preferito a Bucolo e Mazzarani arretrato per la pesante assenza di Biagianti e Anastasi prima punta.

Per la Vibonese invece 4-4-1-1 con l’ex di turno Sabato affiacanto da Manzo e Usai a destra e da Paparusso a sinistra, in attacco Favasuli fa da spalla per Sarantini.

Nei primi minuti le squadre si studiano senza concedere troppo.

La prima conclusione è affidata alla testa di Anastasi che trova però Russo attento.

Al 10’ gran destro su punizione dai 30 metri di Sarantini che esce di poco alla destra di Pisseri. Brutta partita con livelli bassissimi,due sole occasioni e tanti fischi per squadra e allenatore.

Al 31’ grande chance per la Vibonese con Bastrini che devia un calcio piazzato e per poco non beffa Pisseri, poi Paparusso mette alto sopra la traversa.

Il primo tempo finisce tra i fischi del Massimino, 0-0 tra Catania e Vibonese con i rossoazzurri che non sembrano interessati a vincere questa partita a differenza degli ospiti che, pur essendo nettamente inferiori dal punto di vista tecnico, sembrano provarci di più.

Il secondo tempo si apre con una doppia traversa del Catania prima con Di Cecco su cross di Di Grazia e sulla ribattuta è Mazzarani a centrare il legno.

Dopo un’ora di gioco, azione personale di Russotto che dopo 25 metri di corsa ne salta due e dal limite dell’area calcia beccando la terza traversa della partita.  

Al 64’ Pisseri è miracoloso due volte in rapida successione, prima sul colpo di testa di Sarantini e poi sul tiro ravvicinato a botta sicura di Favasuli.

Al minuto 67’ cambia definitivamente la partita con l’entrata di Bucolo al posto di un inconcludente Scoppa e da lì in poi i ragazzi di Rigoli iniziano a macinare campo e meno di 10 minuti dopo trovano il vantaggio con il tiro di Mazzarani sporcato da Usai e Catania che sblocca il risultato.  

Negli ultimi minuti si mette in mostra anche Piermarteri,entrato proprio per Mazzarani.

Nella fortezza del Massimino il Catania si impone di misura per 1-0 su una buona Vibonese in larghi tratti anche superiore al Catania.

Etnei senza una schema di gioco, la scossa è arrivata a metà ripresa con l’entrata di Bucolo e il cambio di modulo passando al 4-2-3-1 con un Mazzarani nettamente insufficiente nel ruolo di centrocampista come Di Grazia ma è proprio il catanese a servire l’assist decisivo per la zampata dell’ex Modena.

IL MIGLIORE- Russotto insieme a Rigoli è stato il più criticato per egoismo e scarsa realizzazione ma le fiammate rossoazzurre sono arrivate soprattutto dai suoi piedi. Oggi ha dimostrato per l’ennesima volta di essere il più dotato tecnicamente ma è anche vero che è sempre troppo nervoso e ciò non giova né a lui né tantomeno alla squadra. Una traversa colpita,dribling e passaggi chiave, partita sufficiente macchiata solo dalla tanta corsa a vuoto.

IL PEGGIORE- Scoppa ha avuto un ruolo non partiolarmente facile contro la Vibonese, non far rimpiangere campitan Biaginti. Obiettivo fallito per il numero 5. Lento e prevedibile senza mai un cambio di passo durante la gara,inoltre non ha saputo dare sicurezza al centrocampo e fornire palloni giocabili all’attacco. Rigoli l’ha mandato in campo per necessità tecnica lasciando in panchina Bucolo anche per troppo tempo. Errore da non ripetere.

 

CATANIA-VIBONESE 1-0

MARCATORI: 76′ Mazzarani.

CATANIA (4-3-3) 12 Pisseri; 24 Di Cecco, 3 Bergamelli, 16 Bastrini, 20 Djordjevic; 21 Fornito, 5 Scoppa (dal 66′ Bucolo), 32 Mazzarani (dal 79′ Piermarteri); 10 Russotto, 19 Anastasi (da 72′ Paolucci), 23 Di Grazia. A disp. 1 Martinez, 2 Nava, 15 Mbodj, 26 De Rossi, 16 De Santis, 28 Parisi, 7 Calil, 14 Piscitella, 11 Barisic, 5 Silva. All. Rigoli.

VIBONESE (4-4-1-1) 1 Russo; 29 Usai, 23 Manzo, 26 Sabato, 3 Paparusso; 6 Chiavazzo (dal 85′ Di Curzio), 8 Legras, 4 Giuffrida, 14 Yabre (dal 78′ Leonetti), 30 Favasuli (dal 91′ Surace); 9 Saraniti. A disp. 12 Cetrangolo, 22 Mengoni, 17 Tindo, 18 Lettieri, 19 Surace. All. Costantino.

ARBITRO Bertani della sezione di Pisa

AMMONITI: Paparusso, Djordjevic, Di Cecco, Mazzarani