“Ancora una volta il presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè dimostra la sua totale inadeguatezza al ruolo. Con fare da gianburrasca si è persino spinto a parlare di “gnocca” per dire che le donne in politica sono scelte secondo meccanismi che a dir poco offendono personalità femminili che hanno lottato con dignità, coraggio e determinazione per diritti come il voto e la parità nel lavoro. Miccichè è un poveraccio, cioè un
politico arido nel pensiero”.

Lo afferma Vincenzo Figuccia, deputato regionale dell’Udc.