Un intero mese di mostre, spettacoli e performance di arte varia nelle location più suggestive della Città, con un centinaio di artisti impegnati e grazie ai quali Catania diventa straordinario scenario di arte e cultura, luogo ideale per valorizzare arti visive e sceniche. Catania Wondertime, in programma dal 9 settembre al 9 ottobre 2017, è il progetto ideato da Rossella Pezzino de Geronimo con lo scopo di dare l’opportunità di scoprire con occhi nuovi le potenzialità architettoniche e paesaggistiche di luoghi del centro storico non a tutti noti, e per incentivare il turismo e il commercio. Il Comitato Promotore ed il programma degli eventi.

Catania diventa straordinario scenario di arte e cultura, luogo ideale per valorizzare arti visive e sceniche. Wondertime Catania, in programma dal 9 settembre al 9 ottobre 2017, è il progetto ideato da Rossella Pezzino de Geronimo con lo scopo di dare l’opportunità di scoprire con occhi nuovi le potenzialità architettoniche e paesaggistiche di luoghi del centro storico non a tutti noti, e per incentivare il turismo e il commercio. Il programma prevede mostre, concerti, workshop, aperitivi d’artista, performance di danza e spettacoli teatrali a cura di importanti compagnie siciliane in vari luoghi della città. Sarà allestita la prima mostra d’arte contemporanea “diffusa” in Sicilia con opere di scultura, pittura e fotografia di artisti di fama nazionale e internazionale con il contributo del FAI (Fondo Ambiente Italiano), della Soprintendenza ai Beni Culturali di Catania, del Polo Museale di Catania e il patrocinio dell’Università degli Studi di Catania, con il sostegno del Magnifico Rettore Francesco Basile, della Sovrintendente ai Beni Culturali Mirella Patanè, del direttore del Polo Museale Maria Costanza Lentini e del presidente dell’Istituto Ardizzone Gioeni Giampiero Panvini. La mostra sarà estesa in vari spazi e luoghi lungo le vie del centro storico del capoluogo etneo, all’interno di alcuni suoi palazzi storici, nei “templi” dell’arte quali musei e gallerie, ma anche all’interno di ristoranti, negozi di design e moda.

Si potrà vedere con occhi nuovi la città ripercorrendo le sue mura barocche, scoprire terrazze mai viste dalle quali contemplare superbi paesaggi e spazi aperti, spazi fisici intesi come luoghi d’eccellenza da abitare, da vivere, (case, negozi, ristoranti) ma anche come luoghi mentali, dove i confini tradizionali di tempo e misura lasciano il campo alla dimensione immaginifica” spiega Rossella Pezzino de Geronimo.

All’interno dell’evento Wondertime Catania, realizzato con la collaborazione dell’Associazione culturale Dietro le quinte, trova spazio la sezione RigenerArt, che ha l’obiettivo di sensibilizzare la collettività sui temi della tutela dell’ambiente attraverso l’organizzazione di workshop e incontri ad hoc e l’esposizione di opere realizzate con materiali di riciclo. Si vuole così promuovere il tema della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare, ossia il sistema economico ideato per rigenerarsi autonomamente. Con il termine circolare si intende dunque il flusso che prevede l’estrazione, la produzione, l’uso e poi il riuso e il riciclo dei materiali. “Associare questo concetto al fenomeno artistico – aggiunge l’ideatrice di Catania Wondertime – significa dargli un alto valore fornendo un esempio concreto di fattibilità”.

L’evento è organizzato da un Comitato promotore creato ad hoc, formato da Lella Agnello (referente Curia Catania), Daniela Arionte (Associazione culturale Dietro le quinte), Salvino e Antonio Benanti (Cantine Benanti), Livio D’Emilio (Illuminotecnica), Pierluigi Di Rosa (Sud Press), Rossella Mammana (Docente Accademia Belle Arti Catania), Antonella Mandalà (Presidente FAI Catania), Salvo Puleo (Architetto), Paolo Signorelli (Presidente ANEC-Associazione nazionale esercenti cinema), Sveva Manfredi Zavaglia (curatrice d’arte), Raffaele Zappalà Asmundo (Governatore dell’Arciconfraternita dei Bianchi).

Partecipano a Wondertime artisti di fama nazionale e internazionale, nell’ambito della fotografia, della pittura e della scultura: Giuseppe Agnello, Mikhail Albano, Dario Alberghina, Claudia Alliata di Villafranca, Elisa Anfuso, Luigi Aricò, Giuseppe Attardi, Antonella Ludovica Barba, Calogero Barba, Michele Pio Barbagallo, Andrea Baruffi, Francisco Benitez, Giuseppe Bergomi, Duri Caja, Roberto Calò, Jean Calogero, Alessandra Carelli, Irene Catania, Silvana Chiozza, Quirino Cipolla, Girolamo Ciulla, Roberta Coni, Pietro Consagra, Piero Corpaci, Daniela Costa, Giuseppina Valentina Costa, Leonardo Cumbo, Giulio D’Anna, Marco Damigella, Peter Demetz, Stefania Di Filippo, Salvatore Di Franco, Flavia Dodi, Matilde Domestico, Maria Emanuele, Giacomo Failla, Emilia Faro, Raimondo Ferlito, Salvatore Fiume, Nicoletta Fontana Conservo, Enzo Federici, Jessica Formisano, Giovanni Frangi, Venera Gambino, Rosario Genovese, Simone Geraci, Lillo Giuliana, Alice Grassi, Emilio Greco, Piero Guccione, Renato Guttuso, Concetto Guzzetta, Emilio Isgrò, Giovanni La Cognata, Valentina Laganà, Giorgio Laveri, Mimì Lazzaro, Clelia Leonardi, Patrizia Leonardi, Giuseppe Leone, Loris Liberatori, Marco Lodola, Carmen Roberta Mannino, Gaetano Mannino, Susy Manzo, Elio Marchegiani, Arianna Matta, Francesco Messina, Veronica Mirabile, Fabio Modica, Tommaso Ottieri, Domenico Pellegrino, Agata Petrillo, Rossella Pezzino De Geronimo, Giuseppe Piccione, Pino Pinelli, Fausto Pirandello, Maurizio Pometti, Federica Portale, Riccardo Puglisi, Lucia Ragusa, Antonio Recca, Luigi Renzi, Filippa Santangelo, Marcella Savino, Laura Scalia, Ignazio Schifano, Ferdinando Scianna, Paolo Scirpa, Mimmo Scuderi, Alice Severini, Alessia Sicilia, Valentina Signorello, Turi Simeti, Giuseppe Siracusa, Gianluca Sità, Samantha Torrisi, Carlotta Vasaperna, Renato Zacchia, Joussef Zrichi.

Gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catania, coordinati dalle professoresse Rossella Mammana e Rosaria Calamosca, realizzeranno installazioni e illustrazioni tratte da piante e fiori dell’Orto Botanico e dal giardino di Le Stanze in fiore di Canalicchio.

Le esposizioni d’arte, contrassegnate da apposito logo che accomunerà i luoghi di Wondertime, si terranno alla Galleria Arionte Arte Contemporanea (Via San Michele 32), Galleria Koarte (Via San Michele 28), Atelier Antonio Recca (Via San Michele 30), Museo Diocesano (Piazza Duomo), Chiesa di San Francesco Borgia (Via Crociferi), Chiesa della Badia di Sant’Agata (Via Vittorio Emanuele II, 182), Chiesa dei Bianchi (Via Vittorio Emanuele II, 181), Palazzo Fazio (Via San Giuseppe al Duomo 31), Casa Vaccarini (Via Luigi Sorrentino 38), Scenario Pubblico (Via Teatro Massimo 16), Orto Botanico (Via Etnea 397), Land Nuova Dogana (Porto di Catania), Terme della Rotonda (Via della Mecca), Monastero dei Benedettini (Piazza Dante), Porticciolo di San Giovanni Li Cuti, Mohd Mollura Home Design (Viale Africa 50), Helmè (Largo dei Vespri 13), Ristorante Oxidiana (Via Conte Ruggero 4A), Gioielleria Avolio (Piazza Università), Gioielleria Fecarotta (Via Etnea 172), La Rinascente (Via Etnea), Papini (Corso Italia 52), Maliparmi (Corso Italia 97), Boggi (Corso Italia 300), Papelù (Corso Italia), Barbisio (Viale Ionio 67), Abitare (Via Pasubio 2), Sicilcima (Viale Africa 42), Tourì (Via Montesano 21).

 

Il programma degli eventi

Il programma degli eventi inseriti in Wondertime si apre il 9 settembre alle 16 con il workshop dedicato ai bambini dai 6 ai 14 anni che sarà tenuto nella sede di Wonderlad in via Filippo Paladino, da Daniele Pario Perra, artista e docente universitario, su Riciclo e arte.

Il 15 settembre l’Anec proporrà al cinema King di via De Curtis la visione, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, del film Sing Street, con spettacolo unico alle ore 21. È un film del 2016 scritto e diretto da John Carney. Tra gli interpreti principali figurano l’esordiente Ferdia Walsh-Peelo, Aidan Gillen, Maria Doyle Kennedy e Jack Reynor.

Il 16 e 17 settembre l’Orto Botanico ospiterà la Mostra botanica di piante rare e insolite con la partecipazione di vivaisti siciliani d’eccellenza.

Il 22 settembre l’Anec proporrà al cinema King di via De Curtis la visione, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, del film Paterson, con spettacolo unico alle ore 21. È un film del 2016 scritto e diretto da Jim Jarmush con protagonista Adam Driver.

Il 23 settembre a Land- La Nuova Dogana, all’interno del Porto di Catania, è in programma, dalle ore 20,30, la performance di danza, tessuti aerei e cerchio aereo Volo…oh sì che volo di e con Salvo Guagliardo in arte Volans.

Il 24 settembre, dalle 19,30 alle 00,30, Land- La Nuova Dogana, è in programma Sicily in Swing-Lindy Hop.

Il 28 settembre Land – La Nuova Dogana, al Porto di Catania, alle ore 20,30 si tiene il concerto di Mario Incudine D’acqua e di rosi. L’artista ennese sarà sul palco con la sua band per un evento a ingresso gratuito.

Il 29 settembre nel porticciolo di San Giovanni Li Cuti andrà in scena alle 20,30 I Miti del mare con Francesca Ferro e Francesco Maria Attardi accompagnati dal musicista Gionni Allegra e con la partecipazione dei mangiatori di fuoco Paco Puglisi e Martina Vella della Compagnia Fuoco dentro.

Il 30 settembre è in programma, nella Chiesa dei Bianchi, alle 20,30, il concerto del Quintetto d’archi Sikelios con voce narrante di Valentina Ferrante. L’evento è intitolato Grand tour, viaggio in Sicilia di Goethe, Dumas, Maupassant, Brydone, Voullier. I musicisti Alessandro Cortese (violino), Marcello Spina (violino), Aldo Randazzo (viola), Alessandro Longo (violoncello), Giuseppe Giacalone (contrabbasso) eseguiranno musiche di  Bellini, Mascagni, Vivaldi, Tartini, Musumeci, Sollima.

L’1 ottobre alle 20,30 l’Istituto Ardizzone Gioeni di via Etnea 595 ospiterà la rappresentazione teatrale Come Giulio Cesare di Giulio Valentini con Laura Rapicavoli e lo stesso Valentini.

Il 2 ottobre è in programma, alle ore 20,30 all’Istituto Ardizzone Gioeni, Delitti esemplari di Max Aub, ovvero Gli insopportabili incontri della quotidianità trasformati in delitti senza castigo, a cura di Laura Rapicavoli ed Eugenio Patanè che ne sono interpreti accompagnati dal maestro Giuseppe Catania. In una carrellata di personaggi tratti fedelmente dal testo, gli attori in scena ripropongono in chiave ironica e surreale gli insopportabili incontri della quotidianità trasformati in delitti senza castigo. Una sorta di scherzo farneticante.

4 ottobre all’Istituto Ardizzone Gioeni ore 20,30, l’Associazione Musicale Alkantara presenta Piccole note sulle orme di Abreu. Coro e orchesra infantile.

Il 5 ottobre, all’Istituto Ardizzone Gioeni, alle 21, va in scena Eros e thanatos con Francesca Ferro, Giovanni Arezzo e Francesco Maria Attardi, alle ore 20,30. Il progetto è un viaggio che attraversa il mito, la tragedia, la lirica e la poesia trattando il rapporto amore e morte, da Medea, a Oreste e Clitennestra, Aci e Galatea, Paolo e Francesca, ed Elena che ammaliò Paride, scatenando le ire dei Greci che si scagliarono contro i Troiani e altri personaggi leggendari di tutti i tempi.

Il 5 ottobre Scenario Pubblico di via Teatro Massimo 16 ospiterà, dalle 21,30 alle 2, la serata dedicata alla Milonga e Tango argentino.

Il 6 ottobre la chiesa di San Francesco Borgia ospita alle 20,30 i BaroqEnsemble in concerto con Melodie barocche e celeberrime colonne sonore. Sul palco dieci elementi proporranno musiche di Vivaldi, Corelli, Morricone, Piovani, Jenkins.

Il 7 ottobre nella Terrazza del Museo diocesano, alle 20,30, Valeria Geremia propone Sicula Butoh, una performance di danza butoh che prende spunto da uno studio iniziato tre anni fa a Berlino.

L’8 ottobre, dalle 19,30 alle 00,30, a Scenario Pubblico è in programma Sicily in Swing-Lindy Hop.

L’8 ottobre, alle 18, la Chiesa monumentale della Badia di Sant’Agata ospita il Quartetto Ludwig con il concerto Mozart e musica francese. I musicisti Vito Imperato (primo violino del Teatro Massimo Bellini di Catania), Gaetano Adorno (viola), Benedetto Munzone (violoncello) e Epifanio Comis (pianoforte) eseguiranno brani di Mozart e Faurè.