di Mauro Sarrica

Il Palermo formato 2014-15 inizia a prendere già forma, ma soprattutto ad essere studiato nei minimi dettagli. Il problema, però, adesso è che capire chi si occuperà direttamente del prossimo mercato, considerato l’empasse ancora vivo sul futuro dell’attuale direttore generale Giorgio Perinetti, scalzato nelle grazie del patron Zamparini da Franco Ceravolo, ex capo dell’area tecnica della Juve della Triade (1994-2006 ndr) ed in procinto di diventare il prossimo capo scout della società di Viale del Fante. Ma c’è chi sostiene addirittura che possa prendere il posto proprio di Perinetti, la cui figura sarebbe incompatibile con il dirigente calabrese.

Ceravolo che intanto ha in essere col Palermo un contratto firmato in via preliminare (non valido dal punto di vista federale – ndr) e sta già lavorando per il rafforzamento della squadra, più che da semplice capo osservatori come un vero e proprio direttore sportivo con pieni poteri. Tanto che ha avviato contatti con vari procuratori negli hotel milanesi del calciomercato e con alcune società, a cominciare dall’Inter per Mbaye e Duncan, dal Bologna per Kone e con il Livorno per Paulinho, obiettivo principe del mercato rosanero.

Attenzione però alla novità delle ultime ore: Ceravolo infatti ha avuto un contatto con Alessandro Moggi, procuratore di Francesco Lodi, attuale regista del Catania in uscita dal club etneo. Tra le parti c’è un rapporto storico (essendo stato uno dei più fidi collaboratori del padre Luciano – ndr) e tra un chiacchiera e l’altra è stata appunto sondata la disponibilità del calciatore napoletano di trasferirsi all’altra sponda della Sicilia. La risposta è stata positiva in tal senso.

Adesso, quindi, si cercherà di far partire una trattativa vera e propria con il club di Pulvirenti, che dovrà riscattare la seconda metà del cartellino dal Genoa di Preziosi. Tenendo presente, inoltre, che il rapporto di Lodi con la tifoseria del Grifo è al momento ai minimi storici, un dato testimoniato ancor di più dal lancio di maglia al termine dell’ultima partita di campionato con l’Atalanta prontamente rifiutata dal pubblico di curva etneo.

Le premesse affinchè l’affare vada in porto, pertanto, ci sono tutte. Si entra nella fase calda. Il dato certo intanto è che il Palermo incassa la disponibilità di Lodi. E scusate se è poco…