Sebastiano Nucifora, 62 anni, già sindaco di Fiumefreddo per un decennio, dal 2002 al 2012, ha deciso di ricandidarsi. E’ stato convinto, da quanti ritengono che il paese abbia bisogno di una guida sicura in un momento di grande difficoltà: “Ritenevo chiusa la mia esperienza come primo cittadino 5 anni fa, ma spinto da tanta gente che vuole la ripresa, ho scelto di assumermi questo compito, reso duro dalla situazione odierna. L’attuale amministrazione ha portato indietro la comunità di almeno 20 anni”

L’ex sindaco di Fiumefreddo, Sebastiano Nucifora, conosce le difficoltà di una campagna elettorale ma soprattutto i problemi che affliggono il suo paese: “Non ero convinto ma il gruppo nato come alternativa a questa amministrazione ha avuto grande riscontro e sostegno, con una forte spinta popolare. Abbiamo approntato una lista per ricominciare da dove abbiamo lasciato, visto che negli ultimi 5 anni nulla è cambiato in meglio; non è stata realizzata alcuna opera pubblica, sono aumentate le tasse, ed il comune è quasi in pre dissesto. Per chi come me ha concluso il periodo di governo lasciando i conti in regola, non è accettabile”.

Sulle idee di ripresa per Fiumefreddo, il candidato primo cittadino ha le idee chiare:”Noi vogliamo cercare di risolvere le criticità che ci sono, amministrando i pochi soldi che abbiamo nel modo corretto. Il nostro comune ha vocazione turistica, ed esistendo da tempo il piano di tutela stabilito dalla sovrintendenza, per tutta la fascia costiera, che arriva fin dentro il paese, è necessario gestire diversamente le situazioni. Vorrei ridare alle zone vicine al mare l’importanza che meritano”.

Proprio in questo senso, Nucifora che conosce le logiche politiche, sa bene che farsi sentire con gli enti territoriali maggiori è fondamentale: “Dobbiamo far intervenire la Regione e l’ex Provincia, oggi Città Metropolitana, per riqualificare intere zone e ovviamente creare occupazione. Sul lungomare, l’idea che ho da anni è la realizzazione di un parco lineare per circa 2 km, con rivalutazione di tutta la fascia costiera, giochi d’acqua, canali navigabili e chioschetti per le attività commerciali, insomma attrezzare il territorio per la gente”.

Non solo il turismo però, ci sono mancanze che vanno affrontate nell’immediato: “C’è il problema dei rifiuti, si deve creare un servizio migliore per la differenziata, con un maggiore riciclo. Bisogna poi far uscire i dipendenti comunali dagli uffici e farli lavorare diversamente e di più; va sistemato l’impianto di illuminazione pubblica, ripristinato il verde e riparate le buche che rendono le strade pericolose. Sono tutte cose naturali ma che oggi mancano, e vanno risolte. I vigili urbani devono lavorare maggiormente, e si deve rendere totalmente efficiente la macchina amministrativa, con il giusto risparmio. A Fiumefreddo non si può più nemmeno morire a causa dei problemi legati alla mancanza di loculi. Non ne vengono realizzati di nuovi da anni, con una grossa speculazione di conseguenza. Durante la mia amministrazione ne venivano realizzati 120 ogni 2 anni. In sostanza bisogna mettere ordine e tirarsi fuori dall’anarchia attuale”.

Sul gruppo che lo sosterrà alle elezioni, Sebastiano Nucifora conferma che sarà espressione del territorio: “Siamo una lista civica, nessuno schieramento ci deve manovrare o strumentalizzare, ma in base ai governi regionali che ci sono e che ci saranno, cercheremo di parlare per aiutare il paese. Sarà una lista molto giovane, e questo mi rincuora perchè c’è entusiasmo anche se la situazione è difficile. Di qui alla tornata elettorale porteremo avanti il nostro programma con serenità, e se non dovesse andar bene questa sfida, saremo comunque una opposizione costruttiva per il bene del paese”.

Sull’esito delle votazioni, l’ex sindaco non si nasconde:”La sfida è molto molto dura, ma sono altrettanto motivato, pur essendo stata una scelta difficile tornare nella mischia. Io credo che il sindaco debba essere considerato un dipendente a tempo pieno, che deve però lavorare il doppio degli altri senza delegare nulla a nessuno. E’ eletto dalla gente, e deve essere un punto di riferimento per tutti, altrimenti il paese non va avanti e non si fanno risultati, esattamente come avviene in un’azienda con il suo amministratore”.

In questo senso Nucifora non risparmia un’invettiva nei confronti dell’attuale amministrazione di Fiumefreddo: “Ci aspettiamo un candidato dal governo uscente. E’ corretto che si misurino con la gente, che affrontino la comunità, per ciò che hanno fatto. Trovo veramente assurdo che il sindaco non si ricandidi, deve accettare il giudizio dei fiumefreddesi. Se pensa di aver fatto bene vedrà i riscontri. Far danni per un quinquennio e poi sparire è troppo facile”.