Confermata la morte dell’assessore regionale ai Beni Culturali, l’archeologo Sebastiano Tusa,  tra le vittime dello schianto del volo della Ethiopian Airlines che lo stava portando in Kenia insieme a 156 passeggeri ci cui altri 7 italiani.  Unanime il cordoglio, bandiere a mezz’asta in tutta la regione. 

Lo schianto è avvenuto alle 8.44 locali, 6 minuti dopo il decollo da Addis Abeba vicino alla località di Bishoftud, ad una cinquantina di chilometri a sud della capitale etiope.  Sarebbero 8 gli italiani a bordo.  Lo riferiscono all’ANSA fonti qualificate. Mancano tuttavia ancora conferme ufficiali.

I 157 a bordo (149 passeggeri e 8 membri dell’equipaggio) erano di 33 nazionalità, rende noto l’emittente locale Ebc.

L’ufficio del primo ministro dell’Etiopia ha già espresso “a nome del governo e del popolo etiope le più sentite condoglianze alle famiglie di coloro che hanno perso i loro cari”, nonostante manchi ancora la conferma ufficiale da parte delle autorità di controllo. Al momento la causa dell’incidente non è ancora chiara.

Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci: “Ho appena ricevuto la conferma ufficiale dell’Unità di crisi del ministero degli Esteri: l’assessore Sebastiano Tusa era sull’aereo precipitato in Etiopia. Sono distrutto. E’ una tragedia terribile, alla quale non riesco ancora a credere: rimango ammutolito. Perdo un amico, un lavoratore instancabile, un assessore di grande capacità ed equilibrio, che stava andando in Kenya per lavoro. Un uomo onesto e perbene, che amava la Sicilia come pochi. Un indimenticabile protagonista delle migliori politiche culturali dell’Isola.”

Il presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava: “”Una notizia drammatica. In pochi mesi abbiamo imparato ad apprezzare la capacità dell’Assessore Tusa di imprimere un taglio di straordinaria professionalità  alla gestione dei beni culturali della Sicilia. Un’opera in continuità con il suo infaticabile lavoro di studio e di ricerca. Per tutti noi una perdita grave.”

L’assessore regionali ai Trasporti Marco Falcone: “La morte di Sebastiano Tusa ci lascia senza parole. Ho conosciuto una persona dalle grandi qualità umane, prima ancora che studioso di statura internazionale e ottimo assessore, capace di intervenire con una visione di ampio respiro nel campo dei Beni culturali. Condividere con Sebastiano l’esperienza di governo è stato un onore, la sua assenza sarà un vuoto profondo, così come resterà insostituibile il suo contributo di intelligenza, garbo, rigore e profonda conoscenza.”

Il capogruppo UDC all’ARS Eleonora Lo Curto: “Una tragedia che lascia senza parole, l’aereo dell’Ethiopian caduto oggi in Africa spezza tante famiglie e ci porta via una delle persone migliori della Sicilia. Sebastiano Tusa, archeologo visionario e assessore del governo siciliano, va via da questo mondo lasciandoci atterriti. Piangiamo una persona di grande livello che abbiamo apprezzato e che si è fatta stimare per la competenza, la serietà, la generosità e la buona volonta, caratteristiche, queste, che rendono speciali gli uomini. A nome mio personale e del gruppo Udc del parlamento regionale esprimo i sentimenti di cordoglio alla famiglia di Sebastiano Tusa e al governo siciliano. Personalmente perdo un amico a cui riserverò per sempre un posto unico e speciale nel mio cuore“.

Il coordinatore di Diventerà Bellissima Gino Ioppolo: “Perdiamo un uomo perbene che ha fatto della esaltazione della Sicilia un’autentica ragione di vita. Negli ultimi anni Sebastiano, che fu fra i più autorevoli firmatari del manifesto per il riscatto della Sicilia, ha contribuito in modo determinante al rilancio dei Beni culturali come leva di sviluppo del territorio. Suo l’impulso al finanziamento di una nuova campagna di scavi archeologici che porteranno alla luce nuove bellezze e importanti testimonianze. Oggi è un giorno di lutto non solo per la Sicilia, ma per la cultura universale.”

Il Presidente del Gruppo Misto all’Assemblea Regionale Siciliana Danilo Lo Giudice.”Una notizia tragica che lascia senza parole. La Sicilia e l’Italia intera perdono un uomo di grandissimo spessore culturale che aveva messo a servizio della collettività la sua competenza e
professionalità. Un professionista ed accademico che nonostante la fama mondiale nel suo settore, mantenuto forti le radici e il legame con la Sicilia, al cui patrimonio ha dedicato la propria vita.”

Tony Rizzotto, deputato della Lega all’Assemblea Regionale Siciliana: “A nome mio personale e della Lega per Salvini Premier esprimo alla famiglia il più profondo cordoglio per la scomparsa di Sebastiano Tusa. Un professionista ed uomo di cultura di spessore internazionale che aveva scelto di dedicare alla Sicilia la propria passione e le proprie competenze.”

La Cgil Palermo: “La morte dell’assessore Tusa, che ha dedicato la sua vita all’archeologia e alla Sicilia, ci colpisce ancora di più perché Tusa  era in missione di lavoro, si stava recando in Kenia per un progetto Unesco. Un archeologo di fama internazionale, grande e appassionato lavoratore, inventore della Soprintendenza del mare,  che con la sua opera e la sua competenza professionale,  e affiancato dalla moglie Valeria Patrizia Li Vigni, anche lei dirigente di prestigiose istituzioni culturali,  ha contribuito alla crescita  di Palermo e della Sicilia e alla diffusione di un’immagine di laboriosità, dedizione  e intelligenza finalizzati allo sviluppo dell’Isola.”