Nel pomeriggio di ieri, personale della Polizia di Stato ha arrestato Ion Badesco,  38enne rumeno, per rapina ai danni di un connazionale, derubato fuori dall’uscita del centro Caritas. Un altro episodio di cronaca che denuncia la grande crisi sociale che vive la città

Intorno alle ore 14, un agente di Polizia fuori dal servizio ha notato in piazza della Repubblica un uomo in evidente stato di agitazione. Dopo averlo raggiunto ed essersi qualificato come poliziotto, alla richiesta di cosa fosse accaduto, l’uomo rispondeva che poco prima, appena uscito dalla mensa della Caritas, era stato avvicinato da due stranieri, suoi connazionali, i quali lo avevano bloccato e malmenato e gli avevano rapinato il suo telefono cellulare.

In quel frangente, passava per la piazza uno degli autori della rapina, che veniva riconosciuto dall’uomo derubato. Quest’ultimo, ha indicato al poliziotto che lo ha raggiunto e lo ha bloccato prontamente.

Interrogato in ordine ai fatti contestati, dapprima il romeno ha negato ogni addebito, poi, messo alle strette, ha ammesso le proprie responsabilità, aggiungendo di aver lasciato il cellulare trafugato sotto carica presso la biglietteria di una ditta di autobus di linea ubicata poco distante.