E’ ancora una volta il leader di Catania Bene Comune a smascherare i soliti troni trionfalistici che non hanno alcuna attinenza con la realtà di una città che continua a sprofondare.


“Sono solo 86mila 848 i turisti previsti al Porto di Catania nel 2017, 20mila in meno rispetto all’anno scorso.
Nel 2016 sono stati infatti più di 106mila i turisti che hanno fatto scalo a Catania durante le loro crociere nel Mediterraneo.
Un calo disastroso per la città di Catania e le aree turistiche vicine che perdono il 20% di crocieristi in un solo anno.” Ad affermarlo Matteo Iannitti, leader del movimento civico Catania Bene Comune.

“Basti pensare – continua – che nel mese di maggio 2016 sono approdati al porto di Catania 18mila turisti e nello stesso mese di quest’anno ne arriveranno soltano 7mila e 600.
Numeri di cui sembra non accorgersi il Sindaco della città, Enzo Bianco, che nella sua relazione annuale al Consiglio Comunale scrive che “si registra un aumento evidente delle navi da crociera”.
La realtà, purtroppo, smentisce la propaganda.”

“Il porto di Catania, – l’amara riflessione -situato nel cuore storico e monumentale della città, potrebbe essere una straordinaria risorsa economica e di innovazione per Catania, potrebbe offrire lavoro e concedere opportunità al tessuto produttivo catanese. Bisognerebbe investire definitivamente sulla sua vocazione turistica, fermando l’inutile e dannosa competizione con il porto di Augusta che, di gran lunga più grande, conserva una ovvia predisposizione commerciale.”

La stoccata finale: “Se l’amministrazione pubblica la smettesse di fornire dati falsi forse potremmo incominciare a ragionare seriamente del futuro della città.”

Forse.

Nella pagina successiva tutti gli arrivi di navi da crociera previsti a Catania.