Su disposizione della Corte dei Conti, la Guardia di Finanza ha acquisito fatture e documenti di liquidazione dei pagamenti dei 45 consiglieri provinciali. A finire nel mirino dei magistrati contabili, le spese sostenute dai consiglieri e i relativi atti che documentano le procedure eseguite.

Sull’ente e’ da tempo aperta un’altra inchiesta, della Procura su spese istituzionali e indennizzi a aziende private per permessi ai dipendenti che sono anche consiglieri.

Sud ne aveva già parlato, per primo in assoluto, ad aprile quando, determine alla mano, aveva analizzato i rimborsi per le assenze da lavoro dei consiglieri provinciali (v.link).