Crocetta ha firmato il decreto con cui i sindaci di Catania, Palermo e Messina diventano automaticamente i vertici politici delle vaste aree. Il presidente regionale ha inoltre confermato il cda dell’Irfis, l’ente autorizzato dalla Banca d’Italia ad operare nel libero mercato delle finanziarie con proprio capitale

Leoluca Orlando, Enzo Bianco e Renato Accorinti potranno sedere immediatamente sulle poltrone dell’ente che ha sostituito la vecchia Provincia. Una conseguenza dell’approvazione all’Assemblea regionale della norma che prevede la nomina automatica dei presidenti delle Città metropolitane nelle persone dei sindaci dei capoluoghi a guida.

Crocetta, inoltre, ha confermato in pieno il cda dell’Irfis. L’Istituto potrà fare da mediatore erogando prestiti alle aziende come se fosse una banca – ma non con evidenza pubblica bensì privatamente come una finanziaria – e potrà contare su circa 100 milioni euro “soldi che serviranno a garanzia di prestiti per almeno un miliardo di euro”, come riportato su Repubblica.it.

I componenti del cda sono l’imprenditore Rosario Basile, la segretaria generale della Regione Sicilia Patrizia Monterosso e Salvatore Parlato.