sabato - 15 dicembre 2018

“Il caos è un effetto del disordine o è la madre di tutti gli ordini?”

Sulla riflessione lanciata dal direttore di SudStyle Aldo Premoli con “Caos, Comunicazione e Butterfly effect”, interviene l’ing. Renato Cappellani: “Può solo rallegrare il fatto che l’Autore del presente articolo dedichi la sua intelligenza all’utilizzo di nuovi strumenti di pensiero che la Scienza mette a disposizione di tutti.”

Caos, Comunicazione e Butterfly effect

La teoria del caos si basa sull’idea che una qualsiasi variazione, anche il battito delle alidi una farfalla, può creare un futuro del tutto imprevedibile. In fisica l’effetto farfallaritiene che piccole variazioni possano produrre grandi variazioni nel comportamento a lungo termine di un determinato sistema.

La strada maestra resta l’azione diplomatica. La tesi dell’Imam della Moschea di Catania

Circa il decreto Salvini su immigrazione e sicurezza si è espresso in SudPress qualche giorno fa mons. Gaetano Zito, Vicario Episcopale per la Cultura. Aldo Premoli direttore di Sudstyle lo ha chiesto anche a  Kheit Abdelhafid Imam della Moschea di Catania.

Diritto di Cittadinanza o Diritto di Nascita? La tesi di Monsignor Gaetano Zito

Dunque il decreto Salvini su immigrazione e sicurezza è cosa fatta. Qui di seguito il direttore di SudStyle Aldo Premoli sintetizza gli aspetti che hanno a che fare con il Diritto di cittadinanza, questione direttamente connessa al fenomeno migratorio che ha investito il continente europeo negli ultimi 5 anni. Argomento delicatissimo, che coinvolge rischiando di

Vicenda Ciancio, il post di Daniele Abate: “Troppo tardi e ormai troppo poco”

Mentre la politica sta ancora metabolizzando la vicenda che ha portato al maxi sequestro di beni per Mario Ciancio Sanfilippo, la società civile sui social dibatte, dice la sua e si complimenta con l’operato della Magistratura. VI proponiamo la riflessione di Daniele Abate, Direttore del Ludum il Museo della Scienza per Ragazzi: un’analisi lucida che

L’ora di dialetto nelle scuole siciliane. La difesa in lingua inglese di Maurizio Caserta

As a young postgraduate student of economics I spent a number of years in England at the universities of Cambridge and London.

L’ora di dialetto nelle scuole siciliane. La requisitoria digitale di Aldo Premoli

Nella libreria Pescebanana, appena inaugurata a Picanello dall’amico Umberto Bruno lo scorso mercoledì, ho fatto un incontro casuale. Una bambina di nome Andrea (11 anni ma pensieri da adulto) è entrata e, sola soletta, si è messa a guadare i libri esposti in attesa che la nonna finisse di fare le sue giocate alle macchinette

Il non finito come nuova estetica italiana

Un’Italia che cade a pezzi, non soltanto in senso fisico, e miliardi sprecati in maniera criminale per realizzare opere spesso inutili che non verranno mai completate: una riflessione nel suo stile del direttore di SudStyle Aldo Premoli che tira fuori una vecchia pubblicazione che offre un modo originale, persino artistico, di guardare alla follia politica

Arte contemporanea a Catania. Questa volta vista da Londra

Vive tra Catania e londra questo 23enne che ha dato una – in verità notevolissima – prova di sé organizzando una straordinaria mostra a Palazzo Biscari la scorsa primavera. E ora interviene, dopo i contributi di Aldo Premoli, Giuseppe Siracusa, Gianluca Collica e Carmelo Nicosia, nel dibattito avviato da SudPress sullo stato dell’arte contemporanea a

Ancora sull’arte a Catania

Rieccoci. Con questo testo un super-polemico Gianluca Collica interviene nel dibattito avviato dall’intervista di Aldo Premoli all’artista Gian Maria Tosatti  dopo l’ installazione a Palazzo Biscari e dai successivi interventi di Carmelo Nicosia e Giuseppe Siracusa pubblicati da SudPress. Proprio mentre in città è partito WonderTime2018…

Il Nord procede a testa bassa. E il Sud che fa?

“La vicenda legata ai 177 eritrei tenuti prigionieri per 10 giorni a bordo della Diciotti si è rivelata alla sua conclusione un gigantesco un effetto ottico: un enorme “Fata Morgana”. Iniziava così l’editoriale  pubblicato su questa piattaforma lo scorso 30 agosto…

L’arte a Catania? …. Si dia spazio al coraggio!

Giuseppe Siracusa, biologo e artista poliedrico, interviene nel dibattito avviato dall’intervista di Aldo Premoli a Gian Maia Tosatti dopo la sua installazione a Palazzo Biscari e dal seguente intervento di Carmelo Nicosia pubblicato da SudPress.

Niente di nuovo sul Molo di Levante/4: Dieci giorni di cronaca. Nera

Una nave della Marina Militare italiana con 190 naufraghi a bordo viene sequestrata da un Ministro della Repubblica italiana. Dopo giorni di estenuanti trattative e sbarchi a singhiozzo nella serata di ieri i Pm di Agrigento, Chiesa, Albania e Irlada piegano Salvini.

Niente di nuovo sul molo di Levante /3: Personaggi e interpreti

  Questa è la cronaca di una settimana catanese, ma ormai a tutti gli effetti italiana e anche europea, in cui solo apparentemente non è successo granché. C’erano 177 prigionieri su una nave della Marina Militare italiana al Molo di Levante, oggi ce ne sono 150…

La nave Diciotti e il Caos che ci governa/2

Il Ministro degli Interni Matteo Salvini, si sa “non ha paura di niente e di nessuno”, così dice lui. E’ stato molto chiaro: i disgraziati che stanno a guardare da martedì alle 23.30 il molo di Levante di Catania non sbarcheranno se la Ue non da garanzie sui ricollocamenti in altri Paesi. Questo prima del

Niente di nuovo sul molo di Levante

Questa è la cronaca di una giornata catanese – mercoledì 21 agosto 2018 – in cui apparentemente non è successo nulla. Mentre il mondo sta a guardare quello che non è avvenuto sul Molo di Levante.

La nave Diciotti e il Caos che ci governa

Fa ormai parte della nostra quotidianità. Ma già nel 492 a.C. per il greco Anassagora il Caos identificava “la mescolanza di tutte le cose, precedendo l’opera discriminatrice dell’intelletto”. Dal Caos nacque Erebo, abisso senza fondo di tenebre; e poi Notte, anche essa buia e misteriosa; e ancora le Moire, tristi ministre del Destino che tessono i

Una legge a favore o una legge contro? Il dissesto finanziario e le virtù catanesi

Le crisi del debito sono tutte uguali. C’è qualcuno – una famiglia, un’impresa, un comune, uno stato, una nazione – che ha speso più di quanto poteva permettersi. La crisi arriva quando questo stato di fatto diventa conclamato e nessuno è più disposto a prolungare i termini del debito.

Strage viadotto Morandi, interviene l’ing. Renato Cappellani che ha una risposta

Il professionista catanese segnala un tema, decisamente molto tecnico, ma da non sottovalutare. In pratica l’esasperata, forse anche esagerata, soggezione delle esigenze di sicurezza rispetto a quelle politiche e finanziarie: un modello di “sviluppo”, ammesso che lo sia, totalmente da rivedere e che comincia ad implodere su se stesso. Compiendo stragi.

Scuole di Politica? “Se non conosci il gioco degli scacchi non puoi giocarci”

Diamo l’apertura del giornale di questa domenica d’agosto ad un tema che potrebbe apparire desueto: le Scuole di Politica, essenziali fucine di classe dirigente sino agli inizi degli anni ’90, poi improvvidamente soppiantate da tecniche di marketing da supermercato: e i risultati li vediamo! Cominciamo quindi con la segnalazione del direttore della nostra consorella Sudstyle, Aldo

“Riflessioni a margine” di Carmelo Nicosia sullo stato dell’Arte a Catania

Questa testata, senza alcuna presunzione e coinvolgendo esperti del settore, sta cercando di stimolare un minimo di dibattito sul tema, strategico, degli eventi culturali e artistici in una Città che, se non recupera una Identità capace di mostrarsi e raccontarsi attraverso, appunto, Arte e Cultura, difficilmente riuscirà a superare la deriva cui appare condannata da gestioni

Catania come la Fenice, gli italiani un popolo di parassiti. A Palazzo Biscari

Per la prima volta Palazzo Biscari, un luogo simbolico per la città di Catania, ha aperto le sue porte all’arte contemporanea. Sino al 18 agosto ospita infatti un’installazione studiata appositamente per il luogo da Gian Maria Tosatti, artista romano attualmente residente a New York intervistato dal direttore di SudStyle Aldo Premoli…

Lettere aperte al sindaco Pogliese ed alla sua giunta: Ruggero Cosentino sul “Decoro Urbano”

Non sarà una rubrica, ma uno spazio a disposizione di chi abbia qualcosa da segnalare o suggerire alla nuova amministrazione che si è assunta un compito immane: riprendere per i capelli una città devastata e restituirle dignità con il maggior benessere dei suoi abitanti. Parlarsi, parlarci, raccontare e raccontarsi il modo in cui viviamo questa

Login Digitrend s.r.l