sabato - 24 febbraio 2018

17 febbraio: giornata della memoria per i cattolici.

L’ingegnere Renato Cappellani offre una riflessione su un anniversario storico che ancora oggi brucia le coscienze degli uomini liberi: il martirio di Giordano Bruno del 17 febbraio 1600

Belle iniziative: “A catania l’eleganza del riccio”

Emma Averna ha visitato la scuola professionale “Piazza dei Mestieri” dell’impresa sociale Archè, ha così scoperto “una perla nella polvere” e ce la racconta: perché a Catania ci sono cose meravigliose che ti restituiscono la speranza che si possa ripartire…

“Mostra” di Toulouse-Lautrec al Palazzo della Cultura? Le conclusioni tiratele voi…

In questi giorni, contemporaneamente, l’artista francese è il protagonista di due mostre: al Palazzo Reale di Milano e al Palazzo della Cultura di Catania. Il direttore di SudStyle Aldo Premoli, firma di Artribune, è andato a visitarle entrambe. 

Nuove fioriere in piena via Etnea, i commercianti: “Inutili e pericolose”

Le presunte barriere anti terrorismo piazzate dal Comune di Catania in piena via Etnea, agli incroci più importanti, e già colpite purtroppo da qualche spericolato guidatore notturno, sono giudicate pericolose e inutili da commercianti e passanti. I primi in particolare, propendono nettamente per la mancanza totale di reali vantaggi sia a livello di traffico che di

La Prossima guerra e la cybersicurezza

La Pax americana, un incontrastato dominio militare, tecnologico commerciale persino morale che ha fatto seguito alla caduta del Muro di Berlino nel 1989 e sembrava non dovesse terminare mai. Ma si è infranta con l’attacco alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001

Il colpevole e penoso abbandono dell’archivio storico comunale

Allocato nell’ex Chiesa settecentesca di S. Caterina del Rosario di via s. Agata, in pieno centro cittadino, porge il suo derelitto bigliettino da visita l’Archivio Storico Comunale, creatura da sempre sconosciuta all’amabile sindaco di Catania Enzo Bianco, al suo fido assessore alla Cultura, il “compagno” professor Orazio Licandro, nonché alla desaparecidos Commissione Cultura (che dopo

Uno sguardo oltre i confini, Austria : si aprono scenari inesplorati o tornano incubi dimenticati?

La lettura di un fatto internazionale rilevante, e forse anche inquietante, da parte di un giovane studioso: Sudpress vuole cercare di capire come ragionano questi nostri ragazzi in giro per il mondo dandogli voce, sperando che sentano più di noi la responsabilità di una società più giusta e onesta.

Al Teatro Stabile 6 personaggi in cerca d’autore e i baffi della gioconda

Ha debuttato al Teatro Stabile di Catania, che ha appena rinnovato la sua governance con alla guida il notaio Carlo Saggio, la discussa versione del capolavoro di Pirandello nella versione di Michele Placido che ha provocato la defezione del capocomico catanese Pippo Pattavina. 

Le nostre reazioni di fronte ad eventi catastrofici: che fare?

Quelli che apparivano disturbi confinati in ambiti del tutto eccezionali, come le esperienze dei militari in territori di guerra, hanno fatto irruzione nella vita quotidiana della gente comune con l’avvento delle azioni terroristiche che periodicamente stanno sconvolgendo le capitali europee, coinvolgendo la gente comune sia coinvolta direttamente sia in quanto parte di una comunità che

La nave “antimigranti” C-Star che voleva approdare a Catania è finita malissimo

A darne notizia il settimanale cattolico “Avvenire” che, in un articolo dal titolo “Nave anti-Ong e migranti, l’equipaggio è alla fame” di Andrea Palladino, racconta come la nave battente bandiera mongola sia stata soccorsa sulle coste catalane con l’equipaggio di otto marinai srilankesi sfinito per la fame e l’armatore praticamente scomparso.Il commento di Lucio Lanza

Fermare le migrazioni? Ecco il prezzo

I 175 Km di costa che separano Tripoli dal confine tunisino provenivano gran parte delle barche di legno e dei gommoni messi in acqua nel Canale di Sicilia per tentare lo sbarco sulle coste italiane. I numeri sono importanti per capire l’entità del fenomeno: dal 2015 questa tratta di essere umani ha significato almeno 5000 annegati

Democrazia partecipativa ed elezioni regionali 2017: Appello ai catanesi

Sono già in 76, oltre ad una decina di associazioni, i cittadini di varia estrazione sociale e professionale che lanciano un appello alla “partecipazione” non soltanto al voto del 5 novembre, ma ancor di più all’impegno personale per la realizzazione di quella “democrazia partecipativa” necessaria ad arrestare la deriva pericolosa assunta ormai da troppo tempo

Che accade nella testa di chi “subisce” il fenomeno delle migrazioni epocali?

Il fenomeno dell’immigrazione ha assunto, negli ultimi anni, nel nostro Paese, dimensioni sempre più consistenti: a fine 2004, si rilevano 2,7 milioni di immigrati regolari, cui vanno aggiunte le presenze irregolari, stimate tra le 200.000 e le 800.000 unità; l’incidenza sulla popolazione totale è del 4,5%. In Italia vi sono circa 200 nazionalità. Molti abitanti

“Caro Presidente, ti scrivo per raccomandarti qualcuno che mi sta molto a cuore.”

Emilio Randazzo, architetto catanese fondatore con la moglie Cinzia Favara della LAD Onlus che sta realizzando il progetto benefico della casa per bambini malati Wonderlad, è specializzato nel recupero di beni monumentali e lancia un appello al prossimo presidente della regione Sicilia. A margine di questo intervento SUDPRESS ricorda che è possibile contribuire al progetto

A Sigonella la presentazione del nuovo velivolo P-72°

  Ultimo volo dell’Atlantic ieri a Sigonella, dopo 45 anni di servizio nell’Aereonautica Militare. Nato come ricognitore antisommergibile nel periodo della “guerra fredda” l’Atlantic è un biturboelica dal profilo affascinante capace di volare a bassissima quota.

Donne nigeriane: da popolo guerriero a schiave del sesso sulla Catania Gela

La strada statale 417 che collega Catania a Gela è solo uno tra gli esempi possibili. Ma è significativo perché la merce esposta ai suoi bordi è a disposizione anche in pieno giorno. Ragazze in gran parte minorenni in hot pant, top aderente e capelli ricci vaporosi o raccolti in treccine, aspettano sedute su appoggi

La Depressione: il male dei nostri tempi che si può sconfiggere

Nel nostro tempo il termine “depressione” viene utilizzato spesso in senso comune per indicare un periodo in cui ci si sente giù e tristi. Ma cos’è davvero la depressione?

Migranti & Miliardi

A scuola non ho mai avuto simpatia per la geografia. Da bambino sentivo d’istinto che sapere quanto è alto il Monte Bianco o quale è il fiume più lungo d’Italia in se e per sé non aveva alcun risvolto pratico. Poi ho cominciato a viaggiare e ho viaggiato molto. Ora so che senza una visualizzazione

Gli attacchi In Europa e qualche doverosa considerazione

ho letto con grande interesse l’intervento di Lucio Lanza che Sudpress ha pubblicato mercoledì 30 agosto con il titolo Gli attacchi in Europa e le domande insinuanti . Le domande che si pone Lucio Lanza sono molte e tutte legittime. Ma poste in questo modo sembrano non lasciare spazio a una sola speranza. Perché non

Gli attacchi in Europa e le domande insinuanti

Ci sono un paio di cose che non mi tornano, da un po’ di tempo. Perchè io ho il vizio di pormi domande. E quando non ho risposte, somatizzo e mi viene la gastrite. Quindi, o insisto col Maalox, o mi siedo e scrivo. Magari tra quanti leggeranno, qualcuno ha le risposte.

Sigonella a la Plaia di Catania

  I militari italiani di stanza presso la base americana di Sigonella continuano ad impegnarsi in attività sociali che hanno lo scopo di favorire l’integrazione con le comunità di riferimento. Alla Plaia di Catania esercitazioni di sopravvivenza in mare con la partecipazione di studenti e donazioni di sangue con l’AVIS.

Dopo gli incendi….aspettiamo o interveniamo?

Il fuoco, appiccato alle campagne, ha divorato tutto. Ancora quell’immagine atroce della nera fuliggine che ha rivestito o sostituito ogni cosa, e si riparte da un suolo nudo, coperto di cenere. Cosa fare il giorno dopo? E’ sempre necessario intervenire? Si può ripristinare la vegetazione?

Guttuso? Ma non c’è solo lui

Quante esposizioni ogni anno vengono allestite in Sicilia sula pittura di Renato Guttuso? Impossibile tenerne il conto. Ce ne è una anche ora presso la Fondazione Verde La Malfa a San Giovanni la Punta. Niente da obbiettare: bravo, bravissimo il pittore di Bagheria. Ma di artisti nel secondo dopoguerra l’isola ne ha sfornati altri spesso internazionalmente

Login Digitrend s.r.l