giovedì - 21 settembre 2017

Sospese le “regionarie” del M5S, candidatura Cancelleri in forse?

A deciderlo il Tribunale d Palermo che ha accolto in via cautelare il ricorso presentato da Mauro Giulivi, escluso appunto dalla selezione, a suo dire senza alcuna motivazione. Così a due mesi dalle elezioni del 5 novembre, il rischio che le carte si rimescolino è serio. L’uomo di punta del movimento pentastellato siciliano, nonchè tra i candidati più forti

Maurizio Caserta e l’Umanesimo Liberale da non abbandonare per una Sicilia da ricostruire

Sfilarsi con stile quando cambiano le condizioni di partenza è esercizio non facile e nemmeno comune. Maurizio Caserta, professore ordinario di Economia, appassionato dell’impegno civico ed innamorato di una Sicilia che vede al centro della rinascita del Mediterraneo, ha contribuito a tracciare le linee ideali di quella che poteva essere un’alternativa “alta” al confronto politico che

Regionali, sondaggio di Sudpress tra la gente

“Micari chi? Non so chi sia. Crocetta? Una delusione, meglio non commentare, sono amareggiato!”. Rispondono così a Sudpress i cittadini del capoluogo etneo, interpellati in vista delle regionali del 5 novembre nel sondaggio che il nostro giornale ha voluto compiere per strada e nei mercati di Catania. Critiche verso l’attuale presidente della Regione Rosario Crocetta e quasi nessuna conoscenza dei

Regionali: è ufficiale, Musumeci unisce il centro destra

Ufficializzata questa mattina a Palazzo d’Orleans la candidatura alle prossime elezioni regionali per Nello Musumeci che, dopo mesi di incertezze, riesce nell’obiettivo di unificare il centro destra, ricevendo l’appoggio anche di Forza Italia e dei suoi leader storici, l’eurodeputato Salvo Pogliese e gli onorevoli Basilio Catanoso e Vincenzo Figuccia

Regionali: Sicilia Futura, trapelano i nomi dei primi “volti nuovi” della lista

“Sono certo che riusciremo a creare un bel gruppo amministrativo importante di volti giovani nuovi, capace di rappresentare al meglio i siciliani”. Nicola D’Agostino, leader di Sicilia Futura non si sbilancia sui nomi e si limita a parlare di “gruppo”, quello che riempirà la lista dei 13 nomi da presentare alle prossime elezioni regionali del 5 novembre. Intanto però

Regionali, il centrodestra unito sceglie un uomo serio e per bene: NELLO MUSUMECI

Al di là delle opinioni politiche, sulle sue qualità morali nessuno può obiettare e alla fine la tenacia del leader di “Diventerà Bellissima”, e probabilmente anche i risultati di più di un sondaggio, hanno convinto Silvio Berlusconi a fare quel passo indietro che consente la reunion di tutto il centrodestra, riaprendo alla grande pronostici che sembravano scontati. La

LISTA OTTAVIOMAGNO: Lo scrittore Ottavio Cappellani candidato presidente con il Partito Radicale

Mentre il “Sistema” si chiude a riccio su candidature di “garanzia” per se stesso, chiunque vinca, parte la provocazione dell’intellighentia contestataria. Tra i nomi che potrebbero aderire il cantante catanese Mario Venuti ed un invito è partito alla volta del regista Guglielmo Ferro. Già mobilitati i militanti radicali di Rita Bernardini che in Sicilia hanno

Elezioni, si è svegliato persino il senatore Enzo Gibiino

Ad ogni elezione sono tre i temi che da almeno 70 anni vengono demenzialmente rilanciati da aspiranti quanto improbabili leader: benzina e biglietti aereo a prezzo ridotto e l’immancabile Casinò di Taormina. Nessuno è mai riuscito a combinare qualcosa. Stavolta a battere tutti sul tempo, almeno con l’ultimo tema, è Enzo Gibiino, per chi non

Regionali, il leader etneo di Forza Italia Pogliese: “Musumeci meglio di Armao”. Ma Catanoso lo “stoppa”

“Dopo la disastrosa esperienza di Crocetta, del quale siamo stati strenui e coerenti oppositori a differenza di altri che hanno sacrificato la loro dignità per qualche comoda poltrona assessoriale, il centrodestra non può permettersi di presentarsi diviso alle prossime elezioni regionali. Non ce lo perdonerebbero mai i nostri elettori per la seconda volta consecutiva, non

Tagliaferro, il “dominus” dei patronati scende in campo con Forza Italia

Motori accesi nelle segreterie politiche in vista della competizione elettorale di novembre per la Regione. Oltre a nomi di catanesi “nuovi” della politica regionale, spuntano anche quelli “vecchi”, nel senso dell’impegno politico. Tra questi  Carmelo (Elio) Tagliaferro che alle elezioni regionali del 2012, candidato con Futuro e Libertà di Gianfranco Fini, non riuscì a raggiungere

Login Digitrend s.r.l