mercoledì - 25 aprile 2018

“Io sono tempesta”, al cinema l’ultimo film di Daniele Luchetti. A teatro “Il gallo” di Tullio Kezich

Tra cinema e teatro, due recensioni tutte da scoprire

La triste fola della Catania Film Commission

L’organismo, nato nel 2002 e retto da un organigramma scaduto, strombazza “un’ampia offerta di beni e servizi”, ma svolge sostanzialmente l’inutile ruolo di semplice “intermediario” per il disbrigo di pratiche burocratiche.

Al teatro impulso divertimento con l’improvvisazione

Le chiamano trasmissioni televisive. Sono quella sorta di reality-show (in genere fasulli) in cui si spettacolarizzano sentimenti, miserie, odi, rancori, amori in una continua sarabanda d’insopportabili cicalecci, di urla, di liti, propalate da canali televisivi che sull’obnubilamento cerebrale degli italiani costruiscono ogni giorno le loro fortune commerciali

Al cinema “Il giovane Karl Marx”

Un gigante del pensiero economico-filosofico che, per quanto si tenti di obliarne le profezie e la predicazione rivoluzionaria, inevitabilmente riemerge con tutta la sua carica dirompente, vocazionalmente eversiva e sovvertitrice dell’ordine esistente, s’intende di quello borghese-capitalistico

“Impiegate. Poteri di gomma” di Francesca Vitale e Cinzia Maccagnano

L’inesistente politica culturale del Comune di Catania – il maggior ente autarchico etneo dotato un assessorato pomposamente ribattezzato Assessorato alla Cultura e alla Bellezza Condivisa, retto da uno dei fedelissimi dell’immarcescibile sindaco Bianco dallo smagliante sorriso, on. prof. finemente erudito Orazio Licandro – sembra essere inversamente proporzionale alla clamorosa offerta teatrale della città.

L’emigrazione ante litteram di Carlo Goldoni

Un’idea esilissima, fragile, dalla quale solo l’abile penna temprata di Goldoni spinto da un’urgenza personale (l’inopinata partenza per la Francia nel 1762, colpito da “macchina del fango” per la sua idea di riforma teatrale) è riuscita a trarre una giocosamente verbosa commedia, rigorosamente dialettale, ricca di personaggi, riuniti in allegra sarabanda tra giochi di carte

L’uomo-anfibio, il couturier dispotico avvelenato e l’arrivo della notte di O’Neill

Tra cinema e teatro, tre interessanti recensioni di film e spettacolo tutte da leggere

Gli inventori dell’atomica, Pattavina istrione e “Carnage” in salsa sicula

Tre recensioni, tre spettacoli teatrali a Catania. Il primo, “Copenhagen”, di Michael Frany al teatro “Istrione”; il secondo, “Signori chi è di scena?” di Pippo Pattavina al teatro Brancati e Sadismo di coppia di Francesco Maria Attardi al Centro Zo

“Mostra” di Toulouse-Lautrec al Palazzo della Cultura? Le conclusioni tiratele voi…

In questi giorni, contemporaneamente, l’artista francese è il protagonista di due mostre: al Palazzo Reale di Milano e al Palazzo della Cultura di Catania. Il direttore di SudStyle Aldo Premoli, firma di Artribune, è andato a visitarle entrambe. 

Il Carnevale nel cinema, verità mascherata e rivelata

Sono due, storicamente, i tronconi principali intorno ai quali si sviluppa il rapporto il Cinema e il Carnevale. Il primo, quello iconografico, non sembra assumere particolari significazioni; viceversa, il secondo, che può essere definito psicologico-sentimentale, finisce per assumere il travisamento e generalmente l’epilogo della festa, come momento “catartico-epifanico”, ossia di disvelamento della vera personalità o

Il potere della stampa contro il potere politico

The Post (2017) di Steven Spielberg. “Quinto potere”, il potere della stampa (more solito) ostracizzato dal potere politico che vorrebbe imbavagliarlo. Incalzante thriller politico The post di Spielberg porta sul grande schermo una delle più eclatanti vicende della recente storia americana: la pubblicazione dei cosiddetti segretissimi “Pentagono Papers” nel 1971, trafugati dal Pentagono da un

Un cartone irresistibile, anziani in fuga, l’ora buia della GB e manifesti accusatori

Sudpress inaugura una nuova rubrica di recensioni cinematografiche e lo fa con il critico Franco La Magna -socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) e storico del cinema- su alcune pellicole attualmente in programmazione. Buona lettura e buona visione!

Richard Strauss con Salome aiuta il Bellini ad uscire dalla mediocrità.

Una prima che ha convinto, peccato per i troppi posti vuoti in sala e nei palchi.

La prima di Sakuntala al teatro Bellini, tra dubbi e poltrone vuote

In un teatro semivuoto, ieri è andata in scena Sakuntala, di Franco Alfano; settimo appuntamento della stagione lirica e di balletti del 2016. 

La Norma di Vincenzo Bellini a due passi dalla casa del Cigno catanese

Grande evento ieri al teatro greco-romano di Catania. “Il pubblico, che è l’unico vero critico, parlando attraverso i suoi interminabili applausi, ha dato il suo voto a questa Norma. Durante il duetto fra Norma e Adalgisa sembrava che il tempo si fosse fermato” di Daniele Vanni

Al Teatro Antico di Taormina và in scena la Traviata

Dal 16 luglio una Traviata “storica”, quella dell’opera festival di Macerata del 2009, con la regia di Massimo Gasparon e che vide, allora, protagonista una Violetta Valery d’eccezione, Mariella Devia. Di Daniele Vanni

La prima de La Sonnambula al Teatro Bellini

Al teatro Massimo Bellini ieri è andata in scena un’opera di repertorio amata dal pubblico etneo. La sonnambula di Vincenzo Bellini.

Le Stelle della Lirica al Bellini e la miopia della dirigenza

Trent’anni di grande impegno per la Fondazione che come ogni anno organizza un Gran Galà di beneficenza al fine di unire all’indiscutibile fascino musicale dell’evento la presentazione delle più recenti attività nello scenario scientifico-sociale. Assente il Sovrintendente. di Daniele Vanni

La prima del Trovatore: il Bellini passa l’esame di Verdi

La recensione di Daniele Vanni dell’opera in scena da sabato 5, fino al 12 e con un fuori abbonamento il 13 marzo, al Teatro Massimo Bellini di Catania

Fedra: pubblico freddo lascia il teatro a sipario ancora aperto

L’inaugurazione della stagione lirica al Bellini, di Daniele Vanni

Finalmente i Puritani

La critica di SUD di Daniele Vanni

Aspettando i Puritani di Daniele Vanni

SUD ospiterà una rubrica dedicata alla critica. A curarla Daniele Vanni, “tenore” che ha scelto un’altra professione conservando il suo amore autentico per il bel canto

Login Digitrend s.r.l