sabato - 15 dicembre 2018

SANTONOCITO SCIALFA GARIBALDI SUDPRESS

Santonocito e incarico da 40mila euro alla Scialfa: Procura chiede il rinvio a giudizio

E già, era il 3 maggio 2015 quando Sudpress pubblicò l’articolo che segnalava lo strano incarico ad un assessore in carica della giunta Bianco. Manco a dirlo minacce di querela, diffide, musi lunghi. A conferire l’incarico era l’allora direttore generale del Garibaldi Giorgio Santonocito, appena confermato dal governo Musumeci manager ad Agrigento. L’assessore beneficiario era

PUBBLISERVIZI È SALVA!

Dopo mesi di incertezze, tensioni e soprattutto paura per i dipendenti, a seguito di una scellerata amministrazione, è finalmente arrivata la sentenza della Sezione Fallimentare del Tribunale di Catania che stabilisce la procedura di amministrazione straordinaria per Pubbliservizi – LEGGI LA SENTENZA INTEGRALE

LA MASSONERIA SOSPENDE LABISI

Il provvedimento è stato adottato dopo che il nome del massone catanese è emerso in alcune intercettazioni della DIA di Catania 

Caso “Siracusa”: torna in libertà Sebastiano Miano, annullati i domiciliari

Pochi giorni fa, lo scandalo dell’arresto di Giuseppe Mineo, catanese, ex giudice del CGA e docente di Unict a Scienze Politiche, a seguito delle dichiarazioni degli avvocati Piero Amara e Giuseppe Calafiore, accusati dei reati di corruzione, associazione a delinquere e falso ed arrestati a febbraio, insieme a Giancarlo Longo, all’epoca dei fatti contestati sostituto procuratore

Acireale: ai domiciliari ex sindaco Barbagallo, arrestato per corruzione un mese fa

Il sindaco dimissionario di Acireale Roberto Barbagallo, arrestato nell’ambito dell’operazione “Sibilla”, è stato scarcerato e posto agli arresti domiciliari. A confermarlo è il suo legale Enzo Mellia. L’ex primo cittadino era stato fermato con l’accusa di aver convinto sotto minaccia, tramite un’ispettore della municipale, Nicolò Urso, alcuni noti venditori ambulanti dell’acese, i fratelli Principato, a procurare

Caso stent scaduti, slitta ancora l’inizio del processo

Gli avvocati penalisti si astengono dal lavoro e slitta all’8 maggio il processo per gli stent scaduti impiantati durante sette angioplastiche, eseguite all’ospedale Cannizzaro di Catania. Il gup Fabio Digiacomo Barbagallo nel mese di luglio scorso ha rinviato a giudizio Alfredo Ruggero Galassi, primario del reparto di Emodinamica del Cannizzaro, accusato di abuso d’ufficio e

Processo Pubbliservizi, in quattro rinviati a giudizio

Il Gip Simona Ragazzi ha rinviato a giudizio Raffaello Giovanni Pedi, Rosario Simone Graziano Reitano, Salvatore Branchina e Alfio Giuffrida accusati di corruzione e associazione a delinquere nel processo Pubbliservizi, società partecipata dell’ex provincia. La prima udienza si terrà il prossimo 4 dicembre davanti la Terza sezione in composizione collegiale del Tribunale di Catania

Processo Pubbliservizi, rigettate le richieste di patteggiamento di Pedi e Reitano

Sono state rigettate le richieste di patteggiamento presentate da Giovanni Raffaello Pedi e Rosario Graziano Simone Reitano, imputati nel processo Pubbliservizi con l’accusa di corruzione e associazione a delinquere. Così ha deciso il giudice Daniela Monaco Crea del Tribunale di Catania che ha ritenuto il calcolo delle richieste non congrue, nonostante il parere positivo dei pm

Inchiesta 12 Apostoli, il “Santone” lascia il carcere

Alla fine, dopo la sentenza della Cassazione che aveva annullato con rinvio l’ordinanza per Pietro Alfio Capuana e le tre adepte, l’uomo ha lasciato il carcere Cavadonna di Siracusa. Il Tribunale del Riesame di Catania, presieduto da Sebastiano Mignemi, ha accolto la richiesta riguardate gli arresti domiciliari presentata dai difensori Mario Brancato e Giada Taccia. L’uomo

Processo Valentina Salamone

Processo Valentina Salamone, nuovi esami sui reperti raccolti dalla scientifica

Valentina Salamone non si è suicidata: questa la tesi dei carabinieri del reparto speciale dei RIS, interrogati dall’avvocato Dario Pastore, che rappresenta la famiglia Salamone, e dal penalista Rosario Pennisi, che sostiene la difesa del presunto assassino Nicola Mancuso. Il maggiore Carlo Romano, il luogotenente Salvatore Spitaleri che insieme ai marescialli Giovanni Marcì e Enrico

12 Apostoli: dopo la Cassazione il “Santone” in libertà? Il legale dell’uomo “per la Corte, misure cautelari immotivate”

Pietro Capuana e le sue tre “adepte” Rosaria Giuffrida, Fabiola Raciti e Katia Concetta Scarpignato che attualmente si trovano agli arresti domiciliari con l’accusa di favoreggiamento, potrebbero tornare in liberta’ entro marzo. La Suprema Corte di Cassazione ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Mario Brancato e Giada Taccia, difensori delle tre donne e del “Santone”

Processo Pubblisevizi, rito abbreviato per l’ex presidente Messina

Adolfo Maria Messina, ex presidente della Pubbliservizi, accusato di peculato e corruzione, sarà giudicato con rito abbreviato. Così ha stabilito il Gup Simona Ragazzi. La stessa decisione è stata presa per il consulente Alfio Massimo Trombetta, accusato di corruzione e associazione a delinquere

Settantenne scomparso a Catania, fratello rinviato a giudizio per omicidio

Il Gup del Tribunale di Catania Rosa Alba Recupido ha rinviato a giudizio Salvatore Angemi con accusa di omicidio, accogliendo la richiesta mossa dal pm Fabrizio Aliotta. L’uomo sarebbe il responsabile della presunta morte del fratello Angelo di 73 anni, scomparso nel novembre del 2014 a Catania e mai ritrovato. Salvatore Angemi dovrà rispondere anche

Mailgate Università: l’ex rettore Tony Recca condannato a un anno dal Tribunale

Un anno di reclusione (pena sospesa) e ventimila euro di risarcimento all’Università. Così ha stabilito la sentenza di condanna in primo grado emessa dal Tribunale di Catania nei confronti dell’ex rettore dell’Università di Catania, Tony Recca, imputato per utilizzazione dei dati segreti a fini non patrimoniali e induzione a rendere false dichiarazioni (per quest’ultima accusa

Processo Pubbliservizi: per Adolfo Messina si deciderà l’1 febbraio, Città metropolitana parte civile

L’ex presidente della Pubbliservizi, Adolfo Maria Messina, accusato di peculato e corruzione, e il consulente Alfio Massimo Trombetta dovranno comparire davanti al Gup Simona Ragazzi il prossimo primo febbraio, per presentare un’eventuale richiesta di rito abbreviato. Nell’udienza preliminare che si è svolta davanti allo stesso  giudice, intanto, sono state avanzate le richieste di parte civile della

Omicidio coniugi Palagonia, la donna ha implorato il suo assassino prima che la uccidesse

“Mercedes Ibanez avrebbe implorato il suo assassino prima che la uccidesse gettandola dal balcone della propria abitazione”. Questa è la testimonianza fornita in aula da una vicina di casa della famiglia Solano relativa alla notte del 30 agosto 2015, quando i due anziani coniugi, Vincenzo Solano di 68 anni e la moglie Mercedes Ibanez di 70,

Comincia il processo Wind Jet, è già guerra sulle parti civili

Ha avuto inizio con la contestazione delle numerose richieste volte alla costituzione di parte civile il processo Wind Jet, che vede come imputato l’imprenditore Antonino Pulvirenti, insieme ad altre sedici persone, con l’accusa di bancarotta fraudolenta distrattiva, bancarotta impropria per effetto di operazioni dolose e bancarotta fraudolenta documentale. La compagnia di voli low cost era stata ammessa

Processo Salamone, i Ris: “il sangue sul corpo di Valentina è dell’imputato Mancuso, non è stato un suicidio”

Sono del presunto assassino Nicola Mancuso e di un altro soggetto non ancora identificato, le tracce di sangue presenti sul corpo e negli effetti personali di Valentina Salamone. A confermarlo sono i militari del Ris di Messina, il reparto speciale dei carabinieri, che effettuarono gli esami sul corpo subito dopo la morte avvenuta il 24 luglio del

Caso Nova Entra, rinviati a giudizio gestore del canile, funzionari Asp e del Comune

Sudpress denuncia da anni il sistema di gestione dei canili ed in particolare l’incredibile girandola di proroghe continue effettuate dall’amministrazione Bianco che lo hanno trasformato in un affare milionario praticamente senza regole.  Il giudice Santino Mirabella ha rinviato a giudizio Mario Bongiorno, titolare del canile, Carmelo Macrì e Salvatore Rubino, dirigenti dell’Asp veterinaria, Salvatore Bonanno

Anziani massacrati. Ramacca come Palagonia, la furia omicida colpisce i più indifesi

Non è ancora chiaro il movente che avrebbe spinto Gianluca Modica, pregiudicato di Ramacca, a uccidere le due sorelle Mogavero, Filippa di 70 anni e Lucia di 79, con diverse coltellate dopo averle brutalmente picchiate. Un caso di efferata violenza ai danni di due persone anziane che riporta alla memoria quanto successo nell’agosto 2015 ai coniugi

Processo Girlando, il Comune di Catania si costituisce parte civile

Il Comune di Catania si costituisce parte civile nel processo contro l’ex assessore al bilancio, Giuseppe Girlando accusato di tentata concussione ai danni dell’azienda Simei, ormai fallita. Il presidente della terza sezione collegiale del Tribunale di Catania, Maria Pia Urso, ha accolto così la richiesta dell’ente senza sollevarlo dalla responsabilità civile. Quindi, alla fine, si

Inchiesta 12 Apostoli: niente arresti domiciliari per l’ex assessore Rotella, Salvatore Torrisi e Orazio Caputo

Mimmo Rotella, l’ex presidente dell’associazione Cultura e Ambiente di Aci Bonaccorsi, Salvatore Torrisi e il parroco Orazio Caputo restano indagati a piede libero. I tre uomini sono accusati di favoreggiamento nei confronti del “Santone”, Pietro Angelo Capuana, responsabile di violenza sessuale su minori e plagio nella comunità di Lavina. Il Tribunale del Riesame di Catania,

“Gorgòni”, arresto Garozzo: cresce la preoccupazione tra i lavoratori della Sicilcar

Anche della Sicilcar, altra appaltatrice del comune di Catania, SudPress si è più volte occupato ed in particolare per “L’incredibile caso del depuratore di Pantano d’Arci”. L’autentica bomba esplosa con l’operazione della DIA catanese, riguardante mafia, rifiuti e corruzione, che ha portato all’arresto di diverse persone, tra cui anche un giornalista, ha coinvolto anche Pietro Garozzo,

Login Digitrend s.r.l