sabato - 19 agosto 2017

“Tre giorni senza frontiere 2017”: la prima giornata dedicata a gioco e integrazione

Quella al Lido Azzurro, è stata la giornata del gioco, dove italiani e migranti hanno imparato a conoscersi meglio, costruendo statue sulla sabbia, tirando funi, giocando ai tamburelli, sorridendo, pranzando insieme, in una parola: integrandosi! Uno dei più noti stabilimenti balneari catanesi si è così riempito di magliette colorate di giovani da più parti d’Italia

Accoglienza e integrazione con “Tre giorni senza frontiere”

“Solidarietà verso il prossimo ed ospitalità”, i concetti espressi da Emiliano Abramo, presidente della comunità di Sant’Egidio e Sebastian Intelisano, che opera all’interno della stessa, per presentare la quarta edizione di “Tre giorni senza frontiere”. Si tratta di tre giornate che vanno dal 9 all’11 agosto caratterizzate da giochi e divertimento tra giovani, allo scopo di

Accoglienza migranti: nuovo bando SPRAR, in “gioco” 4 milioni e mezzo di euro

Nuovo bando di gara del Comune di Catania per aggiudicare i servizi di accoglienza rivolti a 83 soggetti tra minori stranieri non accompagnati e neo maggiorenni per il triennio 2017/2019. Il bando scadrà il 18 settembre 2017 per un valore di appalto, comprendente i tre anni, di oltre 4 milioni e 526 mila euro. Un vero

Commissione Difesa e Sicurezza, Pogliese: “Catania ha raggiunto il limite dell’accoglienza”

Si è svolta a Catania la visita ufficiale della sottocommissione Sicurezza e Difesa del Parlamento europeo (SEDE), con presidente l’europarlamentare polacca Anna Fotyga, di cui fanno parte gli europarlamentari Belet, Frunzulica e l’onorevole Lorenzo Cesa. All’incontro ha partecipato l’onorevole Salvo Pogliese, parlamentare europeo di FI-PPE: “Gli immigrati sbarcati sulle nostre coste sono il 17%in più

Giovani migranti come bestie: arresti a Giarre, indagato dipendente comunale di Catania

“I Farmaci generici sì. Ma non questi qua! Assolutamente no! Per me può buttare sangue..”. Si esprimevano così Giovanni Pellizzeri e Isabella Vitale nel corso di una conversazione intercettata dai Carabinieri della Compagnia di Giarre. L’indagine è sfociata nell’operazione “Camaleonte”, per la quale su disposizione della Procura Distrettuale di Catania, i militari hanno posto ai domiciliari lo

immigrazione-hotspot

Lentini: sì ai centri di accoglienza per migranti ma i cittadini non ci stanno

La problematica dei migranti sta assumendo nuove e preoccupanti dimensioni per i cittadini di Lentini. L’Amministrazione Comunale lentinese ha deciso di aderire al Progetto Sprar per la realizzazione di centri di seconda accoglienza. L’assessore ai Servizi Sociali, Alessandra Cottone, rassicura: “È tutto sotto controllo”

Caporalato a Paternò: la Dia sequestra patrimonio di dieci milioni a imprenditore

E’ Rosario Di Perna, già condannato per altri reati, l’imprenditore agricolo che aveva costituito un’associazione, operante a Paternò e in Romania, preordinata al reclutamento di manodopera rumena per l’impiego nelle campagne paternesi in assenza delle garanzie minime di tutela spettanti ai lavoratori, secondo le forme e modalità del cd. caporalato. L’imprenditore avrebbe anche minacciato e pagato solo

Migranti: la drammatica storia di Aamir

Un viaggio in mare oltre i limiti dell’immaginazione, imbarcazioni sovraffollate di uomini e donne che sperano in un nuovo destino. Sudpress ha incontrato il diciassettenne Aamir, un ospite del centro di prima accoglienza “Don Bosco”, in viale Kennedy, che ci ha raccontato gli aspetti più duri del viaggio intrapreso per arrivare sulle coste siciliane. Organizzazione

Emergenza migranti, nuovo sbarco: tragedia sulla nave Phoenix

Questa mattina al porto di Catania sono arrivati 394 migranti e il corpo di un ragazzino ucciso da un trafficante. A bordo della nave la fondatrice dell’ONG Moas, Regina Catrambone, avrebbe segnalato il drammatico episodio

Migranti: viaggi rischiosi, centri saturi e infinita burocrazia

Continua il viaggio alla scoperta dell’accoglienza e del viaggio: durante la tratta mille pericoli, centri ormai saturi e procedure burocratiche lunghissime e poco chiare, legate alla richiesta di asilo politico. Questi i nodi più ingarbugliati del fenomeno. Il centro di prima accoglienza Don Bosco, in viale Kennedy a Catania, promuove in Senegal il progetto NO

Login Digitrend s.r.l