domenica - 21 ottobre 2018

Tentato suicidio a San Giovanni Li Cuti: due Carabinieri salvano una donna in mare

Nel tardo pomeriggio di ieri, intorno alle 18,30, due “Lupi”, del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri, che si trovavano a passare da San Giovanni Li Cuti, sono stati avvertiti da una terza persona di quanto stesse accadendo e senza esitazioni, gettatisi in mare, sono riusciti a trarre in salvo, non senza difficoltà anche

Operazione “Panta Rei” dei Carabinieri, 8 arresti per traffico di sostanze stupefacenti

Oltre 100 Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, dalle prime ore del mattino, stanno eseguendo un provvedimento restrittivo nella zona del calatino emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale etneo su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 8 soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al

Operazione “Aquilia”: i Carabinieri disarticolano frangia acese dei Santapaola Ercolano

L’indagine, iniziata nell’ottobre del 2015 e proseguita fino al gennaio 2018, attraverso intercettazioni ambientali e telefoniche ma anche grazie alle preziose dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia ed in particolare di Gaetano Mario Vinciguerra, ex reggente temporaneo del gruppo mafioso di Aci Catena facente capo alla famiglia di Cosa Nostra catanese “Santapaola – Ercolano”, ha

Blitz antimafia dei carabinieri: “Operazione Aquila”, arrestato l’ex deputato Pippo Nicotra

Duro colpo al clan “Santapaola – Ercolano”, 18 arresti e numerose perquisizioni. Tra le accuse anche lo “scambio elettorale” che fa supporre ulteriori sviluppi. IN AGGIORNAMENTO E i primi sviluppi ci sono stati con l’arresto del l’ex deputato regionale  del Partito Democratico Articolo 4 Pippo Nicotra

Intensa attività dei Carabinieri sul territorio

Nel punto vendita LIDL di via Felice Fontana dove sono state sequestrate 700 uova “vendute per fresche” in stato di decomposizione.  Scoperti locali nel centro storico con lavoratori in nero e un “arrusti e mangia” completamente abusivo. Denunciato parcheggiatore abusivo di piazza Dante e fermati ladri di scooter in via Milano e auto a Misterbianco.

Omicidio del brigadiere Luigi Venezia, i Carabinieri: “Non ci fermiamo”

Proseguono incessantemente le indagini dei Carabinieri sull’agguato del 28 febbraio scorso, in cui ha perso la vita nelle campagne di Lentini, in provincia di Siracusa, Luigi Venezia, carabiniere in pensione con un passato da eroe dell’antimafia.

Mario Ciancio: patrimonio confiscato per pericolosità sociale e legami certi con Cosa Nostra

Stabilita la “pericolosità sociale” di Mario Ciancio Sanfilippo. Questa la principale motivazione che ha spinto il giudice, dopo aver valutato i molti elementi delle indagini, a determinare la confisca dei beni del potentissimo imprenditore catanese, oggi più che ottantenne. Gravissimi gli indizi di colpevolezza relativi al contributo fornito da Ciancio nel corso degli anni alla

Il Ros confisca e sequestra beni e conti per 150.000.000 di euro a Mario Ciancio Sanfilippo

Il decreto di confisca e sequestro, richiesto dalla Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti dell’imprenditore Mario Ciancio Sanfilippo, riguarda conti correnti, polizze assicurative, 31 società, tra cui anche lo storico quotidiano La Sicilia, quote di partecipazione detenute in altre 7 società e beni immobili. Il valore totale, ancora da quantificare completamente, non è inferiore a 150.000.000 di euro.

Operazione “Salette”: bloccato dai Carabinieri, traffico di droga legato al clan Cappello – Bonaccorsi

All’alba di oggi sono state colpite da misura cautelare, tra Catania, Palermo e Siracusa, otto persone, alcune già detenute, con l’accusa di associazione finalizzata alla detenzione e al traffico di stupefacenti, il tutto aggravato dal legame con il clan mafioso catanese Cappello – Bonaccorsi. L’ordinanza della DDA, ha colpito soggetti prevalentemente residenti a Catania, ed in particolare

Operazione “Bivio” a San Cristoforo contro piazze di spaccio: i Carabinieri arrestano 27 persone

Un vero e proprio quadrilatero della droga, quello compreso tra via Trovatelli, via Alogna, Via della Concordia e via del Principe, che insieme ad altre stradine limitrofe come via Trovato, rappresentavano il “bivio“dello spaccio catanese, da qui il nome dell’operazione dei Carabinieri, che hanno arrestato 27 persone, tra cui anche i gestori delle piazze di

Elicotteri dei Carabinieri su San Cristoforo

Blitz dei Carabinieri nel fortino della droga. 27 arresti, circa 50 le perquisizioni. Colpita la più importante “piazza di spaccio” catanese ed accertata la collaborazione tra gruppi criminali appartenenti a “famiglie” diverse. IN AGGIORNAMENTO

Non pagavano i lavori e per giunta minacciavano: arrestati per estorsione

I carabinieri di Biancavilla hanno posto fine alle angherie di due soggetti, Salvatore Gioco di 28 anni e il 38enne Alfio Mauceri, accusati di estorsione e minacce ad un imprenditore che aveva svolto lavori nell’abitazione del prime ricevendone come pagamento soltanto, appunto, pesanti minacce: e sono finiti a Bicocca.

Operazione “En plein 2”: Procura e Carabinieri scardinano clan di Paternò legato ai Laudani

Il gruppo criminale paternese, facente capo a Salvatore Rapisarda e Vincenzo Morabito, è stato disarticolato, dopo una indagine lampo che ha portato all’arresto di 19 persone per associazione mafiosa, traffico di stupefacenti, tentata rapina, porto e detenzione illegale di armi, aggravato dal metodo mafioso. Già nel 2015, l’operazione di cui quella odierna rappresenta il naturale

Maxi operazione antimafia a Paternò: i carabinieri a caccia dei “Laudani”

19 arresti e numerose perquisizioni disposti dalla DDA etnea ed in corso di esecuzione con l’impiego di oltre 200 carabinieri alla caccia di capi ed affiliati della cosca Laudani. Video di repertorio operazione aprile 2015 a carico dello stesso gruppo criminale. IN AGGIORNAMENTO

Maxi operazione dei Carabinieri nel calatino: 16 fermati con accuse di spaccio e furto

Sono state individuate e fermate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, sedici persone, 6 in carcere e 10 agli arresti domiciliari, ritenute responsabili a vario titolo, di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di una serie di furti aggravati ai danni di attività commerciali e di civili abitazioni. Gli investigatori

Aggressione al “Vittorio Emanuele” lo scorso 14 marzo: individuati due pluripregiudicati

Lo scorso 14 marzo, diverse persone avevano creato scompiglio al pronto soccorso dell’ospedale catanese “Vittorio Emanuele”, dopo aver portato un giovane in sedia a rotelle privo di sensi. Due di loro avevano addirittura aggredito i medici di turno, semplicemente per essere stati allontanati, così che si potesse prestare le cure del caso al paziente in

Arrestato il deputato autonomista siracusano Pippo Gennuso per voto di scambio con clan Crapula

Il parlamentare regionale siciliano Giuseppe Gennuso, 65 anni, originario di Rosolini ed eletto nelle liste di Idea Sicilia – Popolari e Autonomisti, Musumeci Presidente, è stato arrestato lunedì sera dai carabinieri del comando provinciale di Siracusa su ordine della DDA di Catania con l’accusa di voto di scambio. L’indagine è ancora in corso e avrebbe

Mascalucia: Salerno, candidato sindaco grillino denuncia: “la testa mozzata di un gallo davanti casa mia”

Le elezioni amministrative in molti paesi dell’hinterland catanese si avvicinano e a Mascalucia, nel giorno della presentazione, il candidato del Movimento 5 Stelle Alessandro Salerno denuncia un tentativo di intimidazione. Una testa di gallo mozzata è stata infatti trovata dall’esponente grillino, che si è rivolto ai Carabinieri: “L’ho trovata davanti la porta di casa nel giorno della mia presentazione

Frana su Catania – Messina: indagati vertici CAS per peculato e disastro ambientale

A quasi tre anni dalla frana che blocco un tratto dell’autostrada Catania/Messina, all’altezza di Letojanni, fortunatamente senza vittime, i Carabinieri di Messina hanno eseguito tre misure interdittive nei confronti di due dirigenti del Consorzio Autostrade Siciliane, Salvatore Pirrone e Gaspare Sceusa, rispettivamente direttore generale del CAS e dirigente dell’area tecnica, sospesi dalla carica,e di un imprenditore,

Parole e immagini contro la violenza di genere, l’impegno dei giornalisti per un’informazione corretta

Un vero inizio per sviluppare un percorso di presa di coscienza e assunzione di responsabilità, nell’utilizzo di un linguaggio che possa essere rispettoso della persona e della parità di genere. Questo è il Manifesto di Venezia, nato dall’idea e dal lavoro della Commissione Pari Opportunità della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, il Cpo Usigrai (sindacato dei giornalisti

Insulti e offese omofobe: parla Agnese Vittoria aggredita alla Rinascente

La giovane transgender catanese, 27 anni, racconta a Sudpress quanto accadutole alcuni giorni fa al bar della Rinascente, dove è stata prima offesa e poi aggredita fisicamente da un uomo facente parte di un gruppetto, per aver preso le parti di una delle ragazze in servizio in quel momento e per far cessare battute e

I clan di Adrano e Biancavilla imponevano le uccisioni sull’ambulanza della morte per pochi euro

C’era la criminalità organizzata di Adrano e Biancavilla dietro le uccisioni sull’ambulanza, 3 finora quelle accertate, su oltre 50 casi al vaglio della Procura etnea, nell’arco di 4 anni, dal 2012 al 2016. I clan infatti imponevano propri uomini sulle ambulanze private, che avevano il compito di accelerare il decesso dei malati terminali con delle

A Paternò “l’ambulanza della morte”: un arresto

  Lo scorso maggio la trasmissione televisiva Le Iene ha trasmesso uno sconvolgente servizio che riportava alcune segnalazioni che raccontavano di veri e propri omicidi sistematici che venivano effettuati sulle ambulanze in danno di pazienti inermi. I carabinieri di Paternò, all’esito di articolate indagini, hanno eseguito oggi un arresto. IN AGGIORNAMENTO

Login Digitrend s.r.l