martedì - 20 febbraio 2018

La città si mobilita per il recupero di piazza Pilo, in degrado da tempo

Punto d’incontro di ragazzi e zona di passaggio che collega viale XX Settembre a via Monserrato, la centralissima piazza Rosolino Pilo fino alla scorsa settimana era in stato di abbandono e deturpata da rifiuti. Le condizioni di quella che dovrebbe essere un’area verde in pieno centro non sono passate inosservate a cittadini e volontari dell’associazione Nuova Agropoli, attiva

Shell Eco Marathon: l’Università di Catania ci riprova con un nuovissimo veicolo

Un veicolo avveniristico con la quale i ragazzi cercheranno di percorrere la maggiore distanza possibile con un litro di carburante o l’equivalente di un kWh di energia. Il team universitario catanese si misurerà nuovamente con la concorrenza in uno dei più celebri concorsi internazionali dedicati al mondo dell’alta efficienza energetica: lo Shell Eco Marathon, creata dal

Progetto “LaCittàXlaCittà”: il 28 gennaio “Nuova Acropoli” e i cittadini riqualificheranno Largo Pilo

Domenica 28 gennaio grazie all’associazione “Nuova Acropoli” ideatrice dell’idea, Largo Rosolino Pilo Dalle 9:00 alle 13:00, sarà oggetto delle cure di volontari e cittadini che vogliono essere parte attiva nella realizzazione di una Catania migliore, in questo caso, facendo un’area verde della nostra città. I lavori di manutenzione straordinaria previsti sono: la pulizia ecologica dell’area, la pitturazione delle recinzioni,

Smaltimento acque nere: dopo l’allarme di Confcommercio, la Sidra risponde e fissa incontro il 2 febbraio

Dopo la denuncia di Confcommercio con tanto di conferenza, sulla “riduzione in modo drastico dei quantitativi giornalieri dei conferimenti dei fanghi di depurazione derivanti dal ciclo di trattamento dei reflui da parte della Sidra, ente gestore del servizio, determinandoli in appena 65 ton/giorno da ripartire tra tutte le ditte operanti“, è stato finalmente fissato per il 2

Sicilcar: dopo lo sciopero le promesse di Comune e impresa, ma resta la paura

Lo sciopero notturno dei dipendenti della ditta che si occupa di manutenzione, lavaggio e ingrassaggio dei mezzi della Nettezza Urbana, davanti all’autoparco comunale ha avuto come risultato l’ennesima riunione con l’assessore  al ramo Rosario D’Agata.  Entro martedì 19 si dovrebbe avere il pagamento di una mensilità e della tredicesima, e forse entro fine dicembre anche il

“Gorgòni”, arresto Garozzo: cresce la preoccupazione tra i lavoratori della Sicilcar

Anche della Sicilcar, altra appaltatrice del comune di Catania, SudPress si è più volte occupato ed in particolare per “L’incredibile caso del depuratore di Pantano d’Arci”. L’autentica bomba esplosa con l’operazione della DIA catanese, riguardante mafia, rifiuti e corruzione, che ha portato all’arresto di diverse persone, tra cui anche un giornalista, ha coinvolto anche Pietro Garozzo,

Denunciata guida alpina abusiva sull’Etna, bloccata un’escursione irregolare e rischiosa

I Militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi, durante una perlustrazione in alta quota per la sicurezza degli escursionisti che accedono alle zone sommitali dell’Etna, hanno scoperto una presunta “guida” senza autorizzazione e abilitazione, che accompagnava sulla vetta del vulcano 15 turisti. Subito interrotta l’escursione, ad oltre tremila metri di altitudine nel territorio del

Centrale eolica a Gela: TAR dichiara illegittima autorizzazione a costruire e condanna a risarcire

Il Tar ha dichiarato illegittima l’autorizzazione concessa nel 2013 dal Ministero dell’Ambiente per la realizzazione di una centrale eolica offshore di 137 Mw, a 2 miglia dalla costa, nel golfo di Gela (Caltanissetta). La vicenda, che grande scalpore aveva fatto, dopo innumerevoli proteste e scontri giudiziari, per il forte rischio, che i lavori e l’opera devastassero in modo spaventoso

Strage di pesci al Simeto: anche la Procura vuol vederci chiaro, aperto un fascicolo

Nessuno al momento sembra essere in grado di dire cosa abbia provocato la moria di pesci nell’Oasi del Simeto, scoperta pochi giorni fa da Sudpress. In attesa dei risultati delle analisi effettuate dall’Istituto Zooprofilattico e dal centro Arpa, la Procura di Catania ha deciso di aprire un fascicolo d’inchiesta per far luce sulla vicenda, coadiuvati dagli

A Catania succede di tutto: maiali “al pascolo” e senza vita per strada

Catania è la città simboleggiata dall’Elefante. Ma oggi invece, potrebbe identificarsi per le condizioni in cui versa e le cose che accadono, in un altro animale: il maiale. Sebbene non  maestoso come il pachiderma con la proboscide, di suoi esemplari in giro per la città se ne vedono parecchi da un pò, davvero, e non parliamo di quelli dall’aspetto umano

San Cristoforo, un quartiere “ammazzato” da crisi, delinquenza e assenza delle istituzioni

Strade immerse nel silenzio con spazzatura e ragazzini in motorino che si aggirano per le vie invece di andare a scuola, discariche abusive, un campo da calcio abbandonato, piazze di spaccio, pochissimi centri di aggregazione giovanile come unici presidi di legalità, e un quartiere sfiduciato dalla politica. Questo è oggi San Cristoforo, o almeno una

Agrumicoltura siciliana: l’eccellenza isolana che rischia di sparire

Il virus denominato “Tristeza“, un vero e proprio tumore delle piante, che colpisce una delle varietà più resistenti e longeve (alcuni esemplari arrivano ai 100 anni di vita) l’arancio amaro, già da 10 anni flagella i coltivatori siciliani, sopratutto catanesi. Ma non è soltanto la natura a danneggiare l’agrumicoltura isolana, tanti altri problemi di diversa

Morìa di pesci al Simeto, Grimaldi (Arpa): “uccisi dal poco ossigeno, a giorni sapremo le cause”

Bisognerà attendere ancora un paio di settimane per poter capire, con certezza, le cause della moria di centinaia di pesci attorno al Simeto, trovati da Sudpress anche in riva al mare, lungo la foce del fiume la scorsa settimana.  Il personale dell’ente gestore della riserva naturale, la Città Metropolitana di Catania, che tace, ha permesso solo

Orrore all’Oasi del Simeto: strage di pesci ai margini del fiume, la scoperta di Sudpress

Un danno ambientale di proporzioni enormi che potrebbe raggiungere dimensioni anche più vaste. Il tutto in una riserva naturale protetta ma poi da chi? In teoria dalla Città Metropolitana che l’ha in gestione, ma appunto in teoria. Viola Sorbello, presidentessa di Legambiete, avvertita da Sudpress: “Abbiamo già presentato una nuova denuncia alla Procura della Repubblica di Catania” FOTO E

“Pecora e mucca pazza”: a Catania controlli serrati, l’Asp “nessun pericolo per l’uomo”

Un piano di selezione genetica al fine di prevenire eventuali casi di scrapie, una malattia che colpisce pecore e ovini simile a quella della “mucca pazza”. A metterla in atto la sezione veterinaria dell’Asp di Catania. In tal modo i rischi di nuovi casi sono molto ridotti e non c’è pericolo per l’uomo. La prevenzione riguarda anche

I parchi cittadini negati tra degrado e pochissima sicurezza

Alcuni sono deserti e per nulla frequentati, altri pieni di spazzatura in prossimità delle aree destinate ai bambini e in luoghi poco raccomandabili e altri ancora senza controllo a causa dei fondi destinati alla videosorveglianza tagliati dal Comune a febbraio, precisamente 24 mila euro. Questa è la sconcertante situazione di alcuni dei più grandi parchi del

Lido a Vaccarizzo trasformato in villaggio, la Polizia rimette i sigilli

Uno stabilimento balneare a Vaccarizzo, nella zona dell’Oasi del Simeto, di fatto e senza autorizzazione tramutato in villaggio turistico mediante la trasformazione della gran parte delle cabine in bungalow con cucine e bagni, è stato trovato nuovamente attivo nonostante l’apposizione dei sigilli al sistema degli scarichi dei reflui, non più di una settimana fa. Persiste dunque

Lampedusa, il piccolo ospedale delle tartarughe

Lampedusa non è solo terra di confine tra la disperazione dei migranti e la loro speranza tanto ingenua quanto mal riposta. È anche terra di mare per eccellenza, dove l’amore per le sue creature anima l’impegno di gente straordinaria che dedica la vita a salvare creature che potrebbero sopravvivere secoli se gli ami ed i sacchetti di

Boschetto della Plaia tra spazzatura, pericoli e poca avventura

Un parco avventura aperto a singhiozzi e senza controlli, rifiuti di plastica un po’ ovunque, fontane che perdono, mucchi di rami accatastati non rimossi. Questa è la situazione che c’è al boschetto della Playa a circa due mesi di distanza dalla tanto attesa inaugurazione del Liotru Adventure Park finalizzata alla rinascita dell’area VIDEO E FOTOGALLERY

Al via gara per un km di pista ciclabile a Librino. Costo: 2 milioni di euro

Il progetto di un parco urbano con pista ciclabile e pedonale di 10,5 chilometri, ideato da Kenzo Tange, il padre di Librino, già negli anni ’70 ed elaborato a metà degli anni ’80, in parte riprende il via, più di trent’anni dopo, con una gara d’appalto, per realizzare soltanto una pista ciclabile di appena 1000 metri, per

Solarium e spiagge libere: dopo il Cga il comune si arrende, ci sarà il bar

Non era bastata la sconfitta rimediata con la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale, per convincere l’amministrazione comunale a concedere l’appalto per la gestione delle tre spiagge libere della playa e delle due piattaforme sul lungomare, compresi servizi di ristorazione e parcheggio. Il comune ha dovuto tentare la carta del ricorso al Consiglio di Giustizia Amministrativa, rimediando

Emergenza incendi: ma che senso ha una “convenzione” tra istituzioni e in più a fine luglio?

Verrebbe da dire “FINALMENTE”, ma quanto accaduto finora e soprattutto i tempi oltre che la mancanza di totale fiducia in queste istituzioni, fanno rimanere sbigottiti. Non è tollerabile che un piano antincendi, venga discusso e firmato a fine luglio, dopo i roghi incessanti da giugno che hanno devastato ettari di coltivazioni e messo in pericolo

Condizioni shock all’oasi del Simeto: ormai puliscono i cittadini!

A pulire sono solo cittadini volontari che per amore dell’ambiente danno il loro contributo come possono, mentre da parte degli organi competenti continua il silenzio. La riserva naturale è di circa 2000 ettari e solo con una zona pulita e sorvegliata in via Rovetto, a un centinaio di metri dal lago Gornalunga. Il resto? Discariche

Login Digitrend s.r.l