venerdì - 20 aprile 2018

Candidati a sindaco di Catania: Attaguile ancora in corsa, Notarbartolo riflette

Ancora solo voci e null’altro, su due delle candidature a sindaco di Catania giunte un pò a sorpresa dopo quelle di Abramo, Pogliese, Bianco, Pellegrino e quella non ancora ufficializzata di Giovanni Grasso per il Movimento 5 stelle. Stiamo parlando di Angelo Attaguile che, dato per praticamente “accordato” con Pogliese, invece conferma di non voler

Compravendita di voti: Pellegrino non rinuncia alla corsa verso il Municipio: “Mi candido”

Malgrado le pesanti accuse a lui e al padre da parte della Procura, di compravendita di voti alla scorsa tornata elettorale regionale, il consigliere comunale Pellegrino non fa marcia indietro e con un comunicato annuncia di volersi candidare lo stesso: “Riconosco rigore e serietà nella magistratura che confermerà la mia estraneità ai fatti” afferma

Vincitori e vinti eccellenti: oltre ai 5 stelle a Catania “premiati” Stancanelli e Sudano

Nella circoscrizione Sicilia 2, sono molti i vinti eccellenti dall’ondata pentastellata, così come sono noti anche quelli che andranno in Parlamento, ad esempio Raffaele Stancanelli con “Fratelli d’Italia”, coordinatore regionale di Diventeràbellissima e unico parlamentare catanese del centrodestra e Valeria Sudano con il Partito Democratico. Tra gli esclusi eccellenti da Camera e Senato, ci sono

La lunga notte di Manlio Messina, tra possibile vittoria, amara sconfitta e progetti futuri

Il consigliere comunale catanese, candidato alla Camera con “Fratelli d’Italia”, partito di cui è tra i principali esponenti in Sicilia, non ce l’ha fatta, malgrado le 46.477 preferenze ottenute nel collegio uninominale di Catania. Una lunghissima notte la sua, dopo la sconfitta al maggioritario contro la pentastellata Laura Paxia nel collegio di Catania. Tra alti, bassi,

Elezioni politiche 2018, i grandi esclusi tra promesse, bugie e rinunce

E’ una campagna elettorale “sui generis” quella che si apre ufficialmente con la presentazione delle liste di ieri sera. Doveva esserci un ricambio in un certo senso anche generazionale, avevano promesso i leader dei partiti. Ma più che un cambio una vera e propria rivoluzione, con nomi eccellenti sacrificati sull’altare del “nuovo” di garanzia che

Caos 5 Stelle, Giarrusso: “Nessun caso, solo errori tecnici e tagli concordati”. Gli esclusi: “Siamo ancora in attesa del perché”

Dopo le accese polemiche delle ultime ore sulle parlamentari del movimento grillino, con la ridda di accuse e smentite, di “vorrei dire ma non posso” e “siamo in attesa di sapere”, sui presunti tagli alle candidature e altre avanzate all’insaputa degli interessati, sembra che la questione sia stata archiviata come “errore informatico” successivo all’approvazione del nuovo statuto. Il

Parlamentarie M5S: caos sulle candidature tra esclusi e candidati inconsapevoli

Al via il voto in rete per formare le liste pentastellate alle prossime elezioni politiche: tanti però, da Nord a Sud, pur avendo dato la disponibilità per la corsa, sono stati eliminati dagli elenchi o incredibilmente ci si sono trovati a propria insaputa. A Catania, eclatante il caso di un’attivista, a quanto sembra candidata senza

Elezioni politiche 2018 in Sicilia: come si vota e i singoli comuni dei collegi etnei

Il 4 marzo 2018 si voterà per l’elezioni del Parlamento italiano, rinnovando contestualmente anche il Governo, dopo lo scioglimento delle camere da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, avvenuto il 28 dicembre 2017. Per la prima volta, la tornata sarà svolta secondo la nuova legge elettorale, il Rosatellum bis che porevede un sistema misto

Bianco da Ciancio, Catania Bene Comune: “Scelta inopportuna e gravissima”

Il Movimento Civico di Matteo Iannitti lancia un durissimo attacco all’attuale sindaco che sceglie l’ufficio dell’editore-direttore-imprenditore per annunciare il (suo) proposito di ricandidarsi nel 2018. “Mario Ciancio, l’1 giugno di quest’anno, è stato rinviato a giudizio per concorso esterno in associazione mafiosa -afferma il movimento- Il 20 marzo 2018 si terrà la prima udienza del processo.

Il primo sondaggio post regionali siciliane conferma il crollo del Partito Democratico e di Matteo Renzi. Centrodestra e 5Stelle in crescita

L’istituto di ricerca Index Research fotografa le intenzioni di voto poco dopo le regionali e quello che potrebbe essere definito “effetto Sicilia”. Pd in declino, con la perdita di un punto percentuale in una settimana, il Movimento 5 Stelle che rafforza la sua posizione di primo partito e centrodestra unito che avanza avanza nettamente

Dopo il “caso De Luca”, ecco gli “impresentabili” in corsa per l’Ars: eletti 7 su 23

Dopo l’arresto di uno degli “impresentabili”, Cateno De Luca, compreso nel famoso elenco del Movimento 5 Stelle che ha sollevato un gran polverone ed è stato il tema della inqualificabile campagna elettorale, ecco gli altri  “impresentabili” tra quelli che andranno effettivamente all’Ars e quelli che non ce l’hanno fatta”. Tra gli eletti ci sono Giusy Savarino di Agrigento della lista

Elezioni: video virale su fb accusa brogli, “mia mamma interdetta non può votare”. Il Comune di Battiati “ci risulta di sì”

Un video divenuto virale in poche ore e diffuso su Facebook, mostra un uomo che con un cellulare evidentemente occultato, fa una ripresa durante un colloquio con una dipendente comunale dell’ufficio elettorale di Sant’Agata Li Battiati, chiedendo chiarimenti sul voto espresso dall’anziana madre ricoverata alla casa di cura “Maria Regina”, in cui era stato costituito

Regionali: 9% di voto disgiunto a favore di Cancelleri e Fava

Dalle percentuali ufficiali risulta ormai evidente come il voto disgiunto abbia nettamente favorito Giancarlo Cancelleri ed in parte il Movimento 5 Stelle, soprattutto a danno del centro sinistra e di Fabrizio Micari, che tra le preferenze totali delle liste a suo sostegno ha uno scarto di ben 6,7%; la sua candidatura ha infatti ottenuto solo

Tre domande rivolte ai candidati alla Presidenza della Regione Siciliana

Un’iniziativa provocatoria ma di certo importante, quella di porre alcune domande precise ai 5 candidati alla presidenza della Regione Siciliana sul sito per la trasparenza sappiamochivotiamo.it . Il primo tema posto riguarda, il sorteggio sui Revisori dei Conti negli Enti locali. A Nello Musumeci, Claudio Fava, Giancarlo Cancelleri, Fabrizio Micari e Roberto La Rosa, si chiede la

Città metropolitane, Crocetta “l’escluso” si sveglia e annuncia: “entro venerdì i commissari”

“Li nominerò quando mi andrà e comunque entro venerdì”. E’ un Presidente della Regione particolarmente nervoso quello che annuncia l’arrivo imminente dei commissari delle città metropolitane come previsto dalla legge del 12 agosto che risuscita le ex provincie decretando per loro l’elezione diretta del vertice. Une decisione che fino adesso il Governatore Crocetta aveva rinviato

Regionali 2017: entro il 17 istanze per scrutinatori. I disabili “gravissimi”potranno votare

Le elezioni regionali siciliane sono sempre più vicine e la Regione rende note le modalità con cui si può fare richiesta da scrutatori nei seggi elettorali durante le tornate elettorali. Le domande dovranno infatti essere presentate dal 12 al 17 ottobre negli uffici elettorali dei comuni di residenza. Dopo la querelle degli scorsi giorni, è stato

Regionali: ecco le liste presentate a Catania. Otto i candidati presidente

Eccole qui le liste presentate alla Cancelleria del Tribunale di Catania per le elezioni regionali del 5 novembre prossimo. Confermato come anticipato da Sudpress, il passaggio di Alessandro Porto dal centrosinistra al centrodestra nella lista di Forza Italia a sostegno di Musumeci e Gianfranco Vullo, deputato del Pd nella lista Popolari e Autonomisti di Roberto

Regionali: fuga da Bianco, Alessandro Porto a Forza Italia, Gianfranco Vullo con gli autonomisti…

E’ ormai più che un’emorragia, un vero e proprio fiume in piena quello che si sta verificando in Sicilia con l’avvicinarsi delle elezioni regionali del 5 novembre. In tanti stanno facendo armi e bagagli per andare a cercare una posizione altrove, ad occupare uno scranno dell’Assemblea Regionale Siciliana. Così succede che Alessandro Porto, fino adesso

La deputata all’Ars del Pd Concetta Raia passa il testimone ad Angelo Villari

La deputata Concetta Raia, presidente della Commissione di esame delle attività dell’Unione Europea e componente della Commissione Attività Produttive, già vice presidente e componente Commissione UE e della Commissione Ambiente e Territorio, lascia Palazzo dei Normanni dopo due mandati consecutivi e passa il testimone per la nuova corsa allo scranno dell’assemblea siciliana al compagno di

FDI e Noi con Salvini: lista unica con volti noti. Per ora solo di uomini

Sono quasi tutti volti noti, esponenti attuali della politica con ruoli istituzionali, per lo più di consiglieri e assessori, e c’è anche un sindaco nella lista Fratelli D’Italia-Noi con Salvini per le elezioni regionali, che sarà presentata entro giovedì 5 ottobre. A poco più di un mese dal giorno delle votazioni, ci sono già nomi

Sospese le “regionarie” del M5S, candidatura Cancelleri in forse?

A deciderlo il Tribunale d Palermo che ha accolto in via cautelare il ricorso presentato da Mauro Giulivi, escluso appunto dalla selezione, a suo dire senza alcuna motivazione. Così a due mesi dalle elezioni del 5 novembre, il rischio che le carte si rimescolino è serio. L’uomo di punta del movimento pentastellato siciliano, nonchè tra i candidati più forti

Regionali: è ufficiale, Musumeci unisce il centro destra

Ufficializzata questa mattina a Palazzo d’Orleans la candidatura alle prossime elezioni regionali per Nello Musumeci che, dopo mesi di incertezze, riesce nell’obiettivo di unificare il centro destra, ricevendo l’appoggio anche di Forza Italia e dei suoi leader storici, l’eurodeputato Salvo Pogliese e gli onorevoli Basilio Catanoso e Vincenzo Figuccia

Misterbianco, la ricandidatura di Nino Di Guardo e la proposta di Giuseppe Di Stefano completano il quadro

Alla ricerca di conferme e del cambiamento, in questa ottica lavorano gli ultimi due candidati a sindaco presentati da SudPress dei quattro in lotta per il Comune di Misterbianco. Nino Di Guardo e Giuseppe Di Stefano sono forse ai due poli opposti nello schieramento dei quattro sfidanti per la poltrona di primo cittadino a Misterbianco

Login Digitrend s.r.l