disagi catanesi

Resized-97NR6

Catania tra rifiuti, indifferenza e piazze che non esistono

Tutto potrebbe dirsi tranne che quella che viene definita “Piazza Marletta” sia una piazza. Quello che possiamo notare è solo un’area abbandonata, immensa discarica a cielo aperto che ormai da oltre vent’anni è nelle stesse identiche condizioni

A Catania succede anche questo. Ci sono luoghi che vengono chiamati con nomi diversi da quello che sono nella realtà: “Piazza Marletta”, a qualche passo dal viale Mario Rapisardi, ne è l’esempio lampante. Non si tratta questa volta di mancata manutenzione, sporcizia o rifiuti accumulati nel corso del tempo. Si tratta dell’inesistenza di quella che sulle carte è definita “piazza Gaetano Marletta”.

Che il largo sia una piazza, lo testimonia anche il catalogo della Multiservizi circa le piazze che rientrano nel territorio della I Circoscrizioni. L’obiettivo del settore “Manutenzione del verde”-come si legge nel catalogo- è quello di realizzare un servizio qualitativamente soddisfacente per le reali esigenze dei residenti attraverso un costruttivo rapporto di confronto e collaborazione. Tra Piazza Machiavelli, Piazza Vittime del Dovere, Piazza Borsa, Stesicoro, Cutelli e molte altre ancora compare anche Piazza Gaetano Marletta.

20151218030216

Uno spreco di denaro e un elemento che testimonia ancora una volta la scarsa attenzione che le diverse amministrazioni, quest’ultima compresa, hanno nei confronti dei cittadini. L’area, che per semplice comodità chiameremo Piazza, sembra più un terreno abbandonato, incolto e lasciato al suo triste destino come la maggior parte dei siti della città.

Tra parchi, altre piazze e differenti edifici che non godono di perfetta salute e che spesso vengono lasciati nelle mani di atti vandalici e indecorosi, “piazza Marletta” probabilmente riesce addirittura ad avere il primato del degrado per il semplice fatto che non ci sarebbe proprio nulla da sistemare o riqualificare. Perchè, infatti, dopo anni e anni dovrebbe ancora sorgere questa fantomatica piazza.

Un’area abbandonata, un terreno immenso e facilmente utilizzabile è invece stato dimenticato. Tra cumuli di rifiuti, legname, vetri e molto altro ancora, la zona ogni giorno assume sempre meno le sembianze di una piazza. I cittadini, insoddisfatti e anche rassegnati, si sono più volte rivolti ai consiglieri di quartiere e al presidente della I Circoscrizione, dove ricade Piazza Gaetano Marletta.

Tutti i tentativi della Municipalità sono stati vani. “L’amministrazione fino a questo momento non ci ha ascoltato- ci dice il presidente Romano- la piazza è tutto tranne che una piazza e già l’anno scorso abbiamo fatto un consiglio itinerante. La Commissione ha presentato una mozione, votata, per far si che quella che altro non è che una discarica a cielo aperto, diventasse un’isola ecologia.

“Ancora oggi però, dopo un anno e mezzo- prosegue il presidente- non è cambiato niente. La situazione non è affatto cambiata. La zona intera è degradata, priva di illuminazione ed è diventata una discarica. L’area esce come “piazza” tanto da comparire persino nel catalogo della Multiservizi sulle piazze ricadenti nella I Circoscrizioni.”

“L’amministrazione non ha soldi? – ci dice ancora Romano- ma esistono dei fondi della Comunità Europea che potrebbero essere utilizzati per la sistemazione della “piazza”. Se non si dovesse creare l’isola ecologica chiediamo che almeno venga sistemata, pulita. Visto e considerato che questa nasce come Piazza, sarebbe anche ora che la piazza venisse costruita.”

Ad intervenire anche il consigliere Amato. “L’anno scorso abbiamo scoperto che l’area è definita piazza, ma questa non ha neanche la somiglianza di una piazza. Da circa vent’anni è nelle stesse identiche condizioni e ci chiediamo come è possibile che le passate amministrazioni e l’attuale non si siano accorti di questo sperpero di denaro. Perchè se l’area esce come piazza dovrebbe essere previsto un capitolato di spesa per la manutenzione. Quello che ci chiediamo è: nel momento in cui la Multiservizi si reca presso l’area non si accorge che tutto è tranne che una piazza?”

“La mozione votata l’anno scorso circa la possibilità di far sorgere qui un’isola ecologica- ci dice ancora il consigliere- è importante perchè nel territorio della I Municipalità non ne esistono. Dovrebbe essere una piazza a tutti gli effetti e invece da anni la situazione è sempre questa: solo degrado, immondizia e mancanza di illuminazione.”

Questo slideshow richiede JavaScript.