Sei persone sono state arrestate dalla squadra mobile di Catania nel corso di una operazione antidroga, che ha portato al sequestro di 8 chili di cocaina, per un valore di non meno di due milioni di euro (VIDEO)

Le manette sono scattate ai polsi di : Antonio Nocita, di 34 anni,  Fabio Antonio Rapisarda, 29, Giuseppe Careri, 45, Placido Ventre, 51, tutti pregiudicati, Giacomo Sagone, 36, e Carmine Musumeci, 29.

Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, del reato di detenzione e trasporto di sostanza stupefacente del tipo cocaina, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=8JxNb6M3Uy8]

Agenti della sezione Antidroga hanno notato, lungo la Provinciale 12, la strada che collega Misterbianco alla Tangenziale Ovest, due auto, una Suzuki Swift e una Fiat 500X, che facevano da staffetta ad un autoarticolato. Successivamente, la  Suzuki Swift e il camion si sono immessi in una strada sterrata dove gli occupanti dell’autoarticolato hanno consegnato al conducente dell’auto una busta.  

A questo punto, la Suzuki Swift ha lasciato la strada interpoderale per imboccare la Sp 12 in direzione Catania, preceduta dalla Fiat 500X che era rimasta in attesa lungo la strada. Il camion invece si è diretto verso il casello autostradale  di San Gregorio di Catania.

Dopo un breve pedinamento, i poliziotti sono riusciti a bloccare la Fiat 500X con a bordo Nocita, Rapisarda e Careri. Invece Sagome, che era alla guida della Suzuki Swift, alla vista degli agenti, si è dato alla fuga, lanciando una busta, prontamente recuperata dai poliziotti, contenente 7 panetti di cocaina per  un peso complessivo di circa 8 chili.   

Nel frattempo, altri agenti a bordo di auto “civetta”, hanno intimato a  Sagone di fermarsi, ma l’uomo per sfuggire alla cattura ha ancora una volta accelerato repentinamente la marcia. Il tentativo di fuga è finito dopo aver speronamento dell’auto della Polizia. Nello scontro, tre  poliziotti e Sagone hanno riportato lievi ferite.  

I conducenti del camion, Ventre e Musumeci sono stati invece bloccati nei pressi del casello autostradale di San Gregorio.

Espletate le formalità di rito, gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di piazza Lanza.