Due distinte operazioni hanno consentito agli agenti al comando del dr. Antonio Salvago di sequestrare un ingente quantitativo di armi, tra cui un micidiale kalashnikov e migliaia di munizioni. Il video

Il primo intervento mirato si è svolto presso una vasta area adibita a parcheggio, ubicato nel rione di Nesima Superiore, nel corso della quale, posizionata sotto una moto coperta da un telone, è stata rinvenuta una busta in plastica, contente un giubbotto antiproiettile, ove erano occultate un centinaio di cartucce di vario calibro, un revolver calibro 357 magnum già carico con 6 cartucce e una pistola semiautomatica cal.44 magnum, completa di caricatore con 6 cartucce.

In contemporanea è stata eseguita una perquisizione all’interno del cimitero di Catania dove, in un incavo posto lateralmente ad un tomba, assicurato da un lucchetto, si è rinvenuto un sacco al cui interno vi erano una mitraglietta con matricola abrasa munita di 2 caricatori vuoti, una pistola cal.7,65 ed una calibro 38, entrambe con matricola abrasa con centinaia di munizioni.