È il vice presidente vicario del consiglio comunale Sebastiano Arcidiacono a denunciare con durezza i dati appena pubblicati dal comune di Catania in merito alla raccolta differenziata che passa da un già preoccupante 13,23% dell’ottobre 2016 ad un’intollerabile 7,92% di questo giugno. Incredibile la motivazione addotta dall’assessore responsabile Saro D’Agata: “Colpa dei pendolari!”. IN-CRE-DI-BI-LE!!!

Così Arcidiacono: “La raccolta differenziata dei rifiuti va sempre peggio e si attesta a un disastroso 7,92 % (dati ufficiali del Comune di Catania). Un risultato che dovrebbe fare arrossire il sindaco Bianco che dopo 4 anni di annunci e proclami è solo riuscito a raggiungere il minimo storico. 

Sebastiano
Arcidiacono

“Nel 2012 – prosegue il vice presidente vicario del consiglio -Catania aveva un dato medio annuo, seppur modesto, del 13%, ma Bianco è riuscito a fare passi indietro come si vede dai risultati degli ultimi mesi (dati ufficiali dell’Assessorato ecologia e ambiente del comune di Catania). E con le alte temperature di questi giorni a esporre la città a rischi sanitari per via dell’immondizia che invade le strade. Ma a Palazzo è sempre tempo di flash e inaugurazioni farlocche, una triste decadenza vacanziera a cui i cittadini guardano con pietoso distacco in attesa che cali il sipario.”

Oltre ogni immaginazione quanto affermato dall’assessore all’Ecologia Saro D’Agata, del PD: “Si è verificata negli ultimi tempi una forte crescita di rifiuti causata dal fenomeno del pendolarismo, cioè dagli abitanti dei paesi dell’hinterland che depositano i rifiuti non differenziati a Catania.”

Saro D’Agata

Incredibile, è semplicemente incredibile che la nona città d’Italia sia amministrata da questa gente: É IN-CRE-DI-BI-LE!!!