calcio

calaio'

Catania che pena: Calaiò evita la sconfitta al 92′ con lo Spezia (2-2)

ll Catania non vince più neanche davanti ai propri tifosi. Dopo il mal di trasferta, adesso per la band di Marcolin c’è anche l’incubo “Massimino” visto che gli etnei non vincono dal 31 gennaio. Oggi la squadra etnea è stata fermata dallo Spezia che addirittura ha sfiorato il successo visto che il pari etneo del definitivo 2-2 è arrivato al 92’. I rossazzurri hanno giocato bene per almeno 60 minuti sorretti da un super Mazzotta che a sinistra ha spinto per tutta la gara. Come al solito però il crollo fisico degli uomini di Marcolin ha determinato il risultato visto che dopo il vantaggio iniziale di Maniero la squadra etnea si è afflosciata e lo Spezia ne ha approfittato ribaltando il risultato con le reti di Datkovic e Migliore. Calaiò in pieno recupero ha pareggiato ma il punto lascia il Catania al penultimo posto e sicuramente spegne i sogni di rimonta visto che la zona playoff si è allontanata ancora di più.

 Cronaca- Contro lo Spezia il tecnico del Catania Marcolin deve rinunciare allo squalificato Castro ma ha recuperato il bomber Calaiò che fa coppia con Maniero. Rosina alle loro spalle. Del Prete preferito a Sciaudone. Confermata la difesa a tre mentre a centrocampo Escalante fa coppia con Rinaudo. Il tecnico dello Spezia Bjelica recupera Bianchetti e rilancia Juande titolare.  Assenti Nenè e De Las Cuevas. Il Catania comincia con buon piglio il match con Rosina libero di spaziare nella trequarti. Al 17’ contropiede dei rossazzurri: Calaiò arrivato al limite dell’area ha cercato di trovare lo spazio per la battuta ma Juande ha chiuso lo specchio rischiando il fallo. Catania in pressione ma la difesa dello Spezia nei primi 20 minuti ha fatto buona guardia non concedendo profondità a Calaiò e Maniero. Catania ancora pericoloso al 24’:  Mazzotta si è presentato solo davanti a Chichizola e ha calciato a colpo sicuro: il portiere ospite ha compiuto un autentico miracolo deviando col braccio. Rosina ha sfiorato il vantaggio su punizione al 30’ con Rosina. E’ stato buono il primo tempo del Catania che al 42’ ha creato un nuovo pericolo alla compagine ligure: sugli sviluppi del corner, il difensore Ceccarelli ha provato di sinistro da ottima posizione ma il tiro debole è stato boccato da Chichizola. E’ stata questa l’ultima opportunità per i padroni di casa che hanno spinto molto senza però realizzare un gol. Lo Spezia si è limitato al contropiede ma Gillet non ha mai compiuto un intervento.

Nell’intervallo nessun cambio da parte dei due tecnici. Il Catania ha iniziato il secondo tempo martellando lo Spezia. Al 3’ Ceccarelli ha colpito il montante a Chichizola battuto. Etnei scatenati e finalmente ecco il gol al 7’ con il bomber Maniero che ha segnato il gol stagionale numero 15! Sul cross di Mazzotta, l’ex del Pescara ha anticipato tutti e con una zampata ha fatto secco il portiere ligure Chichizola. Il Catania ha continuato ad attaccare sulle corsie esterne con un Mazzotta un vero stantuffo. Marcolin ha messo in campo Sciaudone al posto di Del Prete. E proprio dai piedi dell’ex del Bari arriva un bel cross dalla destra che Maniero sfrutta per la deviazione ma ancora una volta Chichizola si è superato. Lo Spezia dopo tanta sofferenza ha provato a colpire con il neo entrato Kvrzic che al 19’ colpisce dal limite ma Gillet controlla il tiro che si spegne sul fondo. Ma il Catania dopo aver sfiorato il raddoppio in diverse circostanze subisce al 26’ il gol del pareggio: a battere Gillet è stato il difensore dello Spezia Datkovic che di testa anticipa il portiere belga.  Il Catania ha accusato il colpo: Catellani serve in area Kvrzic che però controlla male e sciupa tutto. Liguri ancora pericolosi con Migliore che colpisce forte ma non centra la porta. Dopo un brutto primo tempo lo Spezia alza il ritmo mentre come al solito i rossazzurri sono calati alla distanza. Prima Situm e poi Giannetti hanno impegnato Gillet a 10’ dalla fine. Mazzotta ha tenuto vivo il Catania che con il polacco Chrapek ha avuto una ottima chance al 40’ ma il neo entrato ha colpito debolmente permettendo la parata a Chichizola. Ma subito dopo Migliore porta in vantaggio lo Spezia: Kvrzic salta tre avversari sulla destra e poi serve Migliore che batte Gillet al minuto 89’. Il Catania però ha reagito subito trovando il pareggio al 91’ con Calaiò che di testa ha battuto Chichizola su ottimo assist dalla sinistra del terzino Mazzotta. La partita si è conclusa sul 2-2.

Tabellino

CATANIA-SPEZIA 2-2

MARCATORI: 51′ Maniero, 71′ Datkovic, 88′ Migliore, 92′ Calaiò

CATANIA (3-4-1-2): 1 Gillet; 5 Schiavi, 45 Ceccarelli, 24 Capuano; 18 Del Prete (dal 58′ Sciaudone), 21 Rinaudo, 8 Escalante (dal 75′ Chrapek), 43 Mazzotta; 10 Rosina; 9 Calaiò, 7 Maniero (dal 86′ Rossetti). A disposizione: 22 Terracciano, 15 Sauro, 28 Parisi, 39 Odjer, 25 Piermateri, 14 Barisic. Allenatore: Marcolin.

SPEZIA (3-5-2): 1 Chichizola; 31 Piccolo, 5 Bianchetti, 20 Datkovic, 17 Migliore, 8 Juande, 30 Brezovec (dal 64′ Giannetti), 29 Bakic, 24 Madonna (dal 64′ Kvrzic), 18 Situm, 10 Catellani. A disposizione: 22 Nocchi, 26 Valentini, 15 Katanec, 25 Milos, 11 Luna, 4 Acampora, 27 Canadjija, 14 Cisotti. Allenatore: Bjelica

ARBITRO: Manganiello della sezione A.I.A.di Pinerolo 

AMMONITI: Brezovec, Escalante, Del Prete, Piccolo, Juande, Calaiò

SPETTATORI: 13mila circa (10.270 abbonati)