“Da grande voglio fare la ginnasta, da grande voglio andare alle olimpiadi”

Era davvero molto piccola Carlotta Ferlito quando ha deciso.

Ha deciso da bambina, ha creduto nel suo sogno e lo ha realizzato.

Ha partecipato alle olimpiadi di Londra del 2012, è protagonista di un reality su Mtv e adesso anche autrice del libro " Cosa penso mentre volo".

Carlotta è figlia d'arte.

La sua è una famiglia di sportivi. Il padre Massimo era membro della pallanuoto nazionale.

E proprio in piscina inizia la sua carriera sportiva, con il nuoto sincronizzato, fino a quando scopre la ginnastica, dimostrando sin da subito un grande talento.

Ma in Sicilia anche per i giovani sportivi il prezzo da pagare per inseguire i propri sogni è sempre troppo alto: nel 2007 deve trasferirsi a Milano a causa della mancanza di strutture adeguate per continuare a praticare ginnastica artistica ad alto livello, ed è il primo di una lunga serie di sacrifici che forgiano la personalità esuberante e decisa di una campionessa;

Il prezzo che molti talentuosi sono costretti a pagare in questa terra carente e arretrata perchè qualcuno ha deciso di lasciarla indietro forse per poter meglio mantenerne il controllo.

In Sicilia non c'è sviluppo e non c'è futuro per giovani talentuosi come Carlotta. In Sicilia se hai un talento devi scegliere. O lasci la tua terra e insegui il tuo talento oppure il tuo talento lo soffochi e lo sostituisci con qualcos'altro. Carlotta ha scelto. E' andata via.

Lontano dagli affetti, lontano dalla sua amata Catania, lontano dalla famiglia.

Carlotta è una di quelle giovani ragazze che rappresentano un modello d'esempio per le sue coetanee.

Non è una velina, non mette in vendita il suo corpo. Carlotta lavora sodo. Un impegno dove mette cuore, corpo, cervello.

Un po' per accorciare le distanze e un po' per sfuggire alla solitudine Carlotta si è costruita un meraviglioso mondo su internet nei social network coinvolgendo i suoi fans le cosiddette “Carlites” che hanno imparato a conoscerla ed ad amarla per come lei si mostra. Una ragazza semplice, spontanea con tutte le sue debolezze, ma anche con tutta la grinta e la forza che l'ha portata sin qui.

 

“Dicembre 2013 ore 5,30 am sono sveglia per andare lontano da casa mia a "lavorare". Il prossimo che dice che non faccio nulla lo smonto”.

Esorta cosi Carlotta nel suo ultimo tweet.

 

Sono 140.454 i suoi seguaci su twitter, oltre 134 mila su facebook.

Carlotta è un vero vulcano. Conosce bene il significato delle parole sacrificio, sopportazione, consapevolezza, tenacia, silenzio.

Abituata al sacrificio e alle rinunce Carlotta è una delle protagoniste di “Ginnaste – Vite parallele”, il docu-reality sulla squadra nazionale femminile di ginnastica artistica, in onda su MTV.

 

In questo 2013, Carlotta si conferma tra gli sportivi italiani più influenti del web. Unica donna sportiva che si distingue su Instagram, dove con i suoi 188mila followers (ad oggi 192mila) ottiene la quarta posizione dopo campioni del calibro di Rossi, Balotelli ed El Shaarawy.

Arriva con uno stivale basso, con un profilo basso e un sorriso semplice una domenica pomeriggio insieme alla sua famiglia. E' venuta per presentare il suo libro “ Cosa penso mentre volo”,che racconta la sua vita da ginnasta olimpionica, ma in cui si in realtà si racconta, minuto per minuto.

Una lettura interessante per comprendere il mondo interiore di una giovane donna che è riuscita a coronare il suo sogno.

Arriva accompagnata dall'intera famiglia, con la giovane sorella appena laureata che le fa da manager. Una folla di ragazze la accoglie urlando il suo nome, alzando in aria il suo libro in attesa del fatidico autografo.

Il passo è quello deciso ed elegante tipico delle ginnaste, il sorriso è quello dolce delle diciottenni soddisfatte e consapevoli di essere al centro dell'attenzione.

Un'attenzione che le viene da ore ed ore di durissimo lavoro giornaliero in palestra, dove la sofferenza fisica si mescola ad una pressione psicologica che solo una vera campionessa può sostenere.

Si accomoda negli studi di Radio Studio Centrale.

Ad aspettarla le sue Carliters.

Carlotta è una ragazza semplice , una forza della natura, non molla non demorde, sa che tra un paio di giorni deve ripartire per altri allenamenti, altri sacrifici, altre sofferenze.

Ma non molla. Mai. 

 

carlotta.jpg
Intervista esclusiva di SUD alla ginnasta olimpionica ospite di Radio Studio Centrale per presentare il suo primo libro “Cosa penso mentre volo”IL VIDEO!
Autore
Simona Scandura
Titolo Video
INTERVISTA A CARLOTTA FERLITO