L’Osservatorio Indipendente sulla Camera di Commercio del Sud Est, presieduto dal docente universitario Lucio Maggio, coglie l’occasione degli auguri formulati alla neo consigliera avv. Elisa Di Mattea per annunciare i temi delle prossime battaglie: “Contrasto all’improvvido progetto di svendita della società aeroportuale (SAC)” e denuncia della scarsa trasparenza del sito della Camera di Commercio che occulta i provvedimenti adottati.

Questo il comunicato integrale: “L’Osservatorio indipendente sulla Camera di Commercio Sud Est Sicilia formula i migliori auguri di buon lavoro alla neo-consigliera (in rappresentanza dei consumatori)  della Camera di Commercio, avv. Elisa Di Mattea (Dirigente Ufficio legale Regionale Codacons), ed esprime il proprio convinto apprezzamento per l’indirizzo che la stessa ha voluto imprimere alla sua azione consiliare, sin dalle prime battute. Lo afferma il  Prof. Lucio Maggio, Portavoce dell’Osservatorio Indipendente sulla Camera di Commercio del Sud Est Sicilia.

La Camera di Commercio  – spiega il Prof. Maggio-  è ente pubblico, bene comune dei cittadini, ed è pertanto chiamata a operare in totale e piena trasparenza. A partire dal sito ufficiale dell’ente, che sino a oggi “brilla” per l’ assenza di dati e documenti che le pubbliche amministrazioni sono obbligate a pubblicare, consentendo la consultazione di alcuni, importanti, provvedimenti soltanto per pochissimi giorni.”

“Siamo certi  – continua Maggio – che l’avv. Di Mattea, alla quale manifestiamo tutta la nostra disponibilità per una sinergica collaborazione, saprà imprimere una svolta ad un’azione camerale sin qui caratterizzata da preoccupanti opacità, soprattutto per ciò che concerne il conferimento degli incarichi, a partire da quelli riguardanti il Consiglio di Amministrazione della Società Aeroporto di Catania, con riferimento ai quali questo Osservatorio ribadisce il proprio totale disappunto.”

“E a proposito di SAC, non dubitiamo del contributo che anche l’avv. Di Mattea saprà dare all’azione di contrasto, sempre più condivisa, all’improvvido progetto di svendita della società aeroportuale, che può soddisfare gli interessi di pochi, dei soliti pochi, calpestando totalmente le ragioni di un intero territorio e dei suoi cittadini. Ancora buon lavoro, avv. Elisa Di Mattea!” – conclude Maggio.