I carabinieri lavorano sul caso e attendono che l’uomo venga identificato

Il cadavere di un uomo, completamente carbonizzato, è stato ritrovato in un capannone adibito al trattamento e smaltimento dei rifiuti in contrada Balate a Cattolica Eraclea (Ag). Durante la notte è scoppiato un incendio, a innescarlo probabilmente alcune stufe elettriche utilizzate per riscaldare l’ambiente. Quando i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento sono arrivati sul posto, dopo aver domato le fiamme, hanno trovato il cadavere.

Come si legge sull’ansa dovrebbe trattarsi di un cinquantenne. I carabinieri sanno che nello stanzino attiguo al deposito viveva Liborio Campione. Ma per l’identificazione saranno necessari esami scientifici. A causa del vasto rogo, la struttura – internamente – è crollata ed è stato dunque difficile ricostruire come e dove fossero sistemate le stufe. Nessun dubbio dunque sul fatto che si sia trattato di un incidente. Il pm disporrà l’autopsia sul cadavere. Sul posto, hanno lavorato, per ore e ore, i carabinieri.