Dopo l’approvazione del rendiconto 2014 i revisori dei conti del Comune di Catania si trovano oggi a dover valutare il bilancio previsionale 2015 per esprimere il loro parere. Mancherebbero però all’appello importanti documenti e per questo motivo il dott. Calogero Cittadino, membro del collegio dei revisori, si rivolge al Comune sollecitando l’invio di alcune “dettagliate relazioni”

Passata appena la “tempesta” del rendiconto 2014, approvato da pochi giorni con il voto del Consiglio Comunale, il lavoro dei revisori dei conti non si appresta a scemare ed ecco di nuovo al vaglio degli specialisti il bilancio di previsione per l’anno 2015. I membri del collegio, una volta dato parere positivo per il rendiconto, si trovano nuovamente a valutare dunque la situazione di cassa del Comune di Catania in base ai documenti a loro spediti dall’amministrazione.

A quanto pare però, stando a quanto afferma il revisore dei conti Calogero Cittadino, mancherebbero all’appello alcuni importanti documenti senza i quali sarebbe impossibile per i revisori fornire una valutazione oggettiva dei conti.  Proprio per questo motivo il dottor Cittadino ha inviato una PEC all’ amministrazione nella quale sollecita gli uffici competenti all’invio del documento.

“Il sottoscritto dr. Calogero Cittadino, componente del Collegio dei Revisori dei Conti, con riferimento alla relazione del collegio dei revisori dei conti al rendiconto 2014 del 11.09.2015 verbale n. 140 e al mio documento personale del 10.09.2015 consegnato alla prima commissione – bilancio nella riunione del 10.09.2015, avendo ricevuto nei giorni scorsi lo schema di bilancio di previsione 2015 per esprimere il relativo parere insieme ai miei colleghi, interesso l’amministrazione comunale a trasmettere al sottoscritto e per conoscenza al collegio dei revisori dei conti i documenti e le dettagliate relazioni così come richiesti”.

In particolar modo il dottor Cittadino chiede: “a) dettagliata relazione sullo stato patrimoniale e finanziario, accompagnata dalle relative riconciliazioni e delle asseverazioni dei rispettivi collegi/sindacali revisori della SIDRA spa e delle altre società partecipate , anche con la partecipazione non qualificata, che non presentano dati contabili nelle richiamate note informative; b) relazione sulle misure adottate per il controllo, accertamento e riscossione dell’imposta di soggiorno al fine di evitare la relativa prescrizione; c) elenco dettagliato di tutti gli straordinari concessi accompagnato dalla relazione sui migliori risultati ottenuti; d) elenco dettagliato e cronologico dei debiti fuori bilancio con tutte le annotazioni previste dall’art. 64 del regolamento di contabilita’ comunale sottoscritto dal dirigente competente ( fornire tale elenco anche a tutti i consiglieri comunali ) ; ed inoltre relativamente alla verifica dei parametri di deficitarietà( parametro 8 consistenza dei debiti fuori bilancio etc… ) , vi interesso a fornire i calcoli con relativi allegati e tabulati sottoscritto dal dirigente competente”.

“Il mio parere allo schema di bilancio di previsone anno 2015 nella qualità di componente del collegio dei revisori dei conti – conclude Cittadino – non potrà essere espresso fino a quando non saranno trasmessi tutti i documenti richiesti”.