E per di più l’ultimo giorno utile per approvare il bilancio “preventivo” dell’anno passato. Il comunicato di Mel Brooks

Forse si sarebbero potuti risparmiare i centomila euro destinati al discusso concerto di capodanno riuscendo a far divertire lo stesso i cittadini che preferiscono la piazza per brindare al nuovo anno.

Sarebbe bastato affidare ad un buon cabarettista la lettura integrale di una selezione di comunicati del sindaco di Catania Enzo Bianco, magari proiettando su mega schermo le relative immagini.

L’ultimo è fresco di giornata ed ha del grottesco.

Il sindaco Bianco sente il bisogno di “comunicare” urbi et orbi la sua singolarissima “soddisfazione, al limite del masochismo, perché una sparuta minoranza di consiglieri comunali, appena 19 su 45 ha approvato, senza neanche avere il tempo di leggerlo, un bilancio “preventivo” che si riverisce all’anno ormai trascorso e non si capisce più cosa dovrebbe prevedere.

In più riesce a ficcarci la legge di stabilità con la “grande opportunità” di rinegoziare mutui che non significa altro che indebitare ulteriormente le casse comunali, allungando per di più i tempi di liberazione da 10 a 30 anni.

Per non dire del richiamo a quel “piano di risanamento” su cui la Corte dei Conti mette in mora praticamente ogni settimana. Ispira tenerezza.

Ma lui, il sindaco Bianco, è soddisfatto. Soddisfattissimo. 

Ecco il comunicato integrale:

Bianco, “Soddisfatto per l’approvazione, grazie ai consiglieri comunali”
Il plauso del Sindaco per il senso di responsabilità che hanno dimostrato tutti coloro i quali stasera hanno partecipato al voto. Con l’approvazione del documento contabile e con quanto fatto a livello nazionale, possiamo dire che Catania esce dal tunnel e che può guardare con serenità al proprio futuro”

Il sindaco di Catania Enzo Bianco si è detto soddisfatto per l’approvazione da parte del Consiglio comunale (con 19 voti favorevoli 6 contrari e 4 astenuti su 29 presenti) del Bilancio di previsione 2015, del Bilancio pluriennale 2015/2017 e della Relazione Previsionale e Programmatica per il triennio 2015/2017.
“Ringrazio – ha detto Bianco – per il senso di responsabilità  che hanno dimostrato tutti coloro i quali stasera hanno partecipato al voto, consiglieri sia di maggioranza e sia di opposizione. Con l’approvazione del documento contabile (che i votanti non hanno potuto neanche leggere, ndr) e con l’azione di risanamento avviata e con nuove norme che permetteranno di rivedere il Piano di rientro possiamo dire che Catania esce dal tunnel e che può guardare con serenità al proprio futuro”.
Dopo gli atti il Consiglio ha anche approvato la loro immediata esecutività con 26 voti favorevoli e tre contrari su 29 presenti.
Una settimana fa era stata approvata dalle Camere la Legge di stabilità con un emendamento decisivo per il futuro di Catania perché consentirà di mettere in sicurezza i conti di Catania permettendo di rimodulare o riformulare in maniera più sostenibile il Piano di rientro entro il giugno del 2016. Grazie all’intervento del sindaco Bianco ci sarà la possibilità di spalmare la posizione debitoria del Comune in trent’anni anziché in dieci (grazie, grazie davvero, ndr). Si avrà inoltre la possibilità di utilizzare i risparmi che provengono dalla rinegoziazione dei mutui e dalla riduzione dei tassi d’interesse, anche per le spese correnti (tradotto: nuovi debiti, ndr), ossia quelle riguardanti, per esempio, la manutenzione della città.”

Incredibile. Puro Mel Brooks.