Lo scorso 13 giugno un comunicato del comune annunciava che” il contrammiraglio Nunzio Martello aveva già dato disposizioni raccogliendo le indicazioni di Bianco.” Il 17 clamorosa marcia indietro: “L’ammiraglio Martello ha richiesto un approfondimento”. Da notare che tra i due comunicati il direttore Martello è stato promosso dall’Ufficio Stampa del comune da contrammiraglio ad Ammiraglio: complimenti. E torna alla memoria il “percorso nebulizzato” per i crocieristi annunciato sempre da Bianco a marzo. Del 2014!

Quella della “nebulizzazione” dei crocieristi rappresenta ancora oggi, quasi a fine mandato, uno dei momenti più alti della comunicazione del sindaco Bianco. Un capolavoro.

E il vizio dell’annuncio inconsulto unito al “sopralluogo compulsivo” aumenta con l’approssimarsi della scadenza di mandato: chissà cosa dovremo leggere.

L’ultimo delizioso “incidente” è dello scorso 13 giugno.

Alle redazioni giunge un comunicato con cui si da per certo che l’Autorità Portuale avrebbe aderito ad una “pressante” richiesta di Bianco autorizzando il passaggio delle biciclette all’interno del porto di Catania, in pratica a compensazione di quella pista ciclabile che il comune doveva realizzare per raggiungere i lidi Plaia e i cui fondi, anzi quasi il triplo, sono stati utilizzati in realtà per completare, e a modo loro, neanche la metà col tratto piazza Europa-Ognina: altra incredibile storia.

Quindi, tutti pronti sulle due ruote ai varchi della marina.

Ma ecco che il 17 giugno nuovo laconico comunicato con la lacrimevole marcia indietro: lunedì faranno una riunione con lammiraglio Martello, direttore marittimo Sicilia Orientale che nel precedente comunicato era solo “controammiraglio (sic) che ha chiesto “un approfondimento”: in pratica ovviamente non ne sapeva niente e molto probabilmente non potrà aderire alla solita “pressante” richiesta del sindaco debordante considerato che non sarebbero pochi i problemi di sicurezza da risolvere.

Insomma, siamo alle solite: sempre più “nebulizzati”!