Decisivo l’errore dal dischetto del rossazzurro Fabio Sciacca. Da domani al via le Final Eight scudetto: Catania Beach Soccer a caccia del bis

Va al Terracina Beach Soccer la finale di Supercoppa Italiana. Nella suggestiva cornice dell’Arena Beach alla Playa di Catania (Spiaggia Libera N.1) la formazione laziale supera ai calci di rigore (0-0 nei tempi regolamentari) i campioni d’Italia del Catania Beach Soccer, conquistando dunque l’ambito trofeo. Sfuma così il secondo titolo stagionale per i rossazzurri, reduci sin qui da una stagione esaltante condita dalla conquista della Coppa Italia, oltre al prestigioso argento ai Mondiali per Club.

IL MATCH

Catania che parte con la formazione tipo composta da Andrade in porta, Catarino, Palazzolo, Fred e Llorenc come terminale offensivo. Sono proprio i rossazzurri a partire in maniera più convinta, con Palazzolo che ha subito una buona occasione dalla sinistra ma il suo tiro termina lontano dalla porta di Costa. Per il Terracina è Duarte a provare a svegliare i suoi con una punizione dalla lunga distanza intercettata però dall’estremo difensore rossazzurro Andrade. La prima grande occasione del match capita sul piede di Hodel, ma il n.13 del Terracina manca in semirovesciata la porta avversaria. Nel secondo tempo è sempre Hodel a tentare di sbloccare il match, ma ancora una volta in rovesciata non inquadra la porta. E’ poi il turno del Catania che si rende pericolosissimo con Catalino: ottima giocata del giocatore rossazzurro che con uno stop e conseguente tiro al volo centra in pieno il palo. Il Catania preme sull’acceleratore e con una bella combinazione con protagonisti Palazzolo e Palmacci mette i brividi alla difesa del Terracina. Prima della fine del secondo parziale è Andrade a mettersi in mostra con un autentico miracolo sulla conclusione a botta sicura di Carotenuto a pochi passi dalla porta. Si va dunque al terzo tempo ed è il Terracina la prima squadra a rendersi realmente pericolosa, ma la conclusione di Borelli termina out di un nulla. Ancora Terracina pericolosissima stavolta con Duarte che da punizione centra in pieno la traversa con Andrade battuto. Ma la ghiotta chance del match capita ai rossazzurri nel finale di tempo: Palmacci in rovesciata trova la deviazione di braccio del difensore avversario e l’arbitro fischia così il calcio di rigore; dal dischetto va proprio Palmacci ma il suo tiro non trova particolare angolo e Costa è reattivo nella parata. Il tempo supplementare regala ancora qualche emozione, ma nessuna delle due formazioni riesce comunque a trovare la via del gol. Ai giunge dunque alla lotteria dei calci di rigore ed è a questo punto che il match si indirizza dalla parte di Terracina: i laziali sono impeccabili dal dischetto, mentre tra i rossazzurri è Fabio Sciacca a peccare di precisione fallendo il secondo rigore che si rivelerà decisivo. E’ Duarte a regalare la gioia del titolo ai suoi, con la sua conclusione che spiazza Andrade. Esultanza e braccia al cielo per Franetti e compagni: sono loro i campioni della Supercoppa Italiana.

Archiviato il primo importante impegno estivo, è già tempo di pensare alle Final Eight: I campioni in carica della Domusbet Catania sono chiamati a difendere il titolo tricolore conquistato proprio 12 mesi fa sempre sulla sabbia catanese: la manifestazione che vede la presenza delle otto migliori squadre italiane prenderà il via domani (venerdì 09 agosto) con i match di quarti di finale, mentre la finale si disputerà domenica 11 agosto.

Ecco i match dei quarti di finale in programma:

ECOSISTEM CATANZARO BS – S.C. PALAZZOLO (ore 14.00)

VIAREGGIO BEACH SOCCER – PISA BEACH SOCCER (ore 15.15)

H.C. SAMBENEDETTESE BS – SICILIA BS (ore 16.30)

CATANIA BEACH SOCCER – TERRACINA BEACH SOCCER (ore 17.45)