sabato - 16 febbraio 2019

“Pupi di pezza” intercettati : “Non abbiamo stimato il rischio della Procura”

Un lavoro intenso quello della Guardia di Finanza catanese, che continua a portare allo scoperto un sistema di illeciti che si nutre dell’inadeguatezza del sistema malato della riscossione dei tributi.

studio pogliese operazione pupi di pezza

Operazione “Pupi di pezza”: ai domiciliari il padre del sindaco Pogliese

Nove arresti domiciliari e due misure cautelari e sequestri di beni per un totale di 11 milioni di euro. Tra i nomi spicca sicuramente quello di Antonio Pogliese, noto commercialista catanese e padre del sindaco di Catania Salvo Pogliese, che insieme con altri due soci dello studio avrebbe fornito un servizio “chiavi in mano” di

zito

Sant’Agata, mons. Zito: “A Catania non mancano i Pilato che rifiutano la verità e i Quinziano che violentano la dignità degli altri”

Mons. Zito, Vicario Episcopale per la Cultura dell’Arcidiocesi di Catania, non e nuovo a riflessioni che sono veri e propri scossoni per i devoti e non solo. Questa è quella che ci siamo persi lo scorso 6 febbraio a causa dell’annullamento della salita di S.Giuliano

La festa di Sant’Agata che vorremmo

Abbiamo preso una posizione. Forte, ma a nostro parere inevitabile. La festa di Sant’Agata, così come va avanti da anni è prevalentemente un circo. La città è allo sfacelo. E noi non abbiamo voluto sospendere la narrazione del dramma che si sta vivendo, facendo finta per tre giorni che il dissesto e i suoi risvolti

barbaro scionti

S.Agata, rientro anticipato. Mons. Barbaro Scionti: “Cari delinquenti siete soli e isolati”

Non poteva finire in maniera peggiore. Il fercolo della Santa che si separa da quelli che non chiameremo devoti e il rientro forzato in Cattedrale. Importante presa di posizione del Parroco della Cattedrale Mons. Barbaro Scionti.

Dissesto: nelle motivazioni della Corte dei Conti tutti i pasticci di Bianco & C.

27 pagine. All’interno delle quali i magistrati delle Sezioni Riunite della Corte dei Conti certificano (ancora una volta?) tutta l’inadeguatezza dell’amministrazione guidata da Enzo Bianco

studenti spedalieri

Spedalieri, gli studenti: “Disobbediamo per amore della nostra scuola”

Il video che vi abbiamo mostrato sabato scorso ha generato – come giusto che sia – le più svariate reazioni: indignazione, rabbia, sconforto. E polemica.  Ci è stato chiesto perché mostrare un video girato tre mesi prima. E siamo stati addirittura accusati di aver generato un allarme inutile. Le nostro motivazioni le abbiamo già spiegate

Tragedia sfiorata allo Spedalieri: ragazzo fulminato sulla ringhiera del cortile

Poteva essere una tragedia, quella successa al liceo classico Spedalieri di Catania. Le immagini che vi mostriamo sono forti e non siamo soliti pubblicare video di questo tipo. Ma si sta superando il limite e forse solo mostrando quello che è successo a questo studente si riuscirà finalmente a porre la giusta attenzione sullo stato

Marcia indietro dell’Ateneo sull’incontro “Cercasi vaccino antipopulista”

L’incontro “Cercasi vaccino antipopulista. Democratici alla sfida dei cambiamenti” non avrà più luogo in nell’aula del Dipartimento di Scienze politiche e sociali

Consorzio di Bonifica Sicilia Orientale: esposto in Procura a carico del direttore Bizzini

Soldi su soldi, senza soluzione di continuità. E senza che sia chiaro come questi finiscano senza che gli interventi vengano fatti. Dove vanno a finire, visto che i bilanci sono sempre in rosso? Le problematiche restano, sempre. E contribuiscono a portare gli agricoltori allo stremo.

consorzi di bonifica francesco nicodemo sudpress

Il pozzo senza fondo dei “Consorzi di bonifica”. Ma loro quando li bonificano?

Anno nuovo vizi vecchi. Ogni volta che torniamo a parlare di Consorzi di Bonifica non è mai per dire cose belle. E anche in questo inizio 2019 il trend è confermato.

Unict, per il Direttore Generale l’anno finisce oggi

Auguri e buon anno. No, non siamo impazziti. Semplicemente ci adeguiamo al calendario dell’Università degli studi di Catania. Da domani infatti l’Unict chiude e ci si rivede tutti a gennaio. Altro che rossi sul calendario

Unict 1: l’appalto “Bidellaggio” che sembra quello del “tre oro”

Da un lato diminuiscono le ore, dall’altro le aggiungono; le ore sono di meno ma costano di più; i lavoratori non sanno dove andare, che fare e studenti e docenti restano per strada. La storia infinita. Potremmo definirla così quella che riguarda l’assegnazione del servizio di bidellaggio dell’Università di Catania. Ne parliamo dal 2015 e ogni volta

Totò Navarra indagato si aggiudica la gara per il “bidellaggio” all’Unict

Un appalto da quasi sette milioni di euro per i servizi di Assistenza alla didattica presso l’Università di Catania, ce ne siamo già occupati per via di importi che triplicano ad ogni passaggio. È la gara d’appalto da capogiro balzata alla nostra attenzione, a seguito della protesta degli ex lavoratori della MPS – Multiprofessional Service. E

SANTONOCITO SCIALFA GARIBALDI SUDPRESS

Santonocito e incarico da 40mila euro alla Scialfa: Procura chiede il rinvio a giudizio

E già, era il 3 maggio 2015 quando Sudpress pubblicò l’articolo che segnalava lo strano incarico ad un assessore in carica della giunta Bianco. Manco a dirlo minacce di querela, diffide, musi lunghi. A conferire l’incarico era l’allora direttore generale del Garibaldi Giorgio Santonocito, appena confermato dal governo Musumeci manager ad Agrigento. L’assessore beneficiario era

Accademia di Belle Arti: su SUDlife l’appello degli studenti al sindaco Pogliese

“Abbiamo aule troppo piccole e impraticabili e i nostri docenti sono costretti a fare spesso lezioni all’aperto. Non abbiamo abbastanza fondi e agevolazioni. La nostra realtà è diventata insostenibile”. È l’appello dell’ex rappresentante degli studenti dell’Abact Gaetano Mannino al sindaco Salvo Pogliese. Sul nostro youngmagazine oggi il suo racconto di Ada Cannella sulle condizioni in cui

SUD presenta “Comunicare la Bellezza”, workshop giornalistico su arte, cultura e good news

Siamo spesso visti come antipatici, antagonisti. Amiamo dire le cose come stanno e crediamo fortemente che il giornalista abbia il dovere morale di confutare le inesattezze, combattere le brutture, denunciare le storture. Da anni ci battiamo contro un Potere che non riteniamo all’altezza, quello che fa carte false, opprime e blocca il progresso nel pantano

Emergenza educativa, Johnny Dotti: “Riempiamo di esperienze gli spazi vuoti delle nostre città”

“Le periferie non sono più solo il luogo fisicamente lontano dalla città ma sono il volto di quella fetta di popolazione esclusa dalla vita sociale e politica del centro”. Lo scrive proprio oggi Sofia Caramitti, una delle nostre giovani redattrici di SUDlife. E il riferimento nel suo articolo è chiaramente alla fetta di popolazione più giovane: i ragazzi sotto i 25 anni, che

Riscossione fuori dall’impasse, nominato il nuovo CdA

Prima la nomina (e le quasi contemporanee dimissioni) del CdA di altissimo livello composto dal generale della Guardia di Finanza Domenico Achille, l’alto magistrato catanese Michelangelo Patanè e la professionista Graziella Germano. Poi il CdA (mai ratificato) composto dall’avvocato Vito Branca e dal commercialista milanese di origini catanesi Massimo Giaconia e l’avvocato ennese Gaetana Palermo.

Bonaccorsi sbugiarda Bianco: “La primavera? 40 milioni di euro di debiti per nani e ballerine”

121 milioni. 121 milioni di euro di mutui, di debiti. È lo scotto da pagare per la cosiddetta “Primavera di Bianco”, il periodo tra il 1993 e il 2000. Quella prima sindacatura raccontata sempre in chiave amarcord dall’ex sindaco Enzo Bianco. Gli anni d’oro, dei caffè concerto, della “Catania vivace”: una narrazione tutta da ricostruire,

Cronaca di un dissesto annunciato

Ieri la terribile notizia purtroppo attesa ed insuperabile. È l’inevitabile conseguenza di anni di gestione scellerata. Ne scriviamo da tempo, portando i cittadini a conoscenza delle lapidarie note della Corte dei Conti. Il silenzio di chi del dissesto ne è stato il principale artefice non ci stupisce.

Consiglio comunale straordinario sul tema dei rifiuti: si è discusso civilmente ed è già novità

Non ci siamo più abituati e quasi stranizza. E invece dovrebbe essere la normalità. La seduta di Consiglio Comunale di ieri ci ha lasciati così, piacevolmente colpiti: da una maggioranza critica e pungolante e da un’Amministrazione pronta ad ammettere le criticità e a spiegare al civico consesso il perché di alcune scelte. A parte l’intervento

Zona Industriale, M5S: “Il Comune dia un segnale forte”

Ogni anno con l’arrivo della “stagione delle piogge” torniamo a parlarne. Le aziende della Zona Industriale di Catania – sempre più terra di nessuno, nonostante il cantiere inaugurato e mai realmente aperto – continua a vivere forti disagi e disservizi

Login Digitrend s.r.l