Lo abbiamo acquistato di primissima mattina in piazza Lincoln come omaggio ad una una scelta che testimonia quel coraggio che serve quando si è in difficoltà e non ci si rassegna a un destino che altri vorrebbero scrivere per noi, e riguarda tutta la nostra Comunità: quando si è in crisi ci sono due strade, o ci si deprime vivacchiando fino alla inevitabile fine o si rilancia combattendo con determinazione, magari inventando soluzioni alternative. Certo, quello che conta per un giornale sono i contenuti e la linea editoriale, ma cominciare da un segnale forte come il cambio di grafica è un buon segnale. Auguri quindi di cuore a “La Sicilia” e a tutti quelli che ci lavorano: ad maiora!