Gli addetti al servizio di sorveglianza e assistenza presso gli asili comunali si sono trovati spesso ad affrontare spiacevoli ingiustizie. Noi di Sud Press abbiamo denunciato più volte la loro situazione, sia durante il 2018, sia con un articolo dello scorso 6 marzo. Purtroppo, nonostante le numerose voci di sostegno e i commenti sdegnati che siamo stati in grado di suscitare, nella pratica nulla è davvero cambiato. Per i lavoratori che si occupano dei “piccoli catanesi” gli stipendi non arrivano, e le risposte neanche. È per questo che giorno 17 maggio inizierà uno sciopero, che potrebbe anche durare a oltranza. Vediamo tutti i dettagli grazie al comunicato ufficiale del Sindacato Nazionale Autonomo dei Lavoratori Snalv Confsal.

Premesso:

  • Che, con nostra nota, in data 25/02/2019 Prot. 53 sr 19 è stato proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori addetti al servizio di vigilanza e assistenza e gli insegnati si sostegno a favore degli utenti della scuola dell’infanzia Comunale Paritaria che sono in attesa delle mensilità di Novembre e Dicembre 2018, Gennaio 2019 Febbraio, Marzo ed Aprile c.a.;
  • Che nonostante un incontro in sede aziendale, in questo lasso di tempo, nessuna concreta novità possiamo registrare se non un anticipo di 400 euro per tutti ed il saldo della mensilità di Novembre corrisposta solamente dalla Coop. Esperia ai propri dipendenti.

Ciò premesso

Poiché la situazione, nonostante la buona volontà, non più sostenibile per il disagio ai lavoratori ed alle loro famiglie con la presente si proclama uno sciopero per Venerdì 17 Maggio con astensione totale dalla prestazione lavorativa;
Inoltre, poiché ricorrono i presupposti di eccezione di inadempimento ai sensi dell’articolo 1460 del Codice Civile, ci riserviamo di continuare la manifestazione di sciopero ad oltranza in assenza di significative novità in merito.
Nel restare in attesa di riscontro si coglie l’occasione per inviare distinti saluti.