Nunzio La Torre, ex giocatore di calcio professionista, con trascorsi in serie A tra le fila del Cagliari ma sopratutto del Catania, è stato arrestato nell’ambito dell’operazione di Polizia denominata “Strascico”, portata a termine dagli uomini della squadra mobile di Ragusa. Gli altri tre fermati sono Orazio Di Salvo, Giovanni Grillo e Massimo Scardaci. I 4 erano riusciti a sfuggire alla cattura, dopo che la scorsa notte la Polizia aveva bloccato il gruppo criminale, colpevole di numerosi furti di mezzi e attrezzi da lavoro in altrettante aziende siciliane, e composto da 17 persone, adesso tutte arrestate

La Torre, fermato con gravi accuse è considerato dalla Procura, un “ladro di professione”, a causa anche dei suoi  precedenti penali: furto aggravato in concorso, ricettazione, possesso ingiustificato di grimaldelli, truffa e danneggiamento. 

Nunzio La Torre

Reati non da poco per l’ex centrocampista, classe’73, che per 2 stagioni ha vestito la maglia rossazzurra.

Gli altri tre arrestati, hanno egualmente tentato in tutti i modi di sottrarsi alla cattura, ma invano. Orazio Di Salvo, catanese del 1975, aveva precedenti per associazione a delinquere di stampo mafioso, furto aggravato, ricettazione, rapina e associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti e rapine, ed è stato inspiegabilmente sottoposto agli arresti domiciliari.

Giovanni Grillo, anch’egli nato a Catania ma nel 1965, aveva commesso tentato omicidio, furto, ricettazione, resistenza a P.U., inosservanza delle norme sulla sorveglianza speciale, evasione e stupefacenti.

Infine Massimo Scardaci, classe 1973, catanese, era già stato accusato per porto di armi e oggetti atti ad offendere e frode nell’esercizio del commercio.