Si alzano i toni e diventano ufficiali e molto concrete le perplessità che stanno crescendo intorno alla gestione dell’importante ente pubblico, e stavolta non si tratta degli scontri di potere tra fazioni contrapposte che hanno caratterizzato gli ultimi anni. Ad uscire allo scoperto in maniera plateale proprio quelli che meglio di tutti conoscono le dinamiche ed i problemi interni: sono infatti ben 42 su 59 i dipendenti della sede di Catania che hanno firmato una lettera molto allarmata che mette in mora l’amministrazione. Ne prende spunto la neo consigliera Di Mattea, rappresentante dei consumatori, che, dopo gli atti ispettivi subito avviati con i 4l suo insediamento, arriva a diffidare il segretario generale dal compiere atti finanziariamente insostenibili contenuti nel piano triennale che a quanto pare è stato approvato dalla giunta senza la necessaria copertura e nonostante questo sono stati pubblicati avvisi a pagamento su alcuni quotidiani per l’acquisto di un immobile da adibire a ente fiera. Pubblichiamo lettera integrale dei dipendenti, risposta del presidente Agen, controrisposta dei dipendenti. Nei prossimi giorni proveremo a capirci di più…CONTINUA... Leggi tutto