Situazione gravissima e proseguono le reazioni alla bocciatura dei dati contabili dell’amministrazione Bianco. Pesante la denuncia del vice presidente vicario del consiglio comunale Sebastiano Arcidiacono che, tra l’altro, nei giorni aveva provato a convocare il sindaco in conferenza dei capi gruppo per discutere delle azioni da compiere a fine consiliatura, ottenendo solo una richiesta di rinvio. Ricordiamo che Bianco in 5 anni si è presentato in Consiglio Comunale, costretto, solo una volta disattendendo l’obbligo di legge di relazionare almeno ogni sei mesi. 

 “Il debito complessivo del Comune di Catania – si legge nella nota diffusa nel primo pomeriggio dal vice presidente vicario Sebastiano Arciidiacono – ammonta a 1 miliardo e 11 milioni di euro, una cifra che contiene un incremento della sola massa passiva, nel 2016, di 96 milioni di euro rispetto all’anno precedente.”

“E’ quanto emerge da un’attenta analisi della proposta del Bilancio consolidato e del conto patrimoniale che la Giunta Bianco ha adottato e sottoposta al Consiglio comunale con procedura d’urgenza.”

“Una documentazione che segnala un pericoloso peggioramento tanto che il saldo tra debiti e crediti, secondo i dati contabili, si è accresciuto della spaventosa cifra di 361 milioni di euro.”

“Si tratta, in pratica, di un nuovo “buco” di bilancio creato nell’anno 2016 per la diminuzione dei crediti e un corrispettivo aumento dei debiti iscritti in bilancio, numeri eloquenti che affossano ancor di più la già grave crisi finanziaria denunziata stavolta anche dai revisori contabili, che hanno bocciato la manovra così come presentata dalla giunta Bianco.”

“Il sindaco e l’assessore al ramo facciano immediatamente chiarezza di fronte alla Città e al Consiglio comunale, dicano la verità sullo stato delle finanze del Comune di Catania e non facciano ancora finta di niente a fronte di documenti prodotti dalla stessa giunta che attestano l’aggravamento della situazione finanziaria e l’inadeguatezza degli strumenti messi in campo dall’Amministrazione per fronteggiarla.”

                                         Sebastiano Arcidiacono

                                   Vice Presidente vicario Consiglio Comunale