La Gaipa, imprenditore agrigentino di 42 anni, è accusato di aver costretto i suoi dipendenti a firmare buste paga false. L’uomo, oltre ad essere giornalista, è proprietario e gestore del noto albergo di Agrigento, “Costazzurra Museum & Spa”. Primo tra i candidati pentastellati non eletti nella sua provincia con 4.357 preferenze

Così, dopo le accuse lanciate nelle settimane prima delle elezioni alla coalizione di centro destra e centrosinistra per gli “impresentabili”, anche il Movimento 5 Stelle, ha adesso la sua seconda macchia. Dopo Gionata Ciappina di Trecastagni, condannato a due mesi da un tribunale militare ma subito espulso dal movimento, si trova infatti ai domiciliari Fabrizio La Gaipa, arrestato per estorsione.

Ad incastrarlo sono state le registrazioni di due lavoratori, che hanno accusato l’imprenditore di grosse irregolarità a livello fiscale, su quanto dichiarato e quanto effettivamente versato. I riscontri effettuati dall’autorità giudiziaria hanno di fatto trovato fondamento, anche grazie alle ammissioni di un terzo soggetto.