Sembra proprio un’edizione da non perdere, con sessantuno opere selezionate tra le cinquemila pervenute, quella presentata nel corso della conferenza stampa moderata dalla giornalista Simona Pulvirenti con il sindaco Giovanni Burtone ed il direttore artistico Daniele Gangemi.

L’ufficializzazione dei selezionati – ben 26 i Paesi che verranno rappresentati alla kermesse, da 31 agosto al 2 settembre – è arrivata, in occasione della conferenza stampa che si è svolta nella Sala consiliare del Palazzo Municipale, alla presenza del sindaco Giovanni Burtone, del direttore artistico del festival Daniele Gangemi, dei giurati Daniele Pilli, Cinzia Castania e Claudia Vismara.

Assenti giustificati per precedenti impegni ma presenti con loro messaggi indirizzati ad organizzatori e pubblico il presidente della giuria, il musicista Paolo Buonvino e gli altri giurati Fioretta Mari e Manuela Metri.

“Il Militello Independent Film Fest – ha dichiarato il sindaco Burtone – sarà l’occasione per valorizzare e promuovere la bellezza di Militello, Patrimonio dell’Unesco, location naturale per set cinematografici. Credo molto in questa rassegna, non come punto di approdo ma di partenza.”

Durante la conferenza sono stati diffusi i criteri di partecipazione al Contest cortometraggi, il valore aggiunto dell’evento, sfida nella sfida per i 16 cineasti che hanno voluto mettersi in gioco realizzando un corto nei sette giorni prima del festival. A partire da oggi, rispettando le regole del bando e inserendo gli elementi scelti dai giurati – un uovo di gallina, una musicassetta, e la frase “le luci sono tutte spente” – le troupe gireranno i lavori che parteciperanno al festival.

Ragusa Boys, Mystery Guys, Mt-Ballet Club, Usciti pazzi, Anima Randagia, I Braccianti, Gioventù bruciata, Vulkan Production Troupe, Typewriter, Scire-Distefano, Giovani Vecchi, Is_Land, Occhi, Sicily Needs Love, Nadia P35, Caterina Silva, le squadre che hanno raccolto il guanto di sfida.