I carabinieri della Compagnia di Acireale (Ct)  hanno arrestato Giuseppe Scuderi,  43 anni, e la convivente,  40 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

I carabinieri della Compagnia di Acireale (Ct)  hanno arrestato Giuseppe Scuderi,  43 anni, e la convivente,  40 anni, entrambi di Aci Catena, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I militari, durante un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio, in via Santa Maria del Sangue ad Aci Catena hanno notato l’uomo cedere una dose di marijuana ad un occasionale acquirente, previo il corrispettivo pagamento.

I due sono stati bloccati e perquisiti. Il cliente è stato trovato in possesso della dose appena acquistata, mentre addosso a Scuderi sono stati rinvenuti 70 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Successivamente i Carabinieri hanno perquisito l’abitazione del pusher, dove sono stati rinvenuti 20 grammi di cocaina, 35 di marijuana e 10 dosi di”erba” contenute in tre buste di plastica, occultate all’interno dell’oblò della lavatrice, che la convivente stava tentando di distruggere attivando l’elettrodomestico. Trovato nel vano lavanderia un bilancino elettronico di precisione.   

Scuderi è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza, mentre alla sua convivente sono stati concessi gli arresti domiciliari. L’acquirente, un 43enne, acese, è stato segnalato alla Prefettura.