giovedì - 21 marzo 2019

array(1) { [0]=> string(7) "Cronaca" }

Teatro Bellini: ennesima presa in giro dei precari. Ma non si vergognano alla Regione?

La settimana scorsa i lavoratori precari storici del Teatro Bellini di Catania, di cui si scrive da anni, avevano annunciato l'ennesima protesta per la loro condizione, occupando il Sangiorgi ed annunciando il blocco della prima di Fedora prevista per il 17. Invece sono andati in scena sia l'opera che la solita promessa dilatoria dell'assessore regionale allo Spettacolo Sandro Pappalardo che aveva garantito una soluzione entro un paio di giorni. Come no...intanto di giorni ne sono passati altri 10...
array(1) { [0]=> string(7) "Cronaca" }

Arrestato ex presidente ARS Francesco Cascio

Con lui anche altri due politici, l'ex deputato regionale di Forza Italia Giovanni Lo Sciuto e l'ex sindaco di Castelvetrano Felice Errante. Altre 24 ordinanze di custodia che sconvolgono gli ambienti politici della Sicilia occidentale. Al centro delle indagini una loggia massonica segreta e deviata. IN AGGIORNAMENTO

Sistema Montante, la relazione dell’Antimafia tutta da leggere

Sono 120 pagine che descrivono una Sicilia per lungo tempo in mano a delinquenti parassiti e spesso psicopatici, affetti da delirio di onnipotenza, narcisisti megalomani spregiudicati e pericolosissimi che brandivano l'arma micidiale dell'antimafia e della lotta alla corruzione per mascherare i loro incredibili misfatti. Una relazione in cui il più delle volte, piuttosto delle risposte spesso risibili ed evasive dei vari protagonisti del "cerchio magico", risultano più interessanti le domande dei commissari. "Com’è stato possibile consolidare nel tempo e impunemente un sistema di governo parallelo che ha avocato a sé gli aspetti più strategici della governance della Regione? In che modo Montante e i suoi sodali si sono potuti sostituire, nella distrazione o nella compiacenza di tanti, al governo regionale assumendo determinazioni di indirizzo politico, definendo organigrammi, promuovendo o stroncando carriere interne all’amministrazione, nominando o rimuovendo assessori?" E infine: il "Cerchio Magico" è stato davvero sgominato? Mettiamo a disposizione dei lettori la relazione nella sua versione integrale affinché ciascuno possa formarsene una opinione indipendente.

Mafia a Catania: decapitato il gruppo di “San Cocimo”

Questa mattina la Polizia di Stato ha arrestato 14 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei delitti di associazione per delinquere di tipo mafioso (clan Santapaola - Ercolano), estorsione, intestazione fittizia di beni, usura, detenzione e porto illegale di armi e reati in materia di stupefacenti, tutti ritenuti appartenenti alla cosca Santapaola-Ercolano.

Orto botanico, due eventi per la “Giornata del Profumo”

Catania resta in scia con le riflessioni ecologiste ed ambientaliste di questi ultimi tempi. Difatti, dopo aver ospitato il corteo del Fridays For Future di giorno 15 marzo, la nostra Città si prepara nuovamente ad un'altra serie di iniziative volte alla sensibilizzazione ambientale. Ristabilire un contatto con la natura è fondamentale, lo è sempre stato e lo è ancor di più in queso ultimo periodo, ed è anche per questo che l'Orto Botanico propone, nei prossimi giorni, delle interessanti iniziative volte in tal senso. Vi lasciamo al comunicato stampa integrale giunto questa mattina.

B&B d’oro, l’amministrazione Pogliese: “Indirizzo politico di Bianco, noi cambiamo rotta”

Una lunga chiacchierata quella con la dottoressa Carmela Campione e l'attuale assessore ai Servizi Sociali del Comune di Catania Giuseppe Lombardo. Tema: l'affaire B&B e il mezzo milione di euro speso dalla precedente amministrazione. Sì, perché - assicura l'assessore Lombardo - da ottobre 2018 si è cambiata rotta 

Svolta nel gruppo della Roberto Abate SpA: autorizzata la vendita, speranza per i posti di lavoro

Si apre uno spiraglio per l'evoluzione della vicenda che sta interessando uno dei più importanti gruppi imprenditoriali della Sicilia ed il cui tracollo incontrollato avrebbe pesanti ricadute sociali. Il Tribunale di Catania con decreto del 14 marzo scorso ha infatti autorizzato la procedura di vendita competitiva di ventuno punti vendita, oltre vari terreni e aree urbane, accogliendo l'istanza formulata dai legali della Roberto Abate spa. Nominato anche il nuovo collegio dei revisori, Vito Branca presidente.

Alla scoperta di una grande pittrice rinascimentale che visse a Paternò

Giovedì 21 Marzo alle ore 09.00 presso la Chiesa di Maria SS. Annunziata di Paternò, si terrà un'affascinante conferenza sulla pittrice rinascimentale Sofonisba Anguissola  “Pittora di natura et miraculosa”, a cura della Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Catania diretta dalla prof. Rosalba Panvini Alla 

Teatro Bellini, le maestranze sul palco della prima: “Non lasciamola morire”

Non sanno più che inventarsi le maestranze del glorioso teatro lirico catanese per denunciarne l'abbandono, condannato all'oblio da una massa di ignorantoni chiacchieroni e inconcludenti che ne decide le risorse asfissiandolo ad ogni finanziaria regionale. Qualche giorno fa è stato diffuso un video con una "lettera aperta" del povero Vincenzo che da anni si rivolta nella tomba, adesso in occasione della prima di Fedora, una chiusura inattesa con i dipendenti del Bellini che sono saliti sul palco per lanciare l'ennesimo messaggio...

Dissesto, scontro tra sindacati. CONFSAL denuncia CGIL, CiSL, UIL e UGL: “Avete avallato politiche fallimentari”

Durissima nota della confederazione dei sindacati autonomi che accusa i "confederali" CGIL, CISL, UIL e UGL di essere corresponsabili dello stato in cui è stata ridotta la città ed addirittura di aver "truccato le carte" per accreditarsi una rappresentatività che non avrebbero, in più sollevando il caso del fallimento di enti di formazione degli stessi sindacati con lavoratori non tutelati. Accuse pesantissime che probabilmente avranno un seguito...

Alfa Basket, che performance! Battipaglia asfaltato 132-59. Volley Catania corsaro in casa di Tuscania

Grande prova di forza degli alfisti che liquidano Treofan Battipaglia con un +73. Vittoria sofferta per Elios Messaggerie Catania che supera al tie break la formazione di casa del Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania.

La Catania-Ragusa, dopo 30 anni ancora scontri allucinanti e comunicati allucinati

Arriva in questa calda domenica un comunicato da parte dell'assessorato regionale Infrastrutture guidato da Marco Falcone che parrebbe dare conto di un'allucinante scontro tra Regione e sindaci sulla realizzazione ormai ultra secolare della Catania-Ragusa. Allucinante lo scontro quanto incomprensibile il contenuto del comunicato dell'assessore: se andiamo di questo passo tanto vale consegnarci a qualche tribù aborigena, almeno impariamo a cacciare canguri...

Il prossimo sabato il leader cinese Xi Jimping a Palermo: la Sicilia al centro della tenaglia geopolitica?

Almeno, se così fosse potrebbe essere una delle ultime opportunità per uscire da quella marginalità cui politiche rionali, in mano a cavernicoli spesso anche criminali, hanno condannato la Sicilia nonostante l'unicità della sua posizione strategica. Essere stati governati per decenni da accattoni ignoranti ha trasformato una delle regioni più geopoliticamente importanti del mondo in una landa miserabile ed ininfluente. Adesso, proprio in questi giorni, si sta giocando una partita essenziale: il direttore della nostra consorella SudStyle Aldo Premoli ci offre una sua lettura, noi tremiamo a pensare a chi ci rappresenta sedendo a tavoli in cui si decide il futuro delle prossime generazioni...(PDR)

Catania ultima anche nella protesta giovanile

Mentre in tutte le città del mondo decine di migliaia di giovani ne affollavano i centri storici per protestare contro l'inerzia degli adulti nei confronti dello sfacelo ambientale, a Catania poche centinaia hanno partecipato ad un corteo che si è presto sfaldato, per di più ammorbato da interventi dei sostenitori delle "scie chimiche" e "No vax". Ma a Catania Greta dov'è?

Misterbianco: il comune paga buoni pasto che i dipendenti non possono usare

Siamo alle solite, sembra quasi una barzelletta ma purtroppo non lo è. Il Comune di Misterbianco spende 40mila euro l'anno per rilasciare dei buoni pasto che non sono spendibili, perché in città vi è un solo esercizio convenzionato che, peraltro, per problemi tecnici al momento non è neppure operativo. Cerchiamo di analizzare le cause di questa situazione, ascoltando entrambe le "campane" che hanno a che fare con questa vicenda, ovvero: il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo, e il consigliere Marco Corsaro, capogruppo di "Guardiamo Avanti", coadiuvato da Ninni Anzalone, segretario politico del movimento.

Il gruppo Sud al LudumIdea per dire che restare è un dovere morale

Perché restare? Per noi è un interrogativo che ha una risposta bene precisa: perché è nostro compito smontare i sistemi deviati e provare a ricostruire qualcosa di buono. Per noi e per i nostri figli. È per questo che abbiamo accettato con piacere l'invito del Ludum Science Center di Catania a partecipare a LudumIdea.

4 B&b d’oro: il comune ha speso mezzo milione di euro. Tra i beneficiari un indagato nello scandalo Irsap

Ci sono 4 B&B che a Catania si sono spartiti la "torta dei ricoveri d'urgenza" pagati dal comune. "Urgenza" che spesso dura anni. Altri 16.000 euro liquidati a febbraio a favore di b&b per "provvedere ai ricoveri d’urgenza dei nuclei familiari bisognosi che a seguito di sfratto o sgombero per inagibilità dei locali devono lasciare l’alloggio". Due diverse determine, che si vanno ad aggiungersi alle 137 contenenti l'approvazione delle somme già pagate dal Comune e che abbiamo trovato con una semplice ricerca sull'Amministarzione Trasparente. Un totale che supera il mezzo milione di euro, in un periodo che va dal 2013 ad oggi e con un picco sconcertante tra il 2016 e il 2018

Policlinico, risponde la direzione: “Tutto a posto…o quasi”

L'articolo sui 4 reparti di chirurgia del Policlinico di Catania, che tutti insieme realizzano appena un migliaio di interventi l'anno, ha fatto il botto: qualche malumore, molto rumore ma nessuno ha contestato i dati. Anzi, giunge una risposta della direzione del Policlinico che li conferma, adducendo una motivazione che lascia basiti: a quanto pare mancano le sale operatorie, dopo tutti i miliardi spesi. Inoltre, per riequilibrare le "risorse apicali" si aspetta che qualche vecchio barone vada in pensione, ma nel frattempo continuano a sfornare Ordinari e nuovi reparti. Per dovere di cortesia (e questa direzione del Policlinico la merita), mentre lavoriamo alla seconda puntata e apprezzando la franchezza della risposta che conferma come il sistema sia tutto sballato e non certo da ora, ci fermiamo qui, rimettendo ai lettori la risposta integrale della direzione del Policlinico il cui mestiere, comprendiamo, a volte consiste anche nel provare a difendere l'indifendibile.

Policlinico: 4 reparti di chirurgia (con primari e staff) per appena 1.200 interventi l’anno. Tutti insieme

Stiamo cercando di capire come funziona la Sanità siciliana e proviamo a farlo partendo dai numeri, rassegnandoli per quelli che sono e per come ci colpiscono, sperando che qualcuno che ne abbia le competenze sia in grado di spiegarli e, se possibile, cercare di migliorarli. Certo che neanche un intervento al giorno...PRIMA PUNTATA

A Messina 28 condannati, con l’ex sindaco, per aver mascherato il dissesto. A Messina

Ventotto condanne per avere falsificato i bilanci e così evitato il dissesto del Comune di Messina dal 2009 al 2012. Tra questi anche l’ex sindaco Giuseppe Buzzanca e la deputata regionale di Fratelli d'Italia Elvira Amata: il primo condannato per falso in bilancio a un anno e 5 mesi, la seconda - assessora comunale all'epoca dei fatti - a un anno e un mese. Questa la sentenza di primo grado del collegio presieduto da Silvana Grasso. A CATANIA NON È SUCCESSO NIENTE...

Turismo, un marchio condiviso con gli albergatori per promuovere Catania. Presentato il progetto “Cataniavaonline”

L'amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvo Pogliese ha chiamato a raccolta al Palazzo della Cultura gli operatori catanesi del settore turistico-alberghiero per discutere le nuove "linee guida" da mettere in campo per incrementare i flussi turistici anche grazie ad un più efficiente utilizzo dei fondi rinvenienti dalla tassa di soggiorno. Intenso e proficuo  il dibattito con alcune proposte che sono state accolte dall'amministrazione. Presentato il progetto "Cataniavaonline", ideato dall'azienda catanese Flazio.com che, in partnership con Sudpress e Accademia delle Belle Arti, il prossimo 12 aprile realizzerà un evento proprio a Palazzo della Cultura nel corso del quale alle imprese catanesi che si saranno registrate verrà donato, quindi gratuitamente, un sito web commerciale di ultima generazione.

Università, iniziate le lezioni da 120 mila euro del prof. Orazio Licandro: 13 studenti per Papirologia…

Qualche tempo fa ci siamo occupati di uno strano caso, uno tra i tanti, accaduto all'Università di Catania, che nel frattempo nella classifica mondiale degli atenei risulta tra le ultime 50 su mille, dopo quella di Pernambuco (come scoperto dai giovani reporter del nostro SudLife), tanto per capirci. Si tratta della controversa "chiamata" di un professore ordinario di Diritto Romano, al costo di 120 mila euro annui, per insegnare una materia (appena 36 ore!) complementare "giuridica" presso la facoltà di Lettere nonostante vi fossero già in servizio e già pagati altri docenti della stessa materia che non svolgono neanche le ore previste dal proprio contratto e avrebbero perciò potuto svolgerle gratis. Ma adesso il corso è cominciato e sapete quanti studenti hanno aderito?

Paolo Ruggirello è il secondo big (su 4) del “PD ex Articolo 4” che finisce agli arresti per mafia

È il secondo dei 4 ex deputati regionali provenienti da Articolo 4 a finire nei guai, molto seri, per mafia. Prima di lui Raffaele Pippo Nicotra, che con Luca Sammartino e Valeria Sudano, erano traghettati dall'autonomismo prima lombardiano e poi leanziano, nel Partito Democratico renziano all'ombra dell'attuale segretario regionale Davide Faraone.

La Via (inutile) per la Sicilia: quali risultati per la regione in 10 anni?

Verso le europee, facciamo un viaggio intorno agli uscenti che ambirebbero a ricandidarsi. Dopo Michela Giuffrida, ricordiamo ai siciliani, ed ai catanesi in particolare, un altro degli eurodeputati che al di fuori delle campagne elettorali si è visto (e sentito) davvero poco, l'agronomo Giovanni La Via che prova a  ritrottolare da dove è partito: Forza Italia.

In evidenza

Secondo modulo dei corsi di Comunicazione YMCA-SUD

Prosegue l'impegno congiunto del nostro gruppo editoriale che con la Fondazione YMCA Italia Onlus  sta organizzando corsi di Comunicazione e Social Media Marketing, con lo scopo di dotare i propri assistiti e collaboratori degli strumenti necessari per comunicare al meglio la propria attività e le rispettive mission.

Copertina

Speciale

Cronaca

Eventi

Sport

Al voto

Login Digitrend s.r.l