giovedì - 24 maggio 2018

array(1) { [0]=> string(7) "Cronaca" }

Montante finisce in carcere: “Inquinava le prove”

Non si castigano. Dopo la mole di intercettazioni incredibili in cui si sentono questi "signori dell'antimafia" brigare contro qualsiasi avversario, minacciare alti ufficiali, promettere legnate ai pm che indagano, arrivano alla tracotanza di continuare imperterriti da un lato a continuare a dichiararsi "vittime" di chissà cosa e dall'altro a tentare di inquinare le prove. Risultato: in galera.

Eusair, l’ultima sfilata di Bianco e ministri fuori tempo massimo a spese della città

Un’ennesima, inutile passerella quella che si appresta a vivere il nostro primo cittadino Enzo Bianco ormai agli sgoccioli, nel tentativo di far immaginare ai cittadini che chissà quale “ribalta internazionale” salverà Catania dal baratro in cui è caduta grazie ad un’Amministrazione che ha saputo solo fare immagine e chiacchiere senza realizzare neanche uno solo dei punti del suo vecchio programma elettorale, quello sbandierato e promesso già nel 2013

Maestra violenta fermata ad Aci Catena dai carabinieri: uno schifo!

Perché non ci fanno pubblicare generalità e foto come fanno con ladruncoli e spacciatori? Ha 59 anni questa vergogna di maestra che trattava, e chissà da quanto tempo, i bambini ci Aci Catena come pezze da piedi, insultandoli, picchiandoli e terrorizzandoli. Grazie alla denuncia di alcuni genitori, i carabinieri della Compagnia di Acireale sono mirabilmente intervenuti denunciandola con video inconfutabili. Rammarico per la protezione del nome e del volto di questo rifiuto umano che andrebbe conosciuto da tutti affinché se ne vergognino anche i familiari ed i suoi colleghi e dirigenti scolastici che non è possibile non si siano mai accorti di niente! Gogna medievale? SAREBBE ORA! 

Anniversario strage Capaci: i ragazzi dell’Emilio Greco “colorano” la scalinata del Tribunale

Una bella iniziativa piena di gioia e di speranza, una singolare opera d'arte nella scalinata del Palazzo di Giustizia di Catania, per onorare la memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, i due magistrati uccisi dalla mafia nel 1992. A realizzarla sono stati gli studenti del liceo artistico Emilio Greco di Catania a 26 anni dal giorno della morte di Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli uomini della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani

Scuola Mario Rapisardi: archiviata indagine sulla dirigente Rosaria Maltese

Le carenze non erano responsabilità della dirigenza. Si è chiusa, a distanza di un anno, la vicenda che ha riguardato il circolo didattico di via Aosta Mario Rapisardi. A seguito di un'incidente capitato ad un'alunna veniva effettuata un'ispezione da parte dell'ASP di agenti del commissariato Borgo-Ognina che, riscontrando alcune irregolarità, deferivano la dirigenza dell'istituto all'autorità giudiziaria che apriva un fascicolo penale. Di conseguenza venivano adottate misure che provocavano reazioni da parte dei genitori e tensioni con l'amministrazione comunale. Il 18 maggio il GIP Pietro Currò ha accolto la richiesta di archiviazione formulata dal PM Martina Bonfiglio, sollevando dalle accuse la dirigente scolastica Rosaria Maltese.

Candidato sindaco Pellegrino: condannato a 9 anni il fratello e rinuncia un suo candidato assessore

Comincia in salita l'avventura di Riccardo Pellegrino a candidato sindaco per le elezioni del 10 di giugno con la lista "Un cuore per Catania".

Guglielmo Ferro porta in scena Ottavio Cappellani con Fioretta Mari: Teatro ABC 26/27 maggio

È la proposta del "Teatro Mobile" diretto da Francesca Ferro che, a chiusura della sua seconda fortunatissima stagione, mette in scena l'ultima opera dello scrittore catanese Ottavio Cappellani, "Sicilian Comedi", con l'adattamento teatrale di Micaela Miano. Sul palco un folto cast tutto siciliano composto da trenta artisti. Uno spettacolo da non perdere, con tanti carissimi amici impegnati  e "I Ferro", la grande famiglia del teatro italiano, quasi al completo in questa divertente piece che ha consentito, dopo vent'anni di assenza, il grande ritorno dell'amatissima Fioretta Mari.

Zona Industriale, PAZZESCO: il cantiere inaugurato da Bianco era …FINTO!

Questa supera davvero ogni immaginazione ed ogni decenza. Ne avevamo dato notizia di questa bislacca "cerimonia" del 30 aprile, che già sarebbe risultata impudente per il fatto che alcuni lavori venivano effettuati a 40 giorni dalle elezioni dopo 5 anni di scandalosa inerzia. Ma mai si poteva immaginare che l'amministrazione Bianco potesse essere così deficiente. Abbiamo ricevuto segnalazioni e documentazione foto-video da imprenditori della Zona Industriale e persino un durissimo comunicato-denuncia del sindacato UGL : ALL'INDOMANI DELL'INAUGURAZIONE CON LE PROPALAZIONI DI ENZO BIANCO, SI SONO PORTATI VIA OPERAI ED ESCAVATORE GIOCATTOLO UTILIZZATI PER FOTO E RIPRESE E NON SI SONO PIÙ VISTI! IL VIDEO

Il racconto di un mare terribilmente agitato

Si può raccontare per immagini una tragedia? Certo che sì. Il teatro greco lo ha fatto e continua a farlo da sempre.  Si può raccontare una tragedia mentre sta avvenendo, senza retorica, commozione o compiacimento? Diciamo che ci si può provare. Venerdì 25 alle ore 12.00. Aula 5 - Rettorato Università di Catania. 

Anche nel 2018 Catania avrà il suo mese WonderTime

Già in cantiere l'edizione 2018 di WonderTime, la rassegna di arte diffusa che per il secondo anno alla fine dell'estate animerà Catania: un mese intero di Arte, Cultura e Spettacoli. Dopo il successo ottenuto dalla prima edizione del 2017, il progetto, ideato dalla vulcanica imprenditrice e artista catanese Rossella Pezzino de Geronimo in collaborazione con Daniela Arionte e Pierluigi Di Rosa, diventa un appuntamento annuale e si consolida con l'innesto di nuove risorse e promotori.

Teatro Stabile, gli spettacoli della prossima stagione

16 i  titoli, di cui 3 fuori abbonamento, un ricco ed eterogeneo cartellone a cui daranno vita prestigiosi artisti del panorama teatrale nazionale

Noi che…

In una chat wapp di amici a tratti demenziale di cui sono membro, Maria Clara ha postato un video che mi ha un attimo intenerito...

Domenica 20 al Centro ZŌ con la Fondazione OELLE la proiezione di “Riprendimi” con Lucia Sardo

Un evento particolare quello offerto dalla Fondazione OELLE, guidata dalla manager catanese Ornella Laneri, che alle 19 di domenica 20 maggio presenterà il film "Riprendimi" della scrittrice, regista e fotografa Giovanna Brogna Sonnino, girato a Catania con Lucia Sardo. Sarà anche occasione per lanciare il nuovo progetto dell'artista: "Save the elefants".

“Sistema Montante”: perquisizione in studio e casa dell’avvocato Fiumefreddo

A darne notizia questa mattina Antonio Condorelli sulla testata LiveSicilia Catania. Oggetto delle attenzioni degli investigatori della Squadra Mobile di Caltanissetta guidata dalla dirigente Maria Giustolisi sarebbero stati lo studio e l'abitazione del penalista già presidente di Riscossione Sicilia.

“Sistema Montante”: saltano le prime teste, si è dimessa altra fedelissima Maria Grazia Brandara

Dopo essere stata al vertice del "cerchio magico delle Attività Produttive", gestito per 10 anni da uomini di Confindustria Sicilia, già nella segreteria dell'assessore Mariella Lo Bello e commissario del  potentissimo IRSAP e della partecipata IAS al centro interessi miliardari, a Maria Grazia Brandara era rimasto l'incarico conferitole dal presidente Crocetta di Commissario al comune di Licata. Indagata nell'inchiesta che sta terremotando il sistema di potere costruito da Antonello Montante & C., si è dimessa nella giornata di ieri.

Sul portale KidsTrip la “Lettera aperta ai candidati Sindaco per una Catania a misura di bambini”

Una città a misura di bambino sarebbe di certo più vivibile anche per gli adulti, e se chi la amministra avesse in mente il benessere dei propri figli quando compie delle scelte, probabilmente molti danni li eviterebbe. KidsTrip è il portale catanese ideato dalla cultural manager Bianca Caccamese per dare voce alle iniziative dell'omonima associazione che offre servizi tutti dedicati alla qualità del "vivere in famiglia", con particolare dedizione alle esigenze dei bambini, organizzando decine di eventi, occasioni per stare insieme in leggerezza approfittando del tempo libero per insegnare ai più piccoli, attraverso il gioco ed il divertimento, un modo di vivere la propria comunità con maggiore consapevolezza, con rispetto per l'ambiente e per gli atri.  Un impegno di notevole valore sociale e culturale che sta diventando fenomeno, tutto catanese, con l'adesione di centinaia di famiglie che si ritrovano week end organizzati alla perfezione con splendide gite e decine di locali che ambiscono ad ottenere il marchio di qualità "family friendly". Ma questi nostri bambini hanno il diritto di dire la loro in una campagna elettorale per eleggere un sindaco che avrà il dovere di pensare anche a loro? Anzi, soprattutto a loro, perché se si pensasse agli occhi di un bambino, alla sua gioia o tristezza, quando si vota una delibera o firma una determina, si sentirebbe di più il peso della responsabilità per un futuro che dipende da quello che si fa oggi!

Grande ritorno allo Stabile di Leo Gullotta con “Pensaci Giacomino”

Nella prossima stagione teatrale, torna Leo Gullotta a Catania con il suo nuovo spettacolo prodotto dalla Compagnia ENFI teatro in coproduzione con il Teatro Stabile di Catania.

L’incredibile “Programma Elettorale” 2013 di Enzo Bianco: dalle “strade al gelsomino” alla” badante di quartiere”. REALIZZATO: ZERO!

Una lettrice ci ha chiesto dove potesse trovare il programma del sindaco uscente per queste elezioni, atteso che sul suo sito enzobianco.com è ancora presente quello vecchio del 2013. Abbiamo controllato e ci siamo divertiti. Leggerlo adesso, nel 2108 e dopo 5 anni di sua sindacatura, è davvero esilarante, a partire dall'incipit: "Oggi la situazione di Catania è sicuramente preoccupante a causa dell’assoluta incapacità di chi l’ha amministrata". Appunto! E poi ce ne sono talmente tante di cretinate da rimanere allibiti a pensare che sia comunque riuscito a convincere (o costringere) 180 cittadini (la metà delle 9 liste che in varie interviste appena pochi giorni fa millantava di avere a sostegno) a candidarsi nelle sue liste, tra le quali spicca l'assenza del Partito Democratico ed al suo posto una che hanno denominato "Cambiamento reale": a sostegno di chi ha governato ininterrottamente negli ultimi 5 anni e per 15 in 25?: Un bel cambiamento, reale!

Aggressione ispettore Licari: è arrivata la condanna a 4 anni e 10 mesi per l’aggressore

È stata appena depositata la sentenza relativa ad una vicenda ancora non del tutto chiara sull'effettiva dinamica, in particolare sul numero degli aggressori che alcuni sospettano possano aggiungersi a quello reo confesso, il giovane di Picanello Orazio Di Grazia.

Caso Montante, si spargono veleni: scontro Crocetta-Cicero

Le dichiarazioni rese ai magistrati di Caltanissetta dall'ex assessore regionale Marco Venturi e dall'ex presidente IRSAP Alfonso Cicero occupano una parte rilevante delle 2597 pagine dell'ordinanza che ha portato agli arresti Antonello Montante e che promette di azzerare un sistema di potere che in confronto la P2 sembra roba da parrocchia. A margine di quanto sta emergendo, lo scontro odierno vede il presidente Cicero rispondere alle dichiarazioni dell'ex presidente Crocetta che è a sua volta finito sotto indagine per corruzione e finanziamento illecito.

Tondo Gioeni: dopo la “tafazzata” di Bianco, anche Sebastiano Arcidiacono lo sbugiarda

Scorsa settimana il ri-candidato ri-sindaco Enzo Bianco si era prodotto in una graziosa performance video, postata sulla sua pagina Facebook, con la quale ha maldestramente tentato di mistificare l'unica cosa fatta durante questi cinque anni e che per giunta si è rivelata un disastro per l'intera città: il Tondo Gioeni. Immediatamente dopo la pubblicazione di quel boomerang, intervennero a smentirlo sia l'ing. Giacomo Guglielmo, esperto di mobilità, e persino il prof. Badalà che era stato citato da Bianco come "teste a sua difesa" e che al contrario arriva persino ad invitarlo a vergognarsi. Oggi la volta del Vice Presidente Vicario del Consiglio Comunale, il prof. Sebastiano Arcidiacono, che usa lo stesso mezzo di Bianco, il video su Facebook...ma con esiti un tantino diversi... A quanto pare le migliaia di automobilisti che ogni giorno imprecano da quelle parti hanno proprio ragione a...

Dopo il Castello Ursino, ora la giunta Bianco “concede” a business di privati per di più “forestieri” persino la via Etnea. Senza avviso pubblico e per soli 5 mila euro!

A quanto pare a Catania basta inviare, da Roma o Palermo, una letterina indirizzata al sindaco Enzo Bianco,  per ottenere in concessione, senza troppi intoppi ed in pochissimi giorni, i luoghi e siti pubblici più importanti della città. Abbiamo visto come lo storico Castello Ursino sia stato di fatto "affidato" ad un'organizzazione privata che propina le "mostre" più improbabili. Adesso, l'ultimo evento è lo Street Food Fest che trasformerà la via Etnea, in un enorme bazar di bancarelle mangerecce. Tanto per farlo sapere: volete la via Etnea di Catania? Bene, l'amministra Bianco "affitta" il salotto buono della nona città d'Italia per ben 10 giorni consecutivi alla modica cifra di 5.150 euro. Poi, se nel recente passato avete per caso gestito una o più Feste dell'Unità del Partito Democratico e magari quella nazionale del 2016 alla Villa Bellini, magari avete un requisito in più. Ma la legge?

Montante condannato a risarcire il giornalista catanese Marco Benanti

Si sono divertiti per anni a presentare querele di tutti i tipi e spesso temerarie ed intimidatorie: ora cominciano a pagare per il tempo che ci fanno perdere! Quella di oggi è ciliegina sulla torta dell'antimafia che si sta squagliando sotto i colpi della Procura di Caltanissetta. E pare proprio un momento duretto per il massimo esponente dell'"Organizzazione", l'ex potentissimo patron dei dossier Antonello Montante, ancora agli arresti domiciliari per una storia che è solo agli inizi e promette di fare una bella pulizia in tutta la regione. Oggi, a darne notizia è l'ANSA, si è beccato una condanna che ha dato pienamente ragione al giornalista Marco Benanti, già direttore per un breve periodo di questa testata, che era stato bersaglio di una sua querela per aver scritto articoli che, in tempi non sospetti, anticipavano gli esiti di quello che ormai sta emergendo come il "Sistema Montante". Il leader della Confindustria siciliana e delegato per la legalità di quella nazionale, dovrà risarcire 10 mila euro a Benanti per le spese legali. Per la cronaca, l'avvocato di Benanti è Giuseppe Arnone...

Differenziata: la gestione Bianco condanna i catanesi a pagare ancora di più

Oltre allo schifo che c'è per le strade, Catania è anche tra gli ultimi comuni della Sicilia nella percentuale di raccolta differenziata: al 321esimo posto, una vergogna! Quello dei rifiuti, per come ridotto dall'amministrazione Bianco tra gare deserte, "appalti ponte" prorogati, arresti e interdizioni dei più stretti collaboratori del sindaco, è un settore che oltre a riempire i faldoni della Procura della Repubblica, produce danni diretti alla salute dei cittadini ed anche alle loro tasche. La Regione ha infatti pubblicato il decreto che prevede un costo di 20 milioni di euro per il trasferimento dell'immondizia fuori dall'isola e verrà pagato da quei comuni che non raggiungono il 35% di raccolta differenziato. La Catania dell'era Bianco è vergognosamente ferma sotto al 9%. E paghiamo ancora grazie a questi incapaci.

L’amministrazione Bianco e le “Transazioni” con Villa Regina: ballano altri 7 milioni e 300 mila euro!

È ormai una saga questa dei "debiti" contratti dal comune di Catania nel settore incontrollato dei "ricoveri per bisognosi" che a quanto pare costa ai catanesi somme incredibili a fronte di servizi che vengono pagati in base ad assurde "convenzioni vuoto per pieno". Dopo le "transazioni" liquidate nonostante aver vinto in tribunale, eccone pronte altre due che abbiamo scovato tra le carte. Beneficiaria ancora quella Villa Regina già balzata all'onore delle cronache nazionali, il cui patron Angelo Borzì è sotto indagine insieme al deputato regionale del PD Luca Sammartino. Le bozze di "transazioni" predisposte dall'Avvocatura Comunale prevedono la firma in rappresentanza di Villa Regina dell'avvocato Dario Sammartino. Il valore complessivo del "transatto" è di SETTEMILIONITRECENTOVENTOTTOMILA EURO. A "sollecitare fortemente", ai limiti della minaccia, la definizione di queste "transazioni" è uno dei più stretti collaboratori di Bianco e suo mandatario elettorale, il Ragioniere Generale già Capo di Gabinetto Massimo Rosso, ora interdetto per lo scandalo dei rifiuti.

L’inutilità della Catania Film Commission e la modifica al sito dopo la denuncia di Sudpress

Modificato il sito web dell’Amministrazione a seguito del nostro servizio sull’organismo comunale creato nel 2002, che funziona sostanzialmente per richiedere permessi per l’occupazione del suolo pubblico al comando dei VV.UU.

Arresto Montante: quella domanda di SUDPRESS al procuratore Ardita ed al giornalista Bolzoni

Il 5 maggio, appena dieci giorni fa, la nostra testata, su invito della professoressa Daniela Mainenti della Link Campus University, ha partecipato alla presentazione del libro di Attilio Bolzoni, firma principe de La Repubblica, moderata dal presidente dall'ASAEC Catania Nicola Grassi presso la libreria Cavallotto di Catania. Al fianco di Bolzoni il Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita. Considerata la caratura dei relatori, Sudpress ha trasmesso in diretta FB l'incontro molto interessante per tutte le due ore e mezza, ad alla fine ha posto una domanda che oggi ha ottenuto una risposta. Che probabilmente è solo la prima.

Antonello Montante agli arresti domiciliari per associazione a delinquere e corruzione

L'ex presidente degli imprenditori siciliani di Sicindustria è stato posto ai domiciliari questa mattina nel corso di un'operazione della squadra mobile di Caltanissetta su ordine dei sostituti Procuratori della Repubblica nissena Stefano Luciani e Maurizio Bonaccorso, dall’aggiunto Gabriele Paci e del procuratore capo Amedeo Bertone. Con Montante, ai domiciliari, sono finite altre cinque persone, componenti di una rete di spionaggio creata per spiare l’inchiesta che era scattata nei suoi confronti tre anni fa sulla base di dichiarazioni di alcuni pentiti di mafia. Per una sesta persona è stato notificato un provvedimento di sospensione per un anno dal lavoro IN AGGIORNAMENTO

LA STORIA

Valentina, la mamma ingegnere che ha fatto del bene ai bimbi malati: “Quella volta che Sant’Agata salvò una bimba”

Occhi azzurri profondi e un piglio forte da donna di ferro nonostante l’aspetto minuto e gentile. Valentina Russo, 38 anni, ha realizzato la nuovissima rianimazione pediatrica dell’ospedale Arnas Garibaldi appena inaugurata nel plesso di Nesima dall'assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza e dal direttore generale del nosocomio Giorgio Santonocito. Una direttrice dei lavori che ha messo in piedi un reparto all’avanguardia, guidato dal primario Giuseppe Ferlazzo, dove i bambini particolarmente bisognosi di cure, vengono accolti con amore e dolcezza

I Sindaci. Figure isolate che ora provano a reagire.

Almeno quelli bravi, si spera. Il 3 dicembre dello scorso anno la fondazione, il 15 aprile la ratifica della costituzione di "Italia in comune", un nuovo partito che fonda le sue radici nell'istituzione più antica della nazione e forse proprio quella da cui si può fare ripartire l'Italia ormai appesa ad un filo: il Comune. A fondarlo infatti sono proprio i sindaci ed amministratori, oltre 400, dei comuni di varie regioni. Presidente il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, Coordinatore Nazionale Alessio Pascucci che ne ha parlato con il direttore della nostra testata consorella SudStyle Aldo Premoli.

Se si arriva a rimpiangere i delinquenti di una volta significa che il pericolo è altissimo

Il 28 settembre 1979, e sono passati quasi 40 anni, su "L'Avanti" viene pubblicato un intervento dell'allora segretario del Partito Socialista. Si riferiva agli esordi dell'ottava legislatura e ne dipingeva un quadro lucidissimo ed allarmante che potrebbe riferirsi, senza cambiarne una virgola, all'avvio di questa diciottesima del 2018. Di legislature ne sono passate ben 10 da allora e pare non essere cambiato niente. Anzi, nel frattempo il Paese praticamente non esiste più, la classe dirigente è ormai una casta patetica di parassiti che sta cannibalizando ogni risorsa, aprendo la strada ad un degrado morale e persino istituzionale che comincia già a portare con sé i prodromi di una violenza sociale distruttiva e senza prospettive. Sono passati 40 anni e se si arrivano a rimpiangere leader come Craxi, per di più lontanissimi dalla propria cultura politica, è molto probabile che si sia superato ogni limite e la situazione sia davvero pericolosa.

Amministrazione Bianco: ore 16 dell’11 maggio, le centralissime via di Sangiuliano e piazza Manganelli

Questo, insieme a tutte le ridicole promesse, rimarrà di questi assurdi 5 anni: un cumulo di immondizia e macerie e intanto il sindaco emana ordinanze di proroga ad aziende accusate di pagare i suoi sgherri  ed a tutt'oggi non si sa chi ne controlla l'attività, mentre le famigerate sanzioni sono di nuovo scomparse. 

Porto di Catania: Bianco ne aveva promesso l’apertura e l’Autorità Portuale… l’ha chiuso

Ennesima pessima figura e promessa mancata, in linea col Tondo Gioeni, di cui si è parlato proprio ieri, col museo egizio che è diventato barzelletta quasi quanto quello belliniano "virtuale". Un disastro totale, non ne azzecca una. Altro che aprirlo, il presidente dell'Autorità Portuale Annunziata il porto l'ha proprio chiuso e per giunta nei fine settimana!

Enzo Bianco, il Tondo Gioeni e “l’Operazione Verità” …sbugiardata

Il sindaco, ormai scaduto, sta tentando le operazioni più disperate che si siano viste in una campagna elettorale dai tempi di Atene. Dopo la clamorosa "inaugurazione" del patetico finto cantiere della Zona Industriale, sempre più abbandonata ed ora anche presa in giro, ieri un'incredibile video-confessione apparso sulla sua bacheca FB, in cui Bianco prova a scaricare una responsabilità, quella del disastro dell'abbattimento del Tondo Gioeni, che è esclusivamente sua. E viene infatti duramente smentito proprio da quel luminare accademico che lo stesso Bianco cita a suo sostegno, il professore ordinario dell'Università di Catania Antonio Badalà, che dopo aver visto il video interviene anche lui su Facebook definendolo "VERGOGNOSO" con l'aggravante che "CERTE SCENEGGIATE FANNO VENIRE IL VOLTASTOMACO". Una bella "Operazione Verità", non c'è che dire...IL VIDEO

Evento speciale a Taormina con la prima mostra personale di Salvatore Bonajuto

Sabato 12 maggio, a partire dalle 17 e sino a giorno 26, al Palazzo dei Duchi di Santo Stefano di Taormina, una speciale occasione di respirare Cultura, Arte e Spiritualità in una vera e propria kermesse che riunisce l'affascinante storia della famiglia Giachery, con uno dei suoi esponenti ministro del culto religioso dell'amore universale Baha'i, che si intreccia con il percorso umano ed artistico del barone Salvatore Bonajuto, discendente di una delle più antiche famiglie siciliane, che è sempre stato un artista, amante del bello in tutte le sue forme che trova la massima espressione nella cura degli splendidi giardini cui dedica la sua passione, unita a quella per la pittura che adesso supera finalmente la timidezza della sua sobrietà intimista per rivelare senza compressioni tutte le emozioni che si celano dietro ogni opera. Un evento da non perdere.

In evidenza

PTA Giarre: assolti in appello Melchiorre Fidelbo e l’ex DG dell’ASP Giuseppe Calaciura

Condannati in primo grado a 9 mesi per abuso d'ufficio, si sono visti ribaltare la sentenza dalla seconda sezione penale della Corte d'appello di Catania che ha assolto Melchiorre Fidelbo, noto soprattutto per essere il marito del ministro Anna Finocchiaro, e l'ex direttore generale dell'Asp di Catania, Giuseppe Calaciura. La vicenda ha riguardato l'appalto per l'informatizzazione del Presidio territoriale di assistenza di Giarre, assegnato alla Solsamb, società guidata da Fidelbo.

Grande successo a Le Zagare per il “Cooking contest”

Sabato, per tutta le giornata, il centro commerciale Le Zagare si è trasformato in un grande palcoscenico nel quale si sono esibiti gli alunni dei corsi di cucina degli istituti alberghieri del territorio, in una sfida golosa e divertente. 

Al Civico di Palermo convegno medico sui percorsi diagnostici e terapeutici

Un percorso diagnostico, terapeutico sperimentale che mette al centro il paziente e le sue esigenze. E che, nel contempo, ottimizza i risultati e riduce gli sprechi, rendendo più efficace la terapia. Si è discusso di Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale nel trattamento della neoplasia polmonare, sabato all’arnav Civico di Palermo.

Elezioni R.S.U. : dall’esclusione alla vittoria per le sigle più piccole alla Città Metropolitana

Le votazione delle Rappresentanze Sindacali Unitarie del 2018 si sono svolte il 18, 19 e 20 aprile scorso. Si è votato in tutta Italia, nelle varie amministrazioni pubbliche, tra cui la ex Provincia di Catania ed ora Città Metropolitana. Malgrado le difficoltà iniziali, legate anche all'esclusione immotivata e poi evitata per una parte di alcuni candidati, a trionfare sono state le piccole sigle autonome di base CISL Funzione Pubblica, USB Pubblico Impiego e CNEL Asbel, contro le più quotate firmatarie di contratti collettivi nazionali CGIL FP e UIL tra le altre. Gli esclusi, poi reintegrati nell'elettorato passivo e risultati eletti, erano tutti dipendenti precari, rappresentati appunto dalle piccole sigle

Musei Ciminiere: chiusi nei festivi, nessun sito e pochi visitatori (paganti)

Dopo aver segnalato la strana chiusura nei giorni festivi, in questo caso il primo di maggio, come da anni ormai è prassi solo ai musei de Le Ciminiere, facenti parte della Città Metropolitana, Sudpress ha visitato il più importante di questi, il museo dello sbarco alleato in Sicilia e ha accertato, anche dopo diverse ricerche sul sito della ex Provincia, che oltre ai bassissimi guadagni dovuti ad una pubblicizzazione e valorizzazione pressochè inesistente, effettivamente i visitatori, anche in una bella giornata primaverile, di domenica, si contano sulle dita di una mano, pur se nel giorno in questione l'ingresso potrebbe essere gratuito, in quanto prima domenica del mese, con l'accesso libero in tutti i musei europei ma non in quelli de Le Ciminiere, che a detta dei tre impiegati all'ingresso, non sono statali ma facenti parte della Città Metropolitana e pertanto non aderenti alla convenzione

Sciolto per mafia il consiglio comunale di Trecastagni

Nella seduta n.82 del Consiglio dei Ministri appena conclusa, Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Marco Minniti, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (TUEL), ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di Trecastagni (CT), Surbo (LE), San Gregorio d’Ippona (VV) e Briatico (VV), in ragione delle riscontrate ingerenze da parte della criminalità organizzata. Sindaco l'esponente storico del Partito Democratico etneo, già deputato regionale, Giovanni Barbagallo. IN AGGIORNAMENTO

Affaire milionario Mary Poppins: Bianco revoca decisione di Stancanelli…ma “sbaglia” la sentenza

Ormai la categoria "incredibile" di questa testata è stracolma. L'ultima riguarda una stranissima vicenda che vede in ballo la bellezza di ben 107 milioni di euro. E a dirlo sono gli stessi "concessionari", quindi c'è da credergli. Ormai è pazzesco quello che combinano al comune di Catania. Forse persino peggio delle "transazioni" con le quali l'amministrazione Bianco paga nonostante abbia vinto le cause, in questo caso arriva a dichiarare "l'ottemperanza" ad una sentenza che in realtà non c'entra niente con l'atto che revoca, producendo enorme danno alle casse comunali.

Lungomare: dopo la nuova illuminazione con zone al buio, i residenti si scatenano “rifiuti e fogna a cielo aperto”

Dopo l'inaugurazione del sindaco di giorni fa, della presunta "nuova ed economica" illuminazione, poi smentito immediatamente dai fatti con segnalazioni e foto serali di zone al buio inviate dai lettori, in redazione sono giunte nuove segnalazioni e così abbiamo deciso di fare un nuovo giro al lungomare. Risultato? Le foto parlano chiaro ed evidenziano, come se ce ne fosse ancora bisogno, le pessime condizioni di quello che dovrebbe essere il tanto declamato fiore all'occhiello catanese. Ai piedi della scarpata che delimita il viale Alcide De Gasperi, come ci comunicano i residenti della zona, un rivolo d'acqua maleodorante esce da quello che ormai resta delle ex aiuole, oggi incolte, per riversarsi dentro ad un tombino dove di regola dovrebbero scorrere soltanto acque piovane. Tutto in corrispondenza di una palina della fermata Amt, dove i cittadini attendono il passaggio degli autobus, con il serio rischio di beccarsi qualche malattia già solo con l'inalazione degli effluvi che vengono fuori da quel liquido fetido GUARDA FOTO E VIDEO

Striscia la Notizia smaschera l’opaca “Amministrazione trasparente” di Bianco: “bloccata ai motori di ricerca”

Il Comune di Catania avrebbe bloccato, rendendole inaccessibili ai motori di ricerca mondiali, come Google, le pagine dedicate all’"Amministrazione trasparente" del proprio sito web. L’accusa pesantissima viene da Striscia la Notizia, la popolarissima trasmissione televisiva guidata da Antonio Ricci della fascia preserale di Canale 5, seguita da milioni di telespettatori. In pratica la sezione contenente gare d’appalto, consulenze e incarichi e tutti gli atti posti in essere dagli enti pubblici, che per legge ogni istituzione deve mettere in rete attraverso il proprio sito internet istituzionale allo scopo di rendere visibile ogni propria attività e prevenire eventuali fenomeni di corruzione, sarebbe stata “oscurata” ai motori di ricerca, commettendo un grave atto illegittimo GUARDA IL VIDEO AGGIORNAMENTO: LA REPLICA DEL COMUNE DI CATANIA

Enzo Bianco alla Zona Industriale… a 40 giorni dalle elezioni

Il video chiarisce meglio dello scritto cosa stiamo raccontando. È arrivato alla Zona Industriale, o in quel che ne resta, col suo drappello di cortigiani più o meno consapevoli che ancora gli vanno appresso, sempre pronti a tenergli bordone e annuire inebetiti durante queste patetiche pantomime sempre più macchiettistiche. Ora, che il protagonista di queste sceneggiate possa anche non rendersi del tutto conto del ridicolo, anche considerato che ormai è vicino ai settantanni, potrebbe anche essere giustificabile se lo si sapesse tranquillo a godersi le sue pensioni, un pò meno se ce lo si ritrova ancora candidato a gestire qualcosa che ha già ampiamente contribuito a distruggere in oltre 15 anni di sindacatura. Ma quello che inquieta ancor di più è proprio la perseveranza di tutte queste comparse che affollano "tavoli" sempre più sfasciati e "cabine di regia" miseramente inconcludenti: ma perché lo fanno? 

Udienza Corte dei Conti. I giudici: “Comune in grave stato patologico”, Bianco:”Colpa della crisi mondiale”

Dopo l’udienza di Bianco e soci alla sbarra dei magistrati contabili, appare sempre più probabile la decisione della Corte dei Conti di decretare il dissesto per la mancata attuazione del piano di riequilibrio e dunque dell’azione di risanamento del Comune di Catania. Anche perché il debito,  in cinque anni di sindacatura Bianco, è aumentato di quasi 500 milioni di euro e il  primo cittadino uscente non ha potuto fare altro che annuire o al più cercare di sviare alle documentate accuse dei magistrati. Un confronto da cui l’Amministrazione Bianco è uscita a pezzi, per via di dati contabili ormai in situazione caotica e con ritardi ( per ultimo anche nella consegna della relazione preventiva al dibattimento di oggi…) che hanno più volte indotto i giudici  a definire “gravemente patologica” la situazione che si è venuta a creare

Terremoto all’Ufficio Territoriale del Lavoro di Catania, coinvolti dirigenti pubblici, imprenditori e politici

Agli arresti domiciliari sono finiti il direttore dell'ispettorato Territoriale del Lavoro Domenico Tito Amich, la responsabile dell'ufficio legale Maria Rosa Trovato, l'ex deputato regionale Marco Forzese, e l'ex consigliere comunale Antonino Nicotra. Misure interdittive invece sono state emesse per Francesco Luca, attuale direttore sanitario dell'Asp di Catania, sospeso per 12 mesi per fatti concernenti sia l’attuale funzione che il suo ruolo di rappresentante legale, dal 2009 al 2015,dell’Enaip (Ente Acli Istruzione Professionale Associazione Agenzie Formative della Sicilia Impresa Sociale - EN.A.I.P. AS.A.FORM Sicilia Impresa Sociale, esercente l’attività di corsi di formazione e di aggiornamento professionale). E poi Ignazio Maugeri, rappresentante legale dell'Enaip, Giovanni Patti titolare dello studio commerciale Patti di Giarre, Orazio Emmanuele rappresentante legale di stabilimenti balneari e aziende  vivaistiche e Salvatore Calderaro, gestore di una tabaccheria a Castel di Judica GUARDA IL VIDEO

Asec: Bianco e Sammartiniani-Sudaniani a caccia della Garigliano

Nella home page del sito Asec, dietro ai trattini  alla voce Direttore Generale, ancora da nominare, si sta consumando uno scontro di potere tra il sindaco Bianco e il presidente dell'Asec Francesca Garigliano. Il primo, Bianco, vorrebbe venisse riconfermata, senza procedura di evidenza pubblica, la Direttrice uscente Giovanna D'Ippolito mentre l'altra, la Garigliano, vuole applicare la legge che prevede il ricorso alla selezione per scegliere il Direttore dell'azienda comunale per la distribuzione del Gas

SIDRA: il presidente Corradi e l’incarico all’amico del Primo Maggio

Qualche giorno fa abbiamo raccontato di cinque consulenze che il presidente della Sidra Alessandro Corradi, fedelissimo sostenitore di Luca Sammartino e nominato alla guida della partecipata nel 2016 da Enzo Bianco, ha affidato per 70 mila euro netti a giovani appena laureati senza alcuna esperienza, ovviamente in violazione del blocco delle assunzioni e saltando l'obbligo di selezione pubblica. Davvero interessanti i “curricula” in relazione agli incarichi da svolgere e particolare quello di Matteo Cinque,collaboratore di un'agenzia di assicurazioni che il Primo Maggio del 2015...

Attacco all’ASEC: il CdA scende in guerra per difendersi dall’amministrazione Bianco (& c.)

Una conferenza stampa di fuoco quella tenuta sabato dal presidente della partecipata dal comune di Catania Asec Spa Francesca Garigliano, che con i consiglieri Bizzini e Colletti è entrata in rotta di collisione con l'amministrazione Bianco (e suoi alleati) che pretendeva un atto illegittimo quale la proroga/rinnovo (vedremo la "differenza") dell'attuale direttore generale Giovanna D'Ippolito scaduta il 31 marzo e che pare non avesse il necessario titolo neanche al momento dell'assunzione nel 2005.

Copertina

Nuova avventura per Baiocco e Mascara: ecco il Beach Soccer

Gli ex grandi del Catania Baiocco e Mascara “beach soccers” del Canalicchio

Continua a porre i tasselli per la nuova stagione la ChanceBet Canalicchio Catania che dopo l'accordo con ChanceBet ha ufficializzato l'ingaggio di Davide Baiocco e Giuseppe Mascara. La nuova stagione è ormai alle porte e la società ha già messo le basi per creare un progetto solido e duraturo

Maxi operazione dei Carabinieri nel calatino: 16 fermati con accuse di spaccio e furto

Sono state individuate e fermate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, sedici persone, 6 in carcere e 10 agli arresti domiciliari, ritenute responsabili a vario titolo, di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di una serie di furti aggravati ai danni di attività commerciali e di civili abitazioni. Gli investigatori hanno documentato infatti l’ingente volume di affari illegali del gruppo criminale

Ostaggio a casa propria: il passo carrabile bloccato per un giorno e la carenza di Vigili Urbani

La segnalazione arriva da un residente catanese, che per quasi un giorno intero è stato ostaggio dell'inciviltà di qualche altro abitante e della totale assenza e noncuranza di Vigili e Comune. L'uomo lamenta il blocco del suo Passo Carrabile in via Fiamingo, a due passi dalla centralissima via Umberto. La Polizia Municipale, pur chiamata, è del tutto assente, forse perchè ben più preoccupata di far fare al Sindaco Bianco bella figura al Giro d'Italia. Sorge dunque spontanea la domanda: che fine hanno fatto i nuovi 30 vigili del concorso (alquanto pasticciato) bandito l’anno scorso?

Sviluppo, servizi e regole: una città da guidare

A pochi giorni dalla presentazione delle candidature per il rinnovo dell’amministrazione della città di Catania vale la pena di ricordare ai candidati cosa significa guidare una città. In circostanze come queste si va spesso oltre la discussione delle ristrette competenze dell’ente locale, per guardare all’insieme delle idee e degli attori che possono condizionare lo sviluppo e la crescita di una città. Ma non si può negare che il Comune svolge ancora un ruolo determinante in quel processo di crescita e di sviluppo. Ha quindi ancora senso concentrarsi sul ruolo dell’amministrazione.

Quattro chiacchiere con Francesco Foti in scena allo Stabile con “Un Momento difficile”

Debutta questa sera in prima nazionale lo spettacolo prodotto dal Teatro Stabile di Catania e dopo aver incontrato con il direttore di Sudstyle Aldo Premoli il regista Giovanni Anfuso ed il protagonista Massimo Dapporto, Daniele Vanni ne ha parlato in redazione con Francesco Foti, attore catanese notissimo per la partecipazione a serial tv del calibro de "Il Capo dei capi" e "Il Cacciatore", solo dopo una brillante e consolidata carriera teatrale e televisiva ormai trentennale calca per la prima volta il palco del teatro etneo.

Il flop del progetto di riqualificazione “una piazza al mese” e le vergogne di Catania

Doveva riqualificare le piazze catanesi il sindaco Bianco, ma il progetto, a pochi mesi dal fallimentare avvio, pare sia già stato accantonato. Già a maggio del 2017 si parlava dell'iniziativa che avrebbe finito per fare un buco nell'acqua dopo i problemi alle fontane di piazza Iolanda e piazza Palestro. Così a contare i danni è come sempre Catania che adesso dopo le illusorie e sterili dichiarazioni di facciata del primo cittadino, ne paga le amare conseguenze. Del progetto restano forse solo un paio di piazze ripulite per le solite cerimonie e già deteriorate mentre il resto langue nel degrado assoluto, dalle periferie al centro cittadino GUARDA LE FOTO

Lungomare: nuova illuminazione sulla desolazione del viale Ruggero di Lauria

Il solito comunicato che trasuda orgoglio e vanto da ogni lettera, sembra soltanto uno stratagemma, nemmeno tanto celato, da utilizzare adesso che la campagna elettorale è entrata nel vivo. Eppure gli "enormi" risultati sul nuovo sistema di pubblica illuminazione al lungomare di Catania, "inaugurato" in tutta fretta, fanno da contraltare alle pessime condizione del resto del Viale Ruggero di Lauria, per non parlare della pista ciclabile con cordoli e asfalto messi sempre peggio. Ma anche per queste cose c'è la campagna elettorale, con annesse promesse. Ma nemmeno il tempo di abituarsi alla luce "accecante", che le prime crepe vengono fuori, segnalate su Facebook dai cittadini

Grande prova d’autore al Teatro Stabile: dall’8 al 20 maggio Massimo Dapporto in “Un momento difficile”

Una drammaturgia, quella di Furio Bordon, che affronta con delicatezza ed ironia uno dei momenti più dolorosi dell'essere umano: la perdita della madre. Per la regia di Giovanni Anfuso ed attorniato da Ileana Rigano, Debora Bernardi e Francesco Foti, grande prova d'attore per Massimo Dapporto in questa prima nazionale della coproduzione del Teatro Stabile di Catania con quello del Friuli Venezia Giulia. Scene Alessandro Chiti, costumi Riccardo Cappello, musiche originali Paolo Daniele

Gli orrori “storici” della Catania Film Commission

Affidato, non si sa bene a chi, il compito di ammaliare le produzioni cinematografiche per calamitarne l’attenzione -intitolando l’ignobile ed errata scopiazzatura dalle poche fonti esistenti “Catania come set: la storia”- il bizzarro sito comunale della Catania Film Commission incappa, sempre spericolando in un italiano approssimativo, in un sequela di ridicole bubbole delle quali si da qui amara contezza per amore della verità storica a perenne disdoro del dilettantismo degli ignoti compilatori e dei reggenti politici dell’Amministrazione Comunale

L’assurdo caso dei musei chiusi a Catania il primo maggio: solo quelli alle Ciminiere

Non è la prima volta che a Catania in occasione di importanti giornate festive, con il consueto arrivo in città di turisti e visitatori, i musei, tutti o anche solo alcuni, tra i più importanti, o i siti culturali e archeologici, rimangano chiusi al pubblico. In questo caso, il paradosso è rappresentato dal fatto che, malgrado il Comune diffonda, come sempre trionfalmente, la notizia dell'aumento di turisti in città, lo stesso sindaco invece per la Città Metropolitana, ovvero la ex provincia, non batta ciglio sulla chiusura annunciata per il primo maggio dei musei delle Ciminiere, tra cui quello importantissimo dello sbarco alleato in Sicilia, e quello della fotografia di Caltagirone.

L’ennesima fanfaronata: Enzo Bianco promette un “museo belliniano digitalizzato” mentre il Teatro Bellini lo sta facendo cadere a pezzi

"Virtuale", ci mancava proprio il "museo virtuale! Agli sgoccioli del mandato di 5 anni in cui non ha fatto altro che danni incalcolabili tutti documentati e con i suoi più stretti collaboratori finiti in galera o interdetti, Enzo Bianco continua imperterrito nelle sue mirabolanti promesse provando a superare quella rimasta memorabile dei "turisti nebulizzati". Ora propala un futuro "museo belliniano digitalizzato" che dovrebbe realizzare con quel CNR che ancora non siamo riusciti a capire come ha speso i 60 milioni di euro del "Progetto Prisma". Nel frattempo, in 5 anni come questo sindaco ha ridotto uno dei veri gioielli catanesi, il Teatro Massimo Vincenzo Bellini, lo testimoniano le immagini che pubblichiamo: uno scandalo e l'ennesima vergogna. IL VIDEO, montato su quello diffuso dal comune di Catania con le "dichiarazioni" di Bianco sul progetto del "Museo belliniano virtuale". VIRTUALE!

“Tonfo” Gioeni: il cantiere infinito adesso è anche insicuro

Fino adesso son stati i cittadini, sempre più inferociti, a denunciare le magagne determinate dal cantiere infinito al Tondo Gioeni. Stavolta è "Catania Bene Comune" a "fotografare", in un post su Facebook, la pericolosa realtà degli operai intenti a lavorare sul frontone della fontana monumentale costata ai cittadini un milione di euro. Aperto oltre un anno fa e con già i primi otto mesi di ritardo sulla tabella di marcia che segnava ad agosto 2017 il termine dei lavori, si scopre che il cantiere non garantisce "alcuna sicurezza" ai propri addetti, arrampicati letteralmente sulle impalcature senza protezioni, privi di caschetti, ad un'altezza di certo rilevante."Intervengano immediatamente le autorità competenti e il Comune sanzioni l'impresa che sta eseguendo l'appalto, tuona Matteo Iannitti leader del gruppo

SIDRA: 5 assunzioni in campagna elettorale

Senza alcuna selezione pubblica, nonostante i suoi 140 dipendenti ed il divieto assoluto confermato dalla legge regionale 27/2016, il presidente della società del comune di Catania che gestisce i servizi idrici, Alessandro Corradi, nominato da Enzo Bianco nel settembre 2016 e uomo di riferimento del deputato regionale Luca Sammartino, ha firmato nel solo mese di marzo la bellezza di 5 incarichi a giovani professionisti spendendo 70 mila euro. La SIDRA è protagonista di un singolarissimo caso di "contabilità super creativa" con il suo bilancio che si regge su un misterioso credito di 50 milioni che il comune di Catania non riconosce da anni e comincia, seppur troppo tardivamente, ad essere oggetto dell'attenzione delle autorità di controllo.

Le strane transazioni del comune di Catania che vince le cause… e paga lo stesso

La storia è abbastanza semplice quanto incredibile: in sintesi la casa di riposo Villa Regina, di cui ci siamo occupati insieme alla stampa nazionale per il “Caso Sammartino”, ha fatto causa al comune di Catania, ha perso ma inspiegabilmente l’amministrazione Bianco ha accettato una transazione pagando e accollandosi le spese. E il tutto si inquadra nelle ben più complessa vicenda degli affari milionari delle case di riposo alle quali il comune di Catania paga in base a vecchie convenzioni in proroga che prevedono il famigerato “vuoto per pieno” che nessuno di questi scienziati ha mai pensato di "riformare"…tanto poi… “transiggono”

La nuova sede milionaria dell’Ordine dei Medici…che ancora non c’è

L'avventura del presidente dell'ordine dei medici di Catania Massimo Buscema per acquistare una mega villa, (anzi due, come vedremo e in violazione del bando) con i soldi dei poveri medici che si iscriveranno nei prossimi 25 anni, è cominciata nel 2015, con aumento della quota associativa per ogni medico in un solo colpo del 30% (altro che ISTAT), un mutuo da quasi 4 milioni di euro per il quale gli oltre 8 mila medici catanesi pagano le rate già da oltre un anno...a vuoto...

E quattro! Maxi gara rifiuti ancora deserta, ormai è sfida alla Giustizia

I registi di fantasy americani o forse meglio ancora i giallisti alla Agatha Christie non avrebbero potuto immaginare un copione migliore di quello che si è tristemente ripetuto al Comune di Catania. La gara settennale da 350 milioni di euro per la raccolta dei rifiuti e lo spazzamento delle strade è andata deserta per la quarta volta consecutiva. Un'ennesima figuraccia che l'amministrazione Bianco, ormai agli sgoccioli, rimedia ancora una volta nonostante le perplessità espresse sui contenuti del bando da moltissimi imprenditori del settore ma messe a tacere dalle rassicurazioni del sindaco Bianco e dell'assessore al ramo Rosario D'Agata che, facendosi scudo della "approfondita interlocuzione" con l'Anac, hanno avviato in maniera scandalosa una "procedura negoziata", suggerita appunto, a loro dire, dall'Autorità anticorruzione

Dopo articolo SudPress l’assessore Parisi si dimette dalla Camera di Commercio

Non se ne era accorto nessuno, né la Responsabile dell'Anticorruzione del comune di Catania Antonina Liotta né il Segretario Generale della Camera di Commercio Alfio Pagliaro, che da oltre 6 mesi vi era un consigliere camerale che ricopriva incompatibilmente la carica di assessore nella giunta Bianco. Settimana scorsa, e solo dopo l'articolo di Sudpress del 12 marzo, l'ex segretario della UIL Fortunato Parisi ha deciso di rinunciare all'incarico presso la Camera di Commercio e rimanere al comune come assessore ai Servizi Sociali, naturalmente continuando a non pagare gli operatori dei servizi, a consentire transazioni milionarie con le case di riposo senza intervenire sulle convenzioni "vuoto per pieno" e a non presentare l'apposito regolamento per i ricoveri. Forse sarebbe stato meglio se fosse rimasto alla Camera di Commercio...

“Strane Transazioni”: 83 mila euro al ragioniere Giordano che trasferì 44 milioni dell’AMT sul conto del Comune

La vicenda è, ancora una volta, strana. Anzi stranissima. Al centro della storia, un altro "fedelissimo" di Enzo Bianco, Roberto Sebastiano Giordano, dipendente comunale dal 1990, ragioniere addetto ai pagamenti e sino a poco tempo fa alle dirette dipendenze di quel Massimo Rosso, già Capo di Gabinetto del sindaco, attualmente interdetto dalla magistratura dalle funzioni di Ragioniere Generale del comune. Bianco ha voluto il ragioniere Giordano persino nel Comitato per i festeggiamenti di Sant'Agata, presieduto dal suo braccio destro e vice segretario del Partito Democratico Francesco Marano. E, soprattutto, lo ha nominato nel 2016 Commissario dell'AMT in Liquidazione, rendendolo autore di uno dei bonifici più spettacolari nella storia delle casse comunali.  Ma quello che raccontiamo oggi è  un altro caso. Forse.

Speciale

Gli orrori “storici” della Catania Film Commission

Caos al Comune, Bianco chiede rinvio audizione...

Scoop de I Vespri in edicola: “INDAGATO...

Cronaca

Montante finisce in carcere: “Inquinava le prove”

Eusair, l’ultima sfilata di Bianco e ministri...

Anniversario strage Capaci: i ragazzi dell’Emilio Greco...

Eventi

Il racconto di un mare terribilmente agitato

Guglielmo Ferro porta in scena Ottavio Cappellani...

Grande successo a Le Zagare per il...

Sport

Nuova avventura per Baiocco e…

Gli ex grandi del Catania Baiocco e...

Catania si riprende il 2° posto con...

Il Catania stecca ancora: 20mila al Massimino...

Al voto

Lungomare: dopo la nuova illuminazione con zone...

Lungomare: nuova illuminazione sulla desolazione del viale...

Comunali 2018, ecco Grasso del M5S: “con...

Login Digitrend s.r.l