sabato - 18 novembre 2017

Mazzarani last minute salva il Catania, 1-0 alla Juve Stabia. -2 dal Lecce

Il Catania vince in extremis contro la Juve Stabia grazie ad un gol su punizione di Mazzarani al 94'. Sfatato il tabù Menti che l'anno scorso aveva significato l'addio ai playoff. Lecce adesso a -2 (giocherà stasera contro la Reggina) e quarta vittoria di fila. Ottimo l'ingresso di Manneh

Catania, Guardia di Finanza: sequestrate 13 agenzie di scommesse abusive

Importante operazione della Guardia di Finanza che ha individuato ben 13 centri scommesse irregolari celati in cartolerie, bar e rivendite di tabacchi,  ubicati in vari quartieri della città (Librino, Zia Lisa, Picanello, San Cristoforo, Nesima, San Gregorio) e in provincia di Catania (Misterbianco, Gravina di Catania, Aci Catena, Aci Castello). Allarme per il rischio che si tratti di un settore in gran parte controllato dalla criminalità a fini di riciclaggio.

Metro: forti vibrazioni anche in viale Ionio, preoccupazione tra i negozianti. Ma non dovevano finire nel weekend?

"I lavori finiranno entro una settimana e il problema verrà risolto". Così diceva a Sudpress Salvatore Fiore, il dirigente tecnico della Ferrovia Circumetnea, interpellato da Sudpress appena venerdì scorso. Siamo a sabato, nel fine settimana e nulla è cambiato e non soltanto in corso delle Provincie. Il fenomeno si avverte distintamente anche in viale Ionio dove commercianti e residenti sono fortemente preoccupati. Un'altra arteria centrale ed importante della città è dunque interessata dalle vibrazioni al passaggio della metropolitana ad intervalli regolari. Proprio in prossimità della fermata Galatea, i tremori si percepiscono con maggiore intensità durante quest’ultimo periodo e le crepe sono sempre più lunghe in alcuni punti

Comune: caso Molino e ufficio stampa, il legale del giornalista “trattato come pregiato soprammobile”

L'indagine che coinvolge il sindaco di Catania Enzo Bianco e quattro dirigenti, due ex capo di gabinetto e due ex direttori del personale del Comune di Catania, accusati di abuso d'ufficio per aver allontanato il  capo ufficio stampa Nuccio Molino, ha fatto scalpore nel capoluogo etneo ed è giunta alla ribalta nazionale per via di un articolo del "Fatto Quotidiano" a firma di Giuseppe Lo Bianco. Sudpress nei mesi scorsi ha seguito la causa che Molino ha in corso al Tribunale del Lavoro di Catania, con sentenza fissata per il prossimo 21 dicembre. Sugli sviluppi della vicenda abbiamo sentito il legale del giornalista, "parte lesa" nell'inchiesta della Procura della Repubblica, l'avvocato Sergio Cosentino

Bianco perde la sua risorsa più preziosa: si è dimesso il Capo di Gabinetto Beppe Spampinato

Il giudizio di questa testata sui quasi cinque anni di sindacatura Bianco è descritta in centinaia di articoli: la consideriamo la peggiore amministrazione di tutti i tempi! Punto, molto semplice. Ha distrutto la città, fatto perdere tempo prezioso, messo a rischio la tenuta sociale: un disastro! In una compagine di livello infinitesimale dobbiamo ammettere che quando abbiamo posto questioni di interesse pubblico, abbiamo sempre riscontrato l'attenzione e l'efficienza del Capo di Gabinetto Beppe Spampinato, che ieri, dopo settimane di mormorii, ha depositato le sue dimissioni: decorrenza 27 dicembre, 3 giorni prima della scadenza del suo contratto: più chiaro di così...

L’ultimo libro di Maurizio Caserta e Aldo Premoli prova a spiegare perché “Il vento soffia fortissimo”

Sudpress ha intervistato il professore Maurizio Caserta, presidente M.S.E. ONLUS, che con Aldo Premoli, socio fondatore di Mediterraneo Sicilia Europa ONLUS, presenterà il 23 Novembre, alle 18.30 all'Hotel Sheraton di Catania, il secondo volume da loro scritto, dal titolo "Mediterraneo Sicilia Europa Posting". Il libro raccoglie le riflessioni che hanno dato impulso alla creazione della Onlus impegnata a dare un senso alle sfide epocali che rischiano di travolgere la nostra comunità se non governate con lucidità ed umanità

Scuole catanesi a rischio: comune lento, prevenzione in alto mare

A quasi un anno di distanza da promesse e progetti riguardo le verifiche di vulnerabilità sismica delle scuole catanesi ancora siamo in alto mare e tutto procede a rilento. Per ora solo quattro scuole verranno affidate a ditte che eseguiranno tali verifiche e sono la Deledda, la De Roberto, la De Amicis e la Don Milani. Quando? Ancora non si sa. Il problema sembrerebbe sempre lo stesso: dal Comune segnalano una scarsità di fondi, ma la situazione pare essersi sbloccata proprio in questi giorni. Ad ogni modo, chissà quando gli edifici scolastici saranno a prova di terremoto dato che Catania è la città a più alto rischio sismico d’Italia a causa della faglia siculo-maltese

Tremori della Metro: lavori avviati ma case e negozi continuano a “ballare”

La Fce, tramite il dirigente tecnico Salvatore Fiore assicura che ci vorrà una sola settimana per far sparire tremori simili a scosse sismiche, rumore e fastidio presenti in corso delle Provincie e vie limitrofe. Ma a quanto pare, dalle segnalazioni ricevute da Sudpress, questo fenomeno si sta allargando a macchia d'olio e tremolii e disagi sono avvertiti anche in viale Jonio e corso Italia. Il tutto in corrispondenza del passaggio dei treni della Metropolitana, più o meno dalle 7 di mattina alle 9 di sera, su binari usurati per stessa ammissione della Fce. Si attende quindi con impazienza la fine dei lavori nel prossimo week-end. Quello che stanno vivendo da mesi residenti e commercianti di una delle zone più importanti e centralissime della città è quasi un incubo, assurdo in un'epoca in cui i treni di ultimissima generazione dovrebbero essere il massimo della silenziosità. Ma tant'é

12 apostoli: terminati gli incidenti probatori, una dozzina le ragazze ascoltate dal Gip

Ultimata davanti al Gip Anna Maria Cristaldi questa delicata fase delle indagini riguardanti l'inchiesta che ha sconvolto la comunità di Lavina, ad Acibonaccorsi, la scorsa estate. Presente anche oggi in aula il "santone" Pietro Alfio Capuana, attualmente in carcere con l'accusa di violenza sessuale su minori e plagio. Coinvolte nel caso anche le tre adepte complici Fabiola Raciti, Katia Concetta Scarpignato e Rosaria Giuffrida per le quali erano stati disposti gli arresti domiciliari

Altro candidato arrestato, questa volta per estorsione: è il “grillino” Fabrizio La Gaipa, di Agrigento

La Gaipa, imprenditore agrigentino di 42 anni, è accusato di aver costretto i suoi dipendenti a firmare buste paga false. L'uomo, oltre ad essere giornalista, è proprietario e gestore del noto albergo di Agrigento, "Costazzurra Museum & Spa". Primo tra i candidati pentastellati non eletti nella sua provincia con 4.357 preferenze

CARA MINEO: il nuovo appalto si porta dietro le ombre del vecchio

Quando ci sono in ballo milioni di euro e facile che diventi una tarantella. Come noto alle vicende del CARA siamo da sempre attenti per le implicazioni che la sua gestione comporta oltre che sul piano economico, anche per le ricadute politiche e sociali. Tra poche ore, lo abbiamo annunciato ieri, la commissione di gara prefettizia con RUP il dr. Francesco Pennisi, aprirà le buste con le offerte. L'appalto è diviso in 4 lotti. Cominciamo ad analizzare il lotto 1, servizi vari per la gestione dei quali partecipano in raggruppamento 3 comitati provinciali della CROCE ROSSA, tra cui quello di Catania che ha già effettuato il servizio nella precedente gestione. Ma questa è un'altra storia e ne parleremo domani. Oggi accade che...

Apocalypse now: l’Italia resta a casa! L’inadeguato Ventura paga per tutti

L’Italia si schianta sul muro svedese, senza riuscire a realizzare neanche una rete alla squadra orfana di Ibra, capace di battere gli azzurri proprio con la loro storica arma, il “catenaccio”. Fallimentare la scelta di Giampiero Ventura di lasciare ancora una volta fuori Insigne e schierare l’ormai obsoleto 3-5-2 di “contiana” memoria. Ora è tempo di trovare soluzioni ai problemi che hanno trascinato il movimento italiano dalle stelle alle stalle

Centrale eolica a Gela: TAR dichiara illegittima autorizzazione a costruire e condanna a risarcire

Il Tar ha dichiarato illegittima l'autorizzazione concessa nel 2013 dal Ministero dell'Ambiente per la realizzazione di una centrale eolica offshore di 137 Mw, a 2 miglia dalla costa, nel golfo di Gela (Caltanissetta). La vicenda, che grande scalpore aveva fatto, dopo innumerevoli proteste e scontri giudiziari, per il forte rischio, che i lavori e l'opera devastassero in modo spaventoso il tratto di costa, considerato bellissimo sia dal punto di vista archeologico che naturalistico, si è conclusa a sfavore della Mediterranean Wind Offshore. Il tutto con grande soddisfazione di chi si era battuto per bloccare sul nascere la centrale, vale a dire l'Associazione Archeoclub d’Italia, Legambiente Gela e l'Associazione Culturale archeologica Triskelion

CARA MINEO: domani l’appalto da 50 milioni

La commissione di gara prefettizia aprirà domani le buste con le offerte per i vari servizi, stavolta suddivisi in 4 distinti lotti, destinati all'accoglienza per 2400 ospiti. Sudpress se ne occupa da prima che il CARA nascesse, sin dal 2011, ed ha anticipato di anni le "criticità" poi sfociate in diverse inchieste giudiziarie e nel commissariamento del precedente appalto da 100 milioni. E non è escluso che proprio attraverso gli esiti di questa nuova gara emergano nuove questioni legate alla vecchia. Speriamo bene.

Nazionale: stasera in palio la qualificazione, ma ha senso andare al Mondiale in questo modo?

Questa sera a San Siro la Nazionale italiana cercherà il ribaltone contro la Svezia per qualificarsi ai Mondiali di Russia 2018. Dopo mesi di lavoro per Ventura ancora non è stato ancora trovato un modulo e una stabilità tattica che risalti le qualità dei giocatori e allora i dubbi iniziano ad essere tanti

Miraggio “Patto per Catania”: rimodulazione e nuove opere, ma chissà quando

Il comune di Catania pubblica un prospetto sull'aggiornamento degli interventi del "Patto per lo sviluppo della città di Catania", con l'aggiunta di alcune opere, tra cui l'acquisto e la riqualificazione del Teatro "Angelo Musco", la cui chiusura è stata al centro di aspre polemiche. Questi nuovi lavori, dovrebbero essere possibili grazie alle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione e come spiega Fabio Finocchiaro, dirigente comunale e responsabile unico dell'attuazione del patto: "Abbiamo avuto la possibilità tramite ribassi d'asta, di inserire ulteriori interventi. Come sempre però la scelta di questi spetta alla Cabina di Regia, all'amministrazione". Insomma un libro dei sogni che forse non verrà mai aperto!

Calcio: il Catania vince, ma cos’ha in testa il mister? E chi è il centravanti?

Catania, basta un gol di Caccetta per battere un modesto Catanzaro. Restano i due quesiti: chi è il centravanti e che schema ha in testa il mister?

Nonostante l’insipienza del comune, resuscita il Teatro Musco

Torna a far parlare di se il teatro Angelo Musco, un pezzo di storia di Catania, origine dello Stabile e palcoscenico sul quale hanno recitato alcuni grandi del teatro come Leo Gullotta, Pippo Pattavina e l'indimenticato Turi Ferro. Chiuso tra aspre polemiche  e con il serio rischio di diventare un ennesimo supermercato,  di recente la sala Musco sembrerebbe essere stata inserita in alcuni progetti di rinascita e riqualificazione, ma con non pochi dubbi ancora da chiarire. 

Il Catania in campo contro il Catanzaro per vincere e accorciare sul Lecce

Questo pomeriggio, alle ore 18.30, il Catania scenderà in campo contro il Catanzaro per cercare di ottenere la terza vittoria di fila dopo o successi contro Bisceglie e Paganese. Nei calabresi non ci sarà l'ex Anastasi

Voti a 25 euro: dopo De Luca, indagato il neodeputato palermitano Tamajo per corruzione elettorale

Avrebbe comprato, a 25 euro ciascuno, molte delle 13.984 preferenze ottenute alle scorse elezioni regionali, ottenendo così il seggio all'Assemblea Regionale Siciliana. Sono quindi già due i neoeletti deputati a essere colpiti da indagini giudiziarie. Dopo Cateno De Luca, eletto nelle liste dell'Udc, assolto appena ieri per il "sacco" di Fiumedinisi, ma posto appena tre giorni fa agli arresti domiciliari con l'accusa di aver evaso quasi due milioni di euro, adesso tocca al più votato dei candidati palermitani del centrosinistra, il quarantunenne Edmondo, detto Edy, Tamajo, eletto nelle liste del Patto dei democratici per le riforme-Sicilia futura

Il metodo SudPress a TGCOM24

Il Metodo SudPress a TGCOM24

Va bene, devo perdere 10 chili, siamo d'accordo e ci stiamo lavorando...ma la notizia di oggi è che a fare la notizia è...SudPress. La nostra testata è stata scelta dal programma Mediaset Giovane Europa, condotto da Marica Giannini, per raccontare un modo originale ed esclusivo di fare giornalismo d'inchiesta, esempio di comunicazione 2.0 . Con noi Biagio Semilia, l'editore di BlogSicilia, testata particolarmente radicata nel palermitano, con il quale condividiamo la visione di un'editoria indipendente. La troupe composta da 2 giornalisti, regista e due operatori di ripresa ha poi concluso scegliendo come location il concept store Bonù di Smeralda Di Paola che a breve curerà da par suo una frizzante rubrica per la nostra nuova testata diretta da Aldo Premoli SudStyle. Insomma, pronti per la Comunicazione 3.0 e grazie per la considerazione. Forse ce la siamo meritata.

Nella notte blitz dei ROS contro le cosche catanesi

Individuati ed arrestati 30 esponenti di primo piano del clan Santapaola-Ercolanocon in posizione apicale Antonio Tomaselli. L’esecuzione è stata effettuata nella notte tra il 10 e l’11 u.s. da parte di personale del R.O.S. e dell’Arma territoriale di Catania e Siracusa ed ha interessato l’attuale reggente della famiglia SANTAPAOLA/ERCOLANO nonché i soggetti responsabili delle diverse articolazioni territoriali dello stesso gruppo criminale e di quelli alleati. Colpiti i gruppi di San Giovanni Galermo, Stazione, Lineri, Giarre, Paternò e Palagonia, nonché la famiglia Nardo ed il clan Mazzei. IN AGGIORNAMENTO.

ASSOLTO CATENO DE LUCA, IL PRIMO DEPUTATO ARRESTATO IN QUESTA LEGISLATURA

È giunta da pochi minuti la sentenza che ha assolto il deputato, che si trova agli arresti domiciliari scattati per altre accuse all'indomani delle elezioni, dall'accusa di falso, abuso d'ufficio e tentata concussione, per fatti commessi tra il 2004 ed il 2011 e per i quali era finito agli arresti nel 2011.

Il primo sondaggio post regionali siciliane conferma il crollo del Partito Democratico e di Matteo Renzi. Centrodestra e 5Stelle in crescita

L'istituto di ricerca Index Research fotografa le intenzioni di voto poco dopo le regionali e quello che potrebbe essere definito "effetto Sicilia"Pd in declino, con la perdita di un punto percentuale in una settimana, il Movimento 5 Stelle che rafforza la sua posizione di primo partito e centrodestra unito che avanza avanza nettamente

Metro: forti tremori, paura e danni alle case in corso delle Provincie. FCE ammette: “Binari usurati”

Crepe nei muri, oggetti che tremano e cadono, squarci che si sono improvvisamente aperti in mezzo alla strada, rumori fastidiosi ogni dieci minuti dalle 7 di mattina alle 9 di sera, e paura come in caso di scosse sismiche. Ma anche danni e timori per la stabilità dei palazzi che ogni giorno viene messa a dura prova dalle forti vibrazioni. Questa la situazione che da mesi vivono residenti e commercianti in tutta la zona del centralissimo Corso delle Province a Catania, e nelle traverse che lo  intersecano. Uno dei residenti ha quindi deciso di raccogliere le firme di chi come lui vive o lavora nella zona ed è stanco e preoccupato. Il tutto, a seguito delle "rassicurazioni", da parte delle Ferrovia Circumetnea, che minimizza il problema. Sudpress ha così sentito residenti e commercianti. GUARDA FOTO E INTERVISTE

In evidenza

Strage di pesci al Simeto: anche la Procura vuol vederci chiaro, aperto un fascicolo

Nessuno al momento sembra essere in grado di dire cosa abbia provocato la moria di pesci nell'Oasi del Simeto, scoperta pochi giorni fa da Sudpress. In attesa dei risultati delle analisi effettuate dall'Istituto Zooprofilattico e dal centro Arpa, la Procura di Catania ha deciso di aprire un fascicolo d'inchiesta per far luce sulla vicenda, coadiuvati dagli agenti della Guardia Forestale dello Stato

Orrore all’Oasi del Simeto: strage di pesci ai margini del fiume, la scoperta di Sudpress

Un danno ambientale di proporzioni enormi che potrebbe raggiungere dimensioni anche più vaste. Il tutto in una riserva naturale protetta ma poi da chi? In teoria dalla Città Metropolitana che l'ha in gestione, ma appunto in teoria. Viola Sorbello, presidentessa di Legambiete, avvertita da Sudpress: "Abbiamo già presentato una nuova denuncia alla Procura della Repubblica di Catania" FOTO E VIDEO DI FRANCESCO NICOSIA

Morìa di pesci al Simeto, Grimaldi (Arpa): “uccisi dal poco ossigeno, a giorni sapremo le cause”

Bisognerà attendere ancora un paio di settimane per poter capire, con certezza, le cause della moria di centinaia di pesci attorno al Simeto, trovati da Sudpress anche in riva al mare, lungo la foce del fiume la scorsa settimana.  Il personale dell'ente gestore della riserva naturale, la Città Metropolitana di Catania, che tace, ha permesso solo dopo qualche giorno ai rappresentanti dell'Arpa (agenzia regionale per la protezione ambientale) di compiere un primo sopralluogo e prelevare i primi campioni d'acqua, evidentemente inquinata tanto da aver causato la morte di tutte quelle carpe

“Linee guida su chirurgia addominale”: il convegno a Catania, venerdì 17 alla Torre Biologica

Il fegato, le vie biliari, il pancreas, lo stomaco e altri aspetti di chirurgia maggiore. Questi i temi del convegno che si terrà venerdì 17 alle ore 8,30 nell’Aula magna della Torre Biologica del Policlinico in via Santa Sofia, sulle linee guida in chirurgia Maggiore Addominale. Presenti per un confronto accademico, anche il Direttore della Jefferson di Filadelfia Prof. Charles Yeo, uno dei più illustri esperti del pancreas negli Stati Uniti, e i maestri della chirurgia veronese, Claudio Bassi e Alfredo Guglielmi

SudStyle: è on line la testata che racconterà le tendenze viste da …SUD

Finalmente in casa SUD è arrivato il terzogenito, dopo l'ormai maturo SudPress ed il cartaceo SUD, che ritorna in stampa dal 13 novembre, ecco irrompere, con l'eleganza ed il prestigio del suo direttore Aldo Premoli, SudStyle, un magazine al quale abbiamo affidato il compito di raccontare le cose belle della nostra comunità, di stimolare, attraverso la sua narrazione, il recupero del buon gusto, del bel vivere, dell'arte in tutte le sue forme, dell'espressione di sé in ogni campo. Con SudStyle proviamo a contribuire a lanciare una nuova stagione, dando voce e spazio a chi non si arrende alla sciatteria di un periodo orribile e decide di scommettere sul sorriso, sull'abbraccio, sulla voglia di partecipare.

Inchiesta 12 Apostoli, sono già nove le ragazze che accusano il “santone” Capuana

Pietro Angelo Capuana ha voluto essere presente al secondo incidente probatorio delle sue presunte vittime, dopo il primo della settimana scorsa. Anche stavolta l'udienza si è tenuta a porte chiuse al Tribunale di Catania davanti al giudice Anna Maria Cristaldi. Sei ragazze, la volta precedente erano state tre, hanno spiegato nel dettaglio quanto subito dopo esser entrate a far parte dell'associazione Cultura e Ambiente di Aci Bonaccorsi

Omicidio Giordana: l’ex condannato a 30 anni, la madre della ragazza “Mia figlia è stata rispettata”

Il giudice Rosa Alba Recupito ha condannato a 30 anni di reclusione Luca Priolo, che il 6 ottobre del 2015 uccise la sua ex fidanzata Giordana Di Stefano con 48 coltellate, accogliendo la richiesta formulata dal pm Alessandro Sorrentino. "Giustizia è stata fatta", ha commentato subito dopo la lettura della sentenza l'avvocato della famiglia Di Stefano, Ignazio Danzuso. La madre della vittima, Vera Squatrito: ", Non è stata fatta giustizia, ma ho avvertito rispetto. Per me quella persona non esiste più"

Mario Rapisardi: lavori finalmente ultimati, dopo la “trasferta” le quinte rientrano a scuola

Dopo un inizio d'anno scolastico turbolento oggi finalmente rientrano le classi quinte alla Mario Rapisardi grazie all'adeguamento di alcuni locali che sono stati adibiti ad aule. Gli alunni dell'ultimo anno erano stati trasferiti alla Carducci all'inizio dell'anno scolastico, circa un mese e mezzo fa. La decisione fu presa dalla preside Rosaria Maltese per motivi di sicurezza ma suscitò il malcontento tra i genitori degli alunni indispettiti dalla "mancanza di comunicazione con le famiglie e dai disagi" che tale scelta avrebbe comportato  

12 Apostoli: chiesti i domiciliari per gli indagati Mimmo Rotella, Orazio Caputo e Salvo Torrisi

La corte del Tribunale del Riesame di Catania scioglierà la riserva nei prossimi giorni riguardo la richiesta del pm Laura Garufi delle misure cautelari ai domiciliari avanzata per l'ex deputato regionale e marito di Rosaria Giuffrida, una delle adepte del "Santone" Pietro Capuana, Mimmo Rotella. E non solo.Il Tribunale dovrà decidere sulla stessa istanza avanzata anche per il prete Orazio Caputo e l'ex presidente dell'associazione Cultura e Ambiente di Aci Bonaccorsi, Salvatore Torrisi. Attualmente i tre uomini sono indagati a piede libero e accusati di favoreggiamento nei confronti di Capuana. Per le tre adepte Fabiola Raciti, Katia Concetta Scarpignato e Giuffrida erano stati disposti gli arresti domiciliari

Arrestato il neodeputato “impresentabile” Cateno De Luca, da Messina il primo fermo della legislatura

Cateno de Luca, un "impresentabile", è stato rieletto nelle file dell'Udc con 5.418 voti. E' il leader del movimento Sicilia Vera la cui lista, insieme a Udc, ha superato lo sbarramento con il 7% dei consensi. De Luca adesso è agli arresti domiciliari per evasione fiscale, così come riferisce il sito di Repubblica che parla di misura cautelare in esecuzione di un provvedimento emesso dal gip di Messina, da parte dei militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza e della compagnia dei carabinieri di Messina sud

Dopo il “caso De Luca”, ecco gli “impresentabili” in corsa per l’Ars: eletti 7 su 23

Dopo l'arresto di uno degli "impresentabili", Cateno De Luca, compreso nel famoso elenco del Movimento 5 Stelle che ha sollevato un gran polverone ed è stato il tema della inqualificabile campagna elettorale, ecco gli altri  "impresentabili" tra quelli che andranno effettivamente all'Ars e quelli che non ce l'hanno fatta". Tra gli eletti ci sono Giusy Savarino di Agrigento della lista #diventeràbellissima di Nello Musumeci con 3438 voti; Giuseppe Gennuso  con i Popolari e Autonomisti di Siracusa con 6557 preferenze; Marianna Caronia di Palermo, Giuseppe Federico di Caltanissetta e Luigi Genovese di Messina, rispettivamente con 6370, 5437 e 17359 voti e tutti appartenenti a Forza Italia. Eletto anche Giovanni Cafeo di Siracusa, che ha ottenuto 7404 voti, candidato con il Partito Democratico. Tutti gli altri candidati indagati, condannati o con parentele scomode, sono rimasti fuori, compresi i due del Movimento 5 Stelle, Giacomo Li Destri e Gionata Ciappina

Passiatore e stazione: un vero scempio!

Montagne di spazzatura e migranti disperati che si lavano nella fontana di Proserpina in piazza Giovanni XXIII, ecco cosa si trova oggi nell'area della stazione, ma a sentire commercianti e residenti il degrado è in perenne immobilità da anni e come al solito a rimetterci sono le attività commerciali, il turismo e il decoro della città. Davvero un pessimo biglietto da visita per la città dell'elefante

Elezioni: video virale su fb accusa brogli, “mia mamma interdetta non può votare”. Il Comune di Battiati “ci risulta di sì”

Un video divenuto virale in poche ore e diffuso su Facebook, mostra un uomo che con un cellulare evidentemente occultato, fa una ripresa durante un colloquio con una dipendente comunale dell'ufficio elettorale di Sant'Agata Li Battiati, chiedendo chiarimenti sul voto espresso dall'anziana madre ricoverata alla casa di cura "Maria Regina", in cui era stato costituito un seggio speciale. L'uomo sostiene l'impossibilità per la madre di poter votare, e di conseguenza lancia accuse sulle preferenze espresse anche dagli altri ospiti della struttura, tutte pilotate a favore di un unico candidato, il deputato del Pd rieletto con il record di preferenze Luca Sammartino. La dipendente comunale del video spiega a Sudpress: "Ho dato informazioni non riservate; noi come comune non possiamo stabilire se la persona in questione è disabile e necessita di voto assistito, a meno che non ci sia una precedente documentazione. Se poi fosse interdetta, verrebbe segnalato dal comune in cui risulta iscritta nelle liste elettorali. In questo caso invece risultava che potesse votare". Il sindaco Rubino: "Collaboreremo con le forze dell'ordine" 

Regionali, provincia di Catania, TUTTE LE PREFERENZE lista per lista

Queste le preferenze lista per lista, con i singoli candidati per la provincia di Catania a scrutinio ultimato alle ore 12:10  

I 13 neo eletti catanesi all’Ars, quasi tutte vecchie conoscenze ma nessun consigliere comunale

Ecco i nomi dei 13 deputati catanesi che hanno conquistato il seggio all’assemblea regionale siciliana. Luca Sammartino del PD supera tutti con oltre 32 mila preferenze. Sei dei 13 neo deputati fanno parte della coalizione di Musumeci, quattro appartengono al Movimento 5 stelle e tre alle liste Micari

Il centro destra ha anche la maggioranza: 36 deputati su 70

Scatta il "listino del presidente" che porta all'ARS sei deputati lasciando spazio ai primi dei non eletti nei rispettivi collegi. Nella precedente legislatura Crocetta venne eletto con appena 30 deputati a sostegno. Qualche esclusione eccellente. Fuori dall'ARS Angelo Villari, Bruno Marziano, Marco Forzese e Giuseppe Caudo. TUTTI GLI ELETTI

Regionali: 9% di voto disgiunto a favore di Cancelleri e Fava

Dalle percentuali ufficiali risulta ormai evidente come il voto disgiunto abbia nettamente favorito Giancarlo Cancelleri ed in parte il Movimento 5 Stelle, soprattutto a danno del centro sinistra e di Fabrizio Micari, che tra le preferenze totali delle liste a suo sostegno ha uno scarto di ben 6,7%; la sua candidatura ha infatti ottenuto solo il 18,7% contro il 25,4% totale delle liste a suo sostegno. Anche il neo eletto presidente Nello Musumeci ha perso rispetto alle liste un 2,3% avendo ottenuto il 39,8 delle preferenze mentre le liste il 42,1% dei voti. Beneficia di ciò dunque il candidato pentastellato, che ha ricevuto un ampio consenso diretto, guadagnando l'8% come persona, malgrado molti dei suoi elettori abbiano poi votato un partito differente, in pratica il 34,7% contro il 26,7% della sua unica lista a sostegno. Anche Claudio Fava però è stato leggermente favorito dal voto disgiunto con uno 0,9% in più alla sua persona (6,1% totale) contro la sua lista Cento Passi che si è fermata al 5,2%

Musumeci chiude al 40%, “vorrei gioire ma non posso” dice in conferenza. “Resterò solo cinque anni”

Con il 39,84% di preferenze, oltre il 5% in più rispetto al diretto concorrente Giancarlo Cancelleri (34,65%), Nello Musumeci è il nuovo presidente della Regione. Stanco ma felice, il neogovernatore siciliano si presenta al comitato elettorale catanese intorno alle 19.30 prima di partire alla volta di Palermo. Dieci minuti di dichiarazione molto pacata, per via della stanchezza e della voglia di non festeggiare, con in mente il suo dolore più grande, la perdita del figlio Giuseppe avvenuta quattro anni fa. "Vivo questi momenti tra il sorriso e il pianto. Vorrei gioire ma non posso", dice commosso. In platea l'altro suo figlio, Salvo, oltre a decine di giornalisti di tutta Italia, moltissimi sostenitori e Giorgia Meloni come leader nazionale venuta ad applaudire, insieme agli altri, il Presidente. Che alla fine del suo discorso, prima ancora del suo insediamento, dice di voler rimanere solo cinque anni e di voler restituire a chi verrà dopo una "terra libera da zavorre e condizionamenti dall'esterno"

Exit Boom, gli unici dati certi: la fine del renzismo ed il tracollo di Angelino

Mentre Musumeci si avvia a vincere confermando il clamoroso eterno ritorno sulla scena politica dell'81enne Berlusconi, l'umiliante risultato del Partito Democratico, non solo in Sicilia ma anche ad Ostia dove resta fuori dal Ballottaggio, segna il tramonto definitivo di un metodo di governo basato sull'occupazione di ogni spazio di potere. Inutile per Crocetta aver commissariato tutti gli enti possibili, rischia di non superare il 5% la sua lista AS e lo stesso per Alleanza Popolare di Alfano. A rischio sbarramento quasi tutte le liste minori sia a destra che a sinistra. Disastro per la sinistra alternativa a Renzi riunita con la candidatura di Fava incollato intorno al 7%. Il dramma democratico della maggioranza degli elettori che non vanno più a votare, affluenza ferma al 46.76%. 

Il Pd accusa Piero Grasso per la sconfitta

Davide Faraone, sottosegretario e proconsole renziano in Sicilia, ha attribuito alla rinuncia del presidente del Senato Pietro Grasso la responsabilità del tracollo del PD in Sicilia.

Copertina

Stalin, la gallina e il signor Giuseppe

Qualche giorno fa al bar il signor Giuseppe, simpatico cameriere che abitualmente si occupa di noi, prima ancora di prendere l’ordinazione mi chiede: dottore, ma a chi lo dobbiamo dare questo voto? Io posso portare una trentina di voti, ma vede, mia moglie è disoccupata e dev’essere una persona che almeno ci garantisca un posto di lavoro.

ESCLUSIVA

Istituto musicale Bellini: il conservatorio abbandonato senza neanche la carta igienica

L'Istituto musicale "Vincenzo Bellini" di Catania anni fa rappresentava una vera eccellenza nel panorama artistico siciliano. Negli ultimi anni il lento declino fino alla scoperta della gestione criminale che lo utilizzava come bancomat e lo scandalo scoppiato nella sua interezza a maggio con 23 arresti. Ad oggi, dopo che le ceneri si sono depositate, Sudpress ha cercato di capire qual è la vita degli studenti, anima vera del conservatorio catanese, e colpiti in pieno. Antonio Di Carlo, rappresentante della consulta studentesca da un anno, studia violoncello da 8 anni, e racconta: "Le cose andavano male prima e male adesso. Mancano spesso persino i leggii, o la carta igienica. Vorremmo che l'istituto diventasse un ente statale, perchè forse cambierebbero le cose, ma serve anche che gli studenti escano dallo stato di rassegnazione in cui si trovano". E dire che il sindaco Bianco, in una delle sue solite uscite mirabolanti, a febbraio, aveva annunciato: "L'Istituto musicale Bellini avrà nuove risorse economiche dallo Stato e presto diventerà Conservatorio"

Cani: il Comune affida i randagi al Rifugio di Concetta (ex Nova Entra), ancora una volta!

Per il servizio di ricovero, custodia e mantenimento in vita dei cani randagi anche traumatizzati e malati per 7 mesi all’interno del territorio del Comune di Catania, il Comune spenderà ben 480 mila e 382 euro oltre l’iva di 94 mila 244 euro. Il canile è noto alla stampa per le turbolente vicende giudiziarie legate al presunto maltrattamento di animali

Regionali Sicilia 2017: Su RAI3 il peggior dibattito elettorale di tutti i tempi

Lucia Annunziata nella sua striscia domenicale "In mezz'ora" è riuscita questa domenica, unica occasione di questa grottesca campagna elettorale, a mettere a "confronto" i 5 candidati (e ancora non si capisce per cosa si sono candidati) alla presidenza della regione siciliana Musumeci, Cancelleri, Micari, Fava e La Rosa. Non è emerso un solo tema che potesse essere di interesse del popolo siciliano, una prospettiva, una visione, una speranza. Uno scenario imbarazzante, SudPress lo ha trasmesso in diretta sulla propria pagina FB e siamo rimasti attoniti. Non scriviamo nulla perché non c'è nulla da scrivere. Anzi, ce ne sarebbe tanto ma siamo avviliti e confusi. Preoccupati e spaventati. È un momento delicatissimo e pericolosissimo. Quindi, proponiamo ai nostri lettori il video integrale di questo scempio democratico senza aggiungere altro. Dobbiamo riflettere.

Festival Belliniano: l’araba fenice catanese “scoperta” adesso anche dal sindaco

La teoria dell’eterno ritorno. No, non è il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche teorizzatore del superuomo, ma piuttosto la poesia risorgimentale al vetriolo di Giuseppe Giusti, ricordate?...“Che fa il nesci, Eccellenza? o non l’ha letto?/ Ah, intendo; il suo cervel, Dio lo riposi in tutt’altre faccende affaccendato/ a questa roba è morto e sotterrato”. Il patriota Giusti bisognerebbe citare, ascoltando esterrefatti le ennesime esternazioni del defenestrato sindaco della città metropolitana di Catania, Vincenzo Bianco detto Enzo

Vulcania: il verde abbandonato e la rabbia nera degli abitanti

Si moltiplicano le segnalazioni e le proteste, da parte di residenti e commercianti del quartiere Borgo-Sanzio, per la carenza e in certi casi assenza del servizio di pulizia e manutenzione del verde pubblico da parte dell’Amministrazione Comunale. In particolar modo, si fa riferimento all'area verde del parco "A. Moro" e dintorni, alla via  Empedocle, all'area verde del parco "Falcone", a piazza"Pasolini" e a via Vincenzo Giuffrida. Il Comitato Vulcania, tramite la sua coordinatrice Angela Cerri attacca duramente il comune: "Deve scapparci il morto prima di intervenire?"

Pubbliservizi: Ontario “obbedisce” a Cocina, via eccessi e indennità extra

Dopo la strigliata del commissario straordinario della Città Metropolitana Salvo Cocina, arriva la risposta dell'amministratore unico della Pubbliservizi Silvio Ontario che con una lettera indirizzata ai sindacati, comunica la sospensione, anche con turnazione di 379 dipendenti. In parole povere, si cercherà di eliminare gli eccessi, gli stipendi verranno ridotti per 26 settimane ed eliminati i cosiddetti sprechi, come voci retributive in eccesso e  progressioni verticali, lavorando comunque a pieno regime. Si sarebbe dovuto fare prima, per non arrivare  a questo punto in cui, come sempre, a farne le spese saranno i lavoratori, quelli più onesti almeno

Strade: ma quando cominciano i lavori di manutenzione?

Sudpress si è occupato da mesi della "questione buche" in città, cercando di stare col fiato sul collo dell'Amministrazione nella speranza che le strade vengano finalmente sistemate. A distanza di sette mesi dall'annuncio del sindaco Bianco in pompa magna, a quanto pare bisogna aspettare ancora.  I lavori per il recupero di strade, piazze, caditoie e tombini sembra siano stati assegnati da una ventina di giorni con Global Service, progetto per il quale l'Amministrazione comunale ha stanziato circa 2 milioni di euro. Peccato che ancora non si riesca a sapere quando effettivamente sarà attivo il servizio e dal Comune tutto tace 

Pubbliservizi: Cocina striglia Ontario: “entro una settimana ridurre i costi del personale”

Circa 15 giorni fa Sudpress pubblicava un articolo in cui spiegavamo esattamente come il decreto del sindaco metropolitano Bianco sulla proroga del contratto con la Pubbliservizi in realtà non prorogava nulla. Si trattava soltanto di un atto di indirizzo con il quale l'ex sindaco ormai agli sgoccioli, dava mandato ai dirigenti di predisporre gli atti al fine di prorogare il contratto per i servizi di facilities-management alla Pubbliservizi S.p.A., per tre mesi al costo di 854mila euro al mese da ottobre a dicembre. Oggi il neocommissario straordinario Salvo Cocina, persona di esperienza, nel nuovo decreto emesso tra i primi atti della sua gestione a capo della Città Metropolitana, abbassa "i prezzi" e mette in guardia la società partecipata intimandole di verificare urgentemente le "progressioni verticali" del personale, che in pratica avrebbero affossato l'azienda, "avviando con immediatezza le necessarie procedure riparatorie...compreso  il recupero delle somme illecitamente corrisposte". E per farlo concede una settimana di tempo.

ESCLUSIVA

Pantano d’Arci: a Catania l’incredibile caso del depuratore comunale che inquina

Il depuratore dell’autoparco comunale di Pantano d’Arci non sarebbe in funzione da parecchio tempo e anzi sarebbe oggetto di un procedimento da parte dell’Autorità Giudiziaria da almeno due anni. Questo però non impedirebbe il lavaggio abusivo dei mezzi della Nettezza Urbana, con l’utilizzo di detersivi evidentemente molto aggressivi per la salute e per l’ambiente. Sudpress ha fatto un sopralluogo a Pantano d’Arci GUARDA LE FOTO

Speciale

Comune: caso Molino e ufficio stampa, il...

12 apostoli: terminati gli incidenti probatori, una...

Altro candidato arrestato, questa volta per estorsione:...

Cronaca

Catania, Guardia di Finanza: sequestrate 13 agenzie...

A Sigonella nuovo comandante e nuove responsabilità

Bianco perde la sua risorsa più preziosa:...

Eventi

L’ultimo libro di Maurizio Caserta e Aldo...

“The Square” ovvero della tragica e ignobile...

“Teen Masterclass”: alla Virgin di Catania 20...

Sport

Mazzarani last minute salva il Catania, 1-0...

“Teen Masterclass”: alla Virgin di Catania 20...

12 Ma edizione del “Galà dello Sport”:...

Al voto

Il primo sondaggio post regionali siciliane conferma...

Dopo il “caso De Luca”, ecco gli...

Elezioni: video virale su fb accusa brogli,...

Login Digitrend s.r.l