domenica - 17 dicembre 2017

array(1) { [0]=> string(7) "Cronaca" }

Una borsa di studio dedicata al giornalista catanese Mario Petrina

Mario, che abbiamo conosciuto bene, indimenticato presidente nazionale dell'Ordine per due mandati, per anni ai vertici degli organismi di categoria, è stato punto di riferimento per generazioni di suoi colleghi cui ha sempre dedicato tutta la sua umanità e generosità. Caporedattore RAI, è stato per anni il volto catanese della popolarissima trasmissione 90° Minuto. Adesso lo ricorda con un bel tributo l'associazione dei giornalisti in pensione che gli dedica una borsa di studio per giovani aspiranti professionisti del settore sportivo.

Domenica un evento “strano”: “Ozio e Negozio”

Quel pazzo di Lucio Lanza, "farmacista-commerciante-fotografo-artista", ha organizzato un incontro da non perdere. Il suo negozio dedicato all'arte del riposo di via Milano 27 diventerà, dalle 18.30 di domenica 17, scenario di una "performance dissertatoria" del prof. Antonio Di Grado, Ordinario di Letteratura Italiana e raffinato intellettuale catanese che intratterrà gli ospiti sull'intrigante tema dell'Ozio "da vizio a valore". 

Zona Industriale: finalmente (forse) ci sarà almeno la luce

Un barlume di speranza sembrerebbe aprirsi per la sciagurata Zona Industriale di Catania che forse, chissà quando, non sarà più immersa nel buio e gli imprenditori potranno sentirsi più sicuri. Circa venti giorni fa è uscito il bando pubblico per la “riqualificazione degli impianti di pubblica illuminazione con orientamento al risparmio energetico  e al telecontrollo per la sicurezza territoriale”,  per 1 milione e 318 mila euro, provenienti dal Patto per Catania, con scadenza il 14 dicembre. Nota particolare è che il bando sia uscito circa un mese dopo la l'intervista di Sudpress all’imprenditore Giorgio Strano sugli innumerevoli disservizi della zona. Per l'aggiudicazione della gara e la conseguente assegnazione dei lavori se ne parla dopo Natale, come riferito dal Comune

Circonvallazione: pedoni investiti, è sempre più allarme sicurezza

Solo pochi mesi fa, a luglio, moriva dopo 5 giorni di agonia, Danilo Di Majo, studente ennese, iscritto in medicina a Catania. Il giovane, investito da un pirata della strada proprio davanti alla Cittadella Universitaria, era stato vittima oltre che della scelleratezza umana, anche dell'assenza di misure di sicurezza stradali, in un punto particolarmente pericoloso della circonvallazione catanese, ma egualmente frequentato quotidianamente dai tantissimi studenti delle facoltà scientifiche. All'indomani della tragedia, come sempre era stato annunciato, dall'assessore Rosario D'Agata, la realizzazione in tempi brevi delle strisce pedonali rialzate ed altri interventi per la sicurezza. Sudpress è andato a controllare e naturalmente ancora non ce n'è traccia. Questo anche a pochi giorni dall'ennesima triste notizia di un altro incidente mortale sempre lungo la circonvallazione ma stavolta nella zona Cibali, dove un uomo è stato travolto e ucciso

Che sta succedendo a Santa Chiara?

È la storica sede da cui partono le iniziative dei volontari della Comunità Sant'Egidio, con il presidente per la Sicilia Emiliano Abramo che mantiene una visione lucida di quanto sta accadendo in città, con la povertà e la miseria, non solo economica, che hanno raggiunto livelli insostenibili per garantire un minimo di pace sociale. Problemi e drammi umani che la Comunità affronta e spesso risolve senza clamori e proclami. 

Stampa: Orazio Aleppo nuovo Caposervizio RAI

Il catanese Orazio Maria Aleppo, non ancora cinquantenne (li compie il prossimo 21 dicembre), di Acireale, è giornalista professionista dal 1993 e dal 1988 svolge la propria carriera presso la RAI, a lungo presso la redazione bolognese prima di approdare al TGR Sicilia. Grande appassionato di volo, pilota il suo aereo come fosse una bicicletta decollando dall'aviosuperfice Triavio di Calatabiano che ha contribuito a rilanciare, facendone uno dei punti di riferimento più ricercato dagli operatori del settore ed a cui dedica quel che gli concedono come tempo la bella e simpaticissima moglie Héloïse e la figlia Chiara

Sicilcar: dopo lo sciopero le promesse di Comune e impresa, ma resta la paura

Lo sciopero notturno dei dipendenti della ditta che si occupa di manutenzione, lavaggio e ingrassaggio dei mezzi della Nettezza Urbana, davanti all'autoparco comunale ha avuto come risultato l'ennesima riunione con l'assessore  al ramo Rosario D'Agata.  Entro martedì 19 si dovrebbe avere il pagamento di una mensilità e della tredicesima, e forse entro fine dicembre anche il versamento di un secondo stipendio, dei 5 arretrati, per gli oltre trenta operai. Solite rassicurazioni insomma, ma tra i lavoratori serpeggia sempre paura e incertezza, anche in virtù di un fatto che un contratto vero e proprio tra Comune e Sicilcar non ci sarebbe e questo non consentirebbe alla ditta di ottenere anticipazioni bancarie

64enne investita in viale Vittorio Veneto vicino alla scuola Mario Rapisardi

La signora, poco dopo le otto, è stata portata al pronto soccorso dell'ospedale Cannizzaro e accolta in codice giallo. Dall'ospedale fanno sapere che la donna ha riportato un trauma cranico dovuto all’impatto sull’asfalto. Attualmente si trova nell’area delle emergenze per gli opportuni approfondimenti diagnostici, ma il quadro clinico deve essere ancora definito

Nettezza Urbana: dipendenti Sicilcar allo stremo, sciopero notturno davanti l’autoparco

Non è bastato il coinvolgimento con arresto del capo del personale Pietro Garozzo, in un'indagine importantissima della Procura etnea; non sono bastate le proteste e gli scioperi dei mesi precedenti nè le immagini degli operai che lavano i mezzi senza protezioni e il depuratore per lo smaltimento dei liquidi guasto da anni, come documentato da Sudpress ad ottobre. Nulla di tutto ciò ha consentito che nella vicenda Sicilcar vi fosse una scossa risolutiva per stabilizzare la situazione lavorativa e umana dei dipendenti, dopo la cessione del ramo d'azienda ed il passaggio da Officine Meccaniche. Una trentina di operai si sono trovati per un sit in notturno, davanti l'autoparco comunale, per l'ennesima dimostrazione di uno stato delle cose disastroso, con lavoratori e famiglie ormai abbandonate da tutti, Comune in primis, e proprio in prossimità del Natale

Negato pass per disabili dopo 27 anni: la vergogna di Catania

Un paradosso vergognoso, quello che coinvolge l'Asp di Catania e l'Ufficio di Medicina Legale, oltre che il Comune. Dopo 27 anni infatti, è stato negato ad un giovane autistico, Alberto Murabito, invalido al 100 %, il rinnovo del pass per disabili che gli consente, accompagnato, di usufruire delle corsie preferenziali e degli stalli appositi quando è in auto. E quello che è definito dagli organi preposti un "privilegio", viene proibito, senza nemmeno una visita di accertamento, semplicemente perchè in grado di camminare, ma senza alcuna attenzione ai problemi psichici di cui il ragazzo, nelle sue condizioni, soffre GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

Lutto per Piero Romano che perde la compagna Silvana Di Stefano

A darci la triste notizia, purtroppo attesa, è Carmelo Mannino, presidente della Scuba Diving School, la prestigiosa scuola di subacquea di cui Piero Romano è storico istruttore tra i più esperti ed apprezzati. Piero ha lottato sino all'ultimo al fianco della bella e dolce Silvana che a soli 56 anni ha dovuto arrendersi ad un male terribile e doloroso. Con tutta la grande famiglia Scuba, mi stringo personalmente al dolore di Piero, carissimo amico da lunga data che spero possa trovare conforto nella consapevolezza di aver fatto tutto il possibile per il bene della sua compagna e di cui sono stato testimone. Un forte abbraccio. Ciao Silvana, sei stata molto amata. I funerali giovedì 14  alle 17.15 nella chiesa San Luigi di viale Mario Rapisardi.

Il Teatro Bellini, i soldi del ministero e l’incredibile replica alla querela archiviata

In quasi 10 anni di giornalismo d'inchiesta ce ne sono capitate di tutti i colori, ma la "replica" ricevuta questo sabato ci ha lasciato basiti. Ci viene richiesto espressamente lo stesso spazio dato ad un precedente articolo e non possiamo che esaudire, anzi vorremmo poterne dare anche di più.

Corso Martiri, Arcidiacono smentisce Bianco: “Solo propaganda elettorale e appagamento del suo ego”

A pochi mesi dalle elezioni comunali si intensificano i "deliri propagandistici" da parte dell'amministrazione Bianco che dopo 5 anni lascia una città devastata. A proposito dell'ultima comunicazione sul famigerato "Risanamento Corso Martiri" è giunto un durissimo intervento del vice presidente vicario del consiglio comunale di Catania Sebastiano Arcidiacono: "Offende l’intelligenza dei catanesi il tentativo del sindaco Bianco di spacciare come un fatto di portata storica la riqualificazione di quattro limitate aree a verde del vecchio quartiere San Berillo, interventi minimali rispetto al complessivo risanamento della vasta zona di Corso dei Martiri." "Altro che migliaia di posti di lavoro, impiegati solo 15 operai!" LE 5 VERITÁ.

La Croce Rossa e l’appalto CARA Mineo del 2014: ma come venne ammessa?

Sia chiaro, stiamo parlando di milioni di euro. Tanti. Abbiamo visto come il comitato provinciale della Croce Rossa di Catania sta partecipando proprio in questi giorni alla gara gestita dalla prefettura di Catania per aggiudicarsi i quasi 17 milioni del lotto 1 per i servizi al CARA Mineo. Ed è emerso più di un dubbio sulla regolarità dell'ammissione a questa gara considerata l'iscrizione solo in extremis alla Camera di Commercio, formalizzata sicuramente dopo la scadenza dei termini, circostanza ritenuta ininfluente dalla commissione prefettizia che l'ha tranquillamente ammessa. Certo è invece che di sicuro la Croce Rossa di Catania nel 2014 non era iscritta alla Camera di Commercio...e allora? Cosa è stato dichiarato negli atti di gara? Possibile che nessuno se ne sia accorto?

In evidenza

Convegno a Sortino sul magico sito di Pantalica patrimonio mondiale

L’importante evento, “Pantalica, un sito tra Protostoria e Medioevo”, organizzato dalla Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Siracusa guidata da Rosalba Panvini, Comune di Sortino, Università degli Studi di Catania e Consorzio universitario Archimede, è coordinato da Mario Blancato e riunirà al cinema Italia di Sortino i più autorevoli studiosi della preistoria e della protostoria siciliane e, in particolar modo, del sito di Pantalica con l’obiettivo di promuovere la conoscenza di questa porzione di territorio quale sede preistorica degli antichi siculi e la conseguenza di riscriverne la storia.

Suggestiva messa per Santa Lucia all’Ardizzone Gioeni

Si è svolta nella chiesa dell'istituto per ciechi Ardizzone Gioeni di Catania la Santa messa per Santa Lucia. Nella splendida chiesetta, gremita in ogni ordine di posti, il presidente dell'ente, dottor Giampiero Panvini ha ringraziato i presenti e ricordato che Santa Lucia è la santa dei ciechi e degli ipovedenti e proprio per questo motivo all'interno dell'istituto la ricorrenza viene celebrata con la Santa Messa e anche festeggiata all'interno della struttura. IL VIDEO DELL'ESIBIZIONE DEI MUSICISTI OSPITI

A Catania è allarme baby gang: controllo del territorio inadeguato

All'interno di pagine dedicate ai problemi che affliggono chi frequenta Catania, sui principali social network, si moltiplicano le segnalazioni di persone, non solo adolescenti, che lamentano aggressioni costanti, provocazioni, percosse e offese da parte di gruppetti più o meno numerosi di ragazzini tra i 12 e 18 anni, pronti ad accendere risse per divertimento, spalleggiati da ragazzi più grandi. In prossimità del Natale, la situazione potrebbe peggiorare e dal Questore Giuseppe Gualtieri è stato richiesto un tavolo tecnico anche per gestire il problema del bullismo, con maggiore presenza di tutte le forze dell'ordine in centro

Assessore Sgarbi, per carità non si distragga…

Aldo Premoli, direttore del nostro SudStyle e firma di Huffington Post e Artribune, proprio su quest'ultimo ha scritto della mostra allestita in questi giorni al Castello Ursino di Catania e curata dal critico Vittorio Sgarbi, che ha replicato in maniera insolitamente moderata alle perplessità manifestate. E per SudPress il direttore Premoli approfondisce. E rilancia...

Il sindacato UGL attacca Bianco: “Modo di amministrare da irresponsabili”

Il sindaco Bianco ha inaugurato un nuovo parcheggio a pagamento nella ex rimessa AMT di via Plebiscito. Per il sindacato UGL: "Ennesimo taglio di nastro su cui questa amministrazione ha fondato la sua ragion d'essere. Catania ha bisogno di un trasporto pubblico efficiente non di passerelle e sfavillanti iniziative. Inutile parlare di mobilità sostenibile senza un vero piano!”

Originale corso all’Istituto Cannizzaro: “Guida e manutenzione del Go-kart”

Venerdì 15 dicembre, dalle 14.30 alle 18.00, in occasione dell’OPEN DAY dell’Iti Stanislao Cannizzaro, il Dipartimento di Meccanica, Meccatronica ed Energia presenterà il nuovo corso “Guida e Manutenzione del Go-kart” realizzato grazie all’impegno dei docenti Domenico Crudo e Norma La Piana, in collaborazione con l’A.s.d. Karting Club “Sacro Cuore”.

IL SINDACO DEL VILLAGGIO

Riportiamo testualmente, senza alterare o aggiungere nulla, il comunicato con relative immagini diffuso dall'Ufficio Stampa del comune di Catania con il titolo, sempre a cura dello stesso Ufficio Stampa: "Natale, Bianco "illumina" albero di piazza Università".

Pubbliservizi nella farsa tra Bianco e Ontario: “Sono finti i licenziamenti o le promesse?

Gli applausi c'erano stati a settembre, con Enzo Bianco al centro della ruota di dipendenti dinanzi la Prefettura che lo incensava, mentre lui proclamava la risoluzione positiva della vicenda Pubbliservizi, partecipata della ex Provincia ridotta al crollo. Al momento quello che sta accadendo è chiarissimo: Promesse smentite dagli unici fatti reali e concreti: 1) i libri già in tribunale per il fallimento; 2) le lettere di licenziamento per tutti i dipendenti. Il resto rimane la solita insopportabile fuffa.

Rifiuti e arresti. La dirigente licenziata da Bianco “Io a processo a causa di un soggetto che ora è in galera”

Un vero e proprio "anello di collegamento tra gli imprenditori, la criminalità organizzata e la pubblica amministrazione. La sua posizione all'interno del clan era -scrivono gli inquirenti nell'ordinanza firmata dal Gip- di primaria importanza, in quanto dalla sua azione derivavano consistenti introiti per il clan e per i suoi affiliati, legati all'aggiudicazione ed alla esecuzione di appalti pubblici". Pietro Garozzo, capo del personale della Sicilcar elettrauto snc che ha in appalto dal Comune di Catania il servizio di rimessaggio, manutenzione e lavaggio dei mezzi della Nettezza Urbana,è stato arrestato nell'ambito dell'operazione "Gorgoni" della Dia con l'accusa di associazione mafiosa. Ma a capo del personale Garozzo lo è stato anche per la Puntese Diesel, la società che l'ex dirigente dell'Ecologia e Ambiente del Comune Annamaria Li Destri, è stata accusata di aver voluto favorire

Regione: “Ahia, si ricomincia con la depressione? NON VA BENE!”

Musumeci si sottragga subito alla sfiga: è stato eletto per questo! Questa mattina tutti i giornali pieni della solita solfa che sentiamo ormai da almeno 10 anni. Gli ultimi 5 poi sono stati un delirio di incapacità inimmaginabile. E si ricomincia: debiti, forestali, musei chiusi, precari, incarichi, fondi europei sprecati, discariche chiuse e tutte le altre amenità di una narrazione ormai troppo noiosa, da voltastomaco. La Regione Sicilia è stata distrutta? Ok, lo sappiamo e lo sappiamo benissimo: ma adesso basta! Ora occorre capire entro i prossimi 3 mesi se esiste una Visione per rivoluzionare e rilanciare l'intero sistema economico oppure si dichiari immediatamente default, consentendo di mettere ordine prima che scoppi la violenza sociale. INTERVIENE IL PRESIDENTE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DEL SUD-EST PIERO AGEN

La Corte dei Conti diffida i revisori del comune di Catania. Ma non si annoiano?

Prosegue oltre il comico la pantomima inscenata sulla situazione finanziaria del comune di Catania. Il primo "piano di riequilibrio" è letteralmente scomparso da oltre 430 (QUATTROCENTOTRENTA) giorni, nessuno riesce a capire quale sia la realtà, i creditori sono praticamente sul lastrico e la Corte dei Conti, invece che inviare i caschi blu dell'ONU, tollera ancora di farsi snobbare in maniera ridicola e si limita ad inviare l'ennesima lettera di diffida. Ma almeno evitino alla Giustizia Contabile l'umiliazione di dimostrare che non serve a niente! E non c'è altro da aggiungere, abbiamo già scritto tutto il possibile.

Copertina

Manutenzione strade: è partito il “Global Service”, vediamo che concludono

Dopo l'annuncio in pompa magna con tanto di foto del 22 novembre da parte del Comune di Catania riguardo l'attivazione di Global Service il progetto tanto atteso per la sistemazione di piazze, strade, marciapiedi tombini e caditoie, sono stati inaugurati i lavori di recupero di piazza Falcone, alle spalle di corso Martiri, da tempo uno dei simboli del degrado catanese. Ma ora i cittadini si domandano quali altre parti della città verranno sistemate e soprattutto quando. Tra le strade in pessimo stato segnalate dai cittadini troviamo viale Africa, corso Sicilia, via Santa Sofia e via Caronda

Violentava ragazzini della parrocchia, arrestato un sacerdote a Catania

Si tratta di padre Pio Guidolin che esercitava il suo ministero al Villaggio Sant'Agata di Catania. Pare che, sin dal 2014, il sacerdote, sfruttando il suo ruolo e approfittando della condizione di particolare fragilità di diversi ragazzini (minori di 14 anni), provati da vicende personali che li avevano turbati, li aveva costretti a compiere atti sessuali, cospargendoli con l’olio santo (prelevato dai locali della Chiesa), ammantando i suoi gesti di una valenza spirituale e proponendoli ai minori quali “atti purificatori”, in grado di lenire le loro sofferenze interiori

Museo Egizio a Catania: ancora firme e foto, ma la location non è pronta

Di protocollo in protocollo, a Catania il Museo Egizio rischia davvero di rimanere solo sulla carta. Dopo l'"accordo quadro" siglato nel febbraio scorso tra sorrisi e strette di mano, salvo smentite successive dello stesso Museo Egizio di Torino, ecco un'altra cerimonia con tanto di penne a favore di fotografo e comunicato. Con il Ministro ai Beni culturali Dario Franceschini a dare la benedizione. Il tutto subordinato alla fine della ristrutturazione della location preposta, cioè il Convento dei Crociferi, sul cui termine dei lavori neanche il responsabile sa fornire date precise

“Gorgòni”, arresto Garozzo: cresce la preoccupazione tra i lavoratori della Sicilcar

Anche della Sicilcar, altra appaltatrice del comune di Catania, SudPress si è più volte occupato ed in particolare per "L'incredibile caso del depuratore di Pantano d'Arci". L'autentica bomba esplosa con l'operazione della DIA catanese, riguardante mafia, rifiuti e corruzione, che ha portato all'arresto di diverse persone, tra cui anche un giornalista, ha coinvolto anche Pietro Garozzo, a capo del personale della Sicilcar, l'azienda che gestisce per conto del Comune di Catania, la manutenzione, il lavaggio e l'ingrassaggio dei mezzi della nettezza urbana, dopo essere subentrata a "Officine Meccaniche".

Inchiesta Rifiuti turba Catania, Matteo Iannitti: “Bianco spieghi cosa succede al comune”

Mafia, corruzione, arresti: la DIA di Catania al comando di Renato Panvino ha scoperchiato un pentolone maleodorante che continua a bollire ed il fuoco pare solo agli inizi. L'aspetto più inquietante che sta montando in queste ore è quanto accade ormai da tempo al comune di Catania: gara da 300 milioni andata deserta e denunciata per requisiti giudicati impossibili, mentre ne è stata effettuata una da 11 milioni per soli 3 mesi per la quale è stata presentata, molto stranamente, una sola offerta. E la ditta, in società con la Eco Car, che sta attualmente svolgendo il servizio è la Senesi, il cui amministratore è stato arrestato. Insomma, un verminaio con qualche aspetto allarmante. E ce ne parla Matteo Iannitti di Catania Bene Comune che da mesi denuncia troppe stranezze. IL VIDEO

Città Metropolitana: Cocina “Resto come commissario del Consiglio Metropolitano”

"L'ordinanza del Tar produce la sospensione della nomina commissariale, reintegrando Bianco quale sindaco della Città metropolitana, ma io resto come commissario del Consiglio Metropolitano. Bianco sarà il sindaco e io il commissario. Ma non farò ricorso contro la decisione del Tar. Se vorrà, potrà farlo il presidente della Regione Nello Musumeci". A parlare è Salvo Cocina, il commissario della Città metropolitana che l'ex presidente della Regione Rosario Crocetta aveva nominato con un decreto a fine legislatura, il 18 ottobre scorso, al posto del sindaco metropolitano Enzo Bianco. Così Bianco, salvo ulteriori interventi, per decisione del Tar torna alla Città Metropolitana. 

Rifiuti, mafia e corruzione: coinvolta anche la ditta che gestisce l’appalto del comune di Catania. IN PROROGA!

Fermato Rodolfo Briganti, il rappresentante legale della Senesi spa, la stessa ditta che ha vinto l'appalto ponte per la raccolta rifiuti del Comune di Catania. E non solo. Arrestato anche Pietro Garozzo, coordinatore responsabile del personale della Sicilcar, altra ditta che lavora per il Comune di Catania, addetta alla riparazione, manutenzione e lavaggio dei mezzi della Nettezza Urbana comunale. Tra gli altri arrestati ci sono imprenditori, funzionari comunali, mafiosi e persino un giornalista catanese. Insomma un pò di tutto tra le 16 persone colpite da provvedimenti di custodia cautelare nell'ambito dell'operazione "Gòrgoni" condotta dalla Dia e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia guidata dal Procuratore Carmelo Zuccaro che coinvolge in particolare, i comuni di Trecastagni, Misterbianco e Acicatena VIDEO E INTERCETTAZIONI

Illuminazione pubblica, Lungomare al buio nonostante le promesse

Diverse volte il Comune ha annunciato di provvedere, tramite una serie di interventi immediati, a ripristinare l’illuminazione di alcune zone della città, da tempo costrette a fare i conti con il buio durante le ore serali. Lo scorso 14 ottobre, quindi un mese e mezzo fa, con un ennesimo comunicato l'Amministrazione ha annunciato i lavori volti ad intensificare l'illuminazione sul Lungomare, ponendo l'accento su particolari interventi destinati alla pista ciclabile e alle aree pedonali. Ma niente di tutto ciò è stato fatto  

Speciale

Operazione “Ghost Trash” a Vittoria: la Finanza...

9 milioni e mezzo per le “periferie”...

Accampati con bambini davanti alla Cattedrale, la...

Cronaca

La vergogna delle strade catanesi tra sporcizia...

Domenica un evento “strano”: “Ozio e Negozio”

Una borsa di studio dedicata al giornalista...

Eventi

Domenica un evento “strano”: “Ozio e Negozio”

Micio Tempio, poeta “maledetto” vietato ai minori

La Camera di Commercio punto d’incontro tra...

Sport

Calcio Catania, brutto pareggio col Matera. Mister...

Il Catania sbatte sul Matera:…

Calcio: il Catania non approfitta del passo...

A2 Volley. Terza vittoria consecutiva per la...

Al voto

Il primo sondaggio post regionali siciliane conferma...

Dopo il “caso De Luca”, ecco gli...

Elezioni: video virale su fb accusa brogli,...

Login Digitrend s.r.l