giovedì - 19 ottobre 2017

array(6) { [0]=> string(11) "agricoltura" [1]=> string(8) "Ambiente" [2]=> string(7) "catania" [3]=> string(10) "Interviste" [4]=> string(9) "Reportage" [5]=> string(8) "Speciale" }

Agrumicoltura siciliana: l’eccellenza isolana che rischia di sparire

Il virus denominato "Tristeza", un vero e proprio tumore delle piante, che colpisce una delle varietà più resistenti e longeve (alcuni esemplari arrivano ai 100 anni di vita) l'arancio amaro, già da 10 anni flagella i coltivatori siciliani, sopratutto catanesi. Ma non è soltanto la natura a danneggiare l'agrumicoltura isolana, tanti altri problemi di diversa tipologia: dai trasporti, alla scarsità d'acqua, fino alle regole imposte dall'Unione Europea e alla mancanza di sostegno da parte dello Stato rendono ormai la vita difficilissima a chi vive di queste attività, col rischio di distruggere un settore che dovrebbe invece essere la locomotiva dell'economia della Trinacria insieme al turismo

array(2) { [0]=> string(7) "Cronaca" [1]=> string(8) "Politica" }

Schiaffo di Crocetta a Bianco: Salvo Cocina commissario alla Città Metropolitana

Certo che nelle ultime settimane di mandato il presidente della regione Rosario Crocetta se ne sta togliendo sassolini, anzi veri e propri macigni, da entrambe le scarpe. Dopo aver smascherato Orlando sulla incapacita di formare le liste a sostegno del suo stesso (ex) candidato Micari, oggi sgancia la bomba atomica su Catania. Non solo toglie ad Enzo Bianco la bramata fascia blu di Sindaco Metropolitano Intergalattico Assoluto con tanto di Portavoce e Super Esperto, ma decide di scegliere un commissario che più sgradito non si può, addirittura una vittima eccellente del suo stesso dispotismo che lo ha trasformato di fatto in arcinemico (che smentirà ma noi lo sappiamo). Si tratta del dirigente regionale Salvo Cocina, già dirigente al comune di Catania che Bianco costrinse con metodi bulgari alle dimissioni perché "colpevole" di voler applicare quello che la legge gli imponeva. Vicenda complicata finita in procura dove se ne è persa traccia. Siamo in attesa del solito comunicato del solerte ufficio stampa del comune che allegherà come sempre le immagini (magari video) del passaggio delle consegne. Da archivio.

Per l’Europa evento enorme l’assassinio della giornalista d’inchiesta maltese Daphne Caruana Galizia

A soli 80 chilometri da casa nostra, in un paese membro della civilissima Comunità Europea, una coraggiosa giornalista d'inchiesta è stata fatta saltare in aria nella sua auto. Un crimine senza precedenti. Al centro le sue inchieste sulla corruzione del governo maltese e sul sistema di riciclaggio. L'Europa sta tollerando da troppo tempo la presenza di governi criminali tra i propri membri, che stanno trasformando intere nazioni in gigantesche organizzazioni di riciclaggio e corruzione. RISCHIO MORTALE INSOPPORTABILE: NON SI REGISTRA NESSUNA PRESA DI POSIZIONE DI PARLAMENTARI EUROPEI ITALIANI SULL'ACCADUTO E SULLA GRAVITÀ DELLA SITUAZIONE MALTESE! Sudpress partecipa con dolore e preoccupazione al lutto della federazione della stampa maltese e della famiglia di Daphne.

E’ morto Elio Rossitto, noto docente universitario e politologo catanese

Aveva 74 anni Elio Rossitto professore di Economia politica dell'Università di Catania, uno dei docenti più in vista dell'ateneo tra gli anni '90 e i 2000, fu anche consulente politologo vicino all'allora presidente della Regione Raffaele Lombardo

“Dirty Oil”: carburante alterato dalla Libia, tra mafia, trafficanti libici e società petrolifere

In un anno di indagini, i militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Catania, sono riusciti a documentare dettagliatamente oltre 30 viaggi nei quali sono stati importati via mare dalla Libia più di 80 milioni di kg. di gasolio per un valore all’acquisto di circa 30 milioni di euro. La complessa investigazione economico – finanziaria ha fatto emergere un sofisticato traffico illecito internazionale di carburante in grado di alterare la libera concorrenza di mercato, a danno di imprese, consumatori finali e degli Stati europei destinatari del prodotto petrolifero trafugato. All’associazione criminale, che si è avvalsa anche dell’opera di miliziani libici armati dislocati nella fascia costiera confinante con la Tunisia, è stata altresì contestata l’aggravante mafiosa, data la presenza di Nicola Orazio Romeo, ritenuto vicino alla famiglia mafiosa dei Santapaola-Ercolano

Il sopralluogo al parcheggio, la “fake news”, il video e la partita a carte del sindaco

Siamo alle solite. Ormai ci siamo quasi stancati a descrivere ogni giorno una nuova trovata del sindaco Bianco che, al posto di pianificare e realizzare opere pubbliche vere, dà sfogo alla sua smania di protagonismo inaugurando opere già fatte da altri e che semplicemente avrebbero bisogno di normalissimi interventi di manutenzione. Anche nel caso del parcheggio di San Giovanni Galermo, accanto all'Etna Bar, si tratta di un'opera realizzata dall'amministrazione Scapagnini dieci anni fa e che in quattro anni e passa della sua amministrazione, Bianco non è stato capace di mantenere

Arrestato Nunzio La Torre, ex calciatore del Catania, nell’ambito dell’operazione “Strascico”

Nunzio La Torre, ex giocatore di calcio professionista, con trascorsi in serie A tra le fila del Cagliari ma sopratutto del Catania, è stato arrestato nell'ambito dell'operazione di Polizia denominata "Strascico", portata a termine dagli uomini della squadra mobile di Ragusa. Gli altri tre fermati sono Orazio Di Salvo, Giovanni Grillo e Massimo Scardaci. I 4 erano riusciti a sfuggire alla cattura, dopo che la scorsa notte la Polizia aveva bloccato il gruppo criminale, colpevole di numerosi furti di mezzi e attrezzi da lavoro in altrettante aziende siciliane, e composto da 17 persone, adesso tutte arrestate

Regionali. “Mi sposo il 24 ottobre”, l’annuncio del candidato Micari irrompe nella campagna elettorale

Ma giusto durante la campagna elettorale, come si fa adesso? La data però era stata fissata prima e quindi la campagna può attendere. Lo avranno pensato un pò tutti quelli dell'entourage di Fabrizio Micari, impegnati nei frenetici tour elettorali che però dovranno essere interrotti, con buona pace di chi sta lavorando magari giorno e notte. Ma Tant'è

Tre domande rivolte ai candidati alla Presidenza della Regione Siciliana

Un'iniziativa provocatoria ma di certo importante, quella di porre alcune domande precise ai 5 candidati alla presidenza della Regione Siciliana sul sito per la trasparenza sappiamochivotiamo.it . Il primo tema posto riguarda, il sorteggio sui Revisori dei Conti negli Enti locali. A Nello Musumeci, Claudio Fava, Giancarlo Cancelleri, Fabrizio Micari e Roberto La Rosa, si chiede la disponibilità a confrontarsi pubblicamente sull'argomento

Università, mailgate: la procura chiede 6 anni di carcere per l’ex rettore Toni Recca

Davvero una pena esemplare, se non altro, quella richiesta dal sostituto procuratore Raffaella Vinciguerra che sostiene l'accusa nel processo che vede imputato l'ex Magnifico rettore dell'ateneo catanese, con due dipendenti, per l'utilizzo abusivo della mailing list dell'Università a fini elettorali. Udienza rinviata al 23 gennaio, data in cui potrebbe anche essere emessa la sentenza.

Studenti svantaggiati, l’UNEBA attacca l’assessore Parisi: “Insensibile e distaccato”

Fortunato Parisi, leder locale della UIL, si è insediato ad inizio luglio sostituendo il collega Angelo Villari della CGIL, altro sindacalista di professione che non si capisce cosa abbia fatto in quasi tre anni alla guida dell'assessorato al Welfare ed oggi candidato alle prossime regionali col PD. Una delle prime urgenze che il neo assessore avrebbe dovuto affrontare, e risolvere per tempo, doveva essere l'assistenza agli alunni disagiati, ma non solo a distanza di un mese dall'inizio dell'anno scolastico non si hanno notizie del servizio che coinvolge circa 400 alunni, ma il segretario dell'UNEBA Salvatore Caruso, in una durissima lettera aperta al sindaco Bianco, ne denuncia addirittura il "distacco senza la pur minima sensibilità" con cui ha approcciato il grave e delicato problema, scaricando come al solito ogni colpa sul consiglio comunale che ormai, si sa bene, conta meno dell'armata Brancaleone. PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE E SIT-IN IL 25 OTTOBRE. E NOI CHIEDIAMO SCUSA A QUESTI RAGAZZI CONDANNATI ALLA DEVIANZA DA UNA GESTIONE IRRESPONSABILE.

Morìa di pesci al Simeto, Grimaldi (Arpa): “uccisi dal poco ossigeno, a giorni sapremo le cause”

Bisognerà attendere ancora un paio di settimane per poter capire, con certezza, le cause della moria di centinaia di pesci attorno al Simeto, trovati da Sudpress anche in riva al mare, lungo la foce del fiume la scorsa settimana.  Il personale dell'ente gestore della riserva naturale, la Città Metropolitana di Catania, che tace, ha permesso solo dopo qualche giorno ai rappresentanti dell'Arpa (agenzia regionale per la protezione ambientale) di compiere un primo sopralluogo e prelevare i primi campioni d'acqua, evidentemente inquinata tanto da aver causato la morte di tutte quelle carpe

Zona Industriale, l’imprenditore Giorgio Strano: “Benvenuti nel Far west”

La Zona Industriale di Catania dovrebbe essere il polmone economico della città ed invece come tante volte Sudpress ha denunciato è ormai abbandonata a se stessa, al degrado assoluto, all'incuria, con le strade dissestate, allagamenti continui, mancanza di illuminazione e totale assenza di sicurezza, una sorta di "far west". Per le aziende che lì hanno sede e ogni giorno lavorano, è una lotta quasi quotidiana con i mille problemi da affrontare in un clima di rassegnazione per la totale assenza delle istituzioni documentata da immagini inequivocabili. Giorgio Strano è uno di loro. Insieme ai fratelli, il più grande Roberto e il più piccolo Dario, si occupa di forniture elettroindustriali nell'azienda di famiglia, una realtà da 80 milioni di fatturato annuo che dà lavoro a centinaia di dipendenti tra Sicilia, Calabria e Malta. 150 solo alla zona industriale, che ogni giorno si spostano da Catania e in azienda comunque devono arrivare, nei giorni di pioggia non senza difficoltà

Calcio Catania: Mazzarani decide il derby del caos. Partita bloccata per lancio di oggetti e incompetenza arbitrale

Sesta vittoria consecutiva per gli uomini di Lucarelli nella difficile trasferta di Siracusa, resa ancor più complessa dal divieto del prefetto di seguire la squadra per i residenti nella provincia di Catania. Decisione vana vista l’incapacità nonostante ciò di assicurare l’ordine pubblico, con la gara interrotta al 67’ dopo che il povero Pisseri è stato colpito da un oggetto piovuto dalla curva. A rendere ancor più tragicomica la situazione ci si mette anche l’arbitro, il quale rischia di commettere un gravissimo nonché banale errore da primo giorno di corso.

Pallacanestro: netta vittoria della catanese Polisportiva Alfa sull’Or.Sa Barcellona

Al “PalaLeonardo” si è giocata la seconda giornata d’andata del campionato di Serie C Silver, la prima partita in casa della stagione per la Polisportiva Alfa che ritrova il suo amato pubblico e non ha voluto deluderlo. Gottini e Abramo per la seconda vittoria stagionale dell’Alfa, bene i nuovi acquisti. Barcellona tiene fino al secondo quarto. Risultato finale 80-55

Le nostre reazioni di fronte ad eventi catastrofici: che fare?

Quelli che apparivano disturbi confinati in ambiti del tutto eccezionali, come le esperienze dei militari in territori di guerra, hanno fatto irruzione nella vita quotidiana della gente comune con l'avvento delle azioni terroristiche che periodicamente stanno sconvolgendo le capitali europee, coinvolgendo la gente comune sia coinvolta direttamente sia in quanto parte di una comunità che vede minato il proprio senso di sicurezza. La psicologa Erika Galatà ne spiega le caratteristiche e le possibile terapie.

“Arresti elettorali”: Musumeci si smarca, Miccichè attacca la magistratura

Inevitabile il putiferio scatenato dall'arresto del sindaco di Priolo Antonello Rizza, candidato in Forza Italia a sostegno di Nello Musumeci. Musumeci sostiene di averne rifiutato la candidatura nel suo movimento Diventerà Bellissima, mentre Gianfranco Miccichè parla chiaramente di "Giustizia ad orologeria".

La Corte dei Conti massacra i Revisori del comune di Catania: “Relazioni non supportate”

Saranno saltati sulla sedia i signori Revisori dei Conti del comune di Catania Fabio Sciuto (presidente), Francesco Battaglia e Massimiliano Lo Certo nel leggere le due note, del 28 settembre 5 ottobre, che la Corte dei Conti gli ha indirizzato, con il sindaco per conoscenza, assegnando  20 giorni per fornire quelle risposte che più volte sono state poste anche da SUDPRESS: "Come avete fatto ad inserire tutte quelle entrate?" La Corte richiama esplicitamente "la responsabilità del Collegio dei revisori in caso di mancata e/o intempestiva trasmissione."

Arrestato il sindaco di Priolo Gargallo Antonello Rizza. E’ candidato alle regionali

Antonello Rizza è stato arrestato con l'accusa di truffa e tentata truffa dagli agenti della Polizia di Priolo. Il sindaco del centro industriale siracusano e candidato alle elezioni regionali siciliane nelle liste di Forza Italia, secondo il provvedimento del gip Giuseppe Tripi che ha accolto la richiesta della Procura di Siracusa, farebbe parte di un "consolidato sistema di illegalita' diffuso all'interno e all'esterno dell'amministrazione comunale priolese". Il tutto finalizzato al "condizionamento e alla prevaricazione per il perseguimento illecito di finalita' di tipo personale e clientelare". AGGIORNAMENTO I commenti del candidato alla presidenza sostenuto anche da Forza Italia, Nello Musumeci, e del leader del partito di Berlusconi, Gianfranco Micciché

Al Bellini la prima del Don Giovanni: “Allestimento scarno e poltrone vuote”

È di scena, in questi giorni, al teatro Massimo Bellini di Catania, il Don Giovanni, opera di punta di Wolfgang Amadeus Mozart. In un teatro nel quale troppe poltrone e troppi palchi erano vuoti, ieri “venerdì tredici” si è svolta la prima del capolavoro mozartiano.

Rugby: Amatori vs Amatori pace fatta ma restano i problemi

Risolta ma a metà e solo dopo mesi, la querelle per la concessione dell’utilizzo dello stadio “Benito Paolone”, ex “Goretti”, per i ragazzi dell’Amatori Catania 1963 ASD da parte del Consorzio Impianti Sportivi, che gestisce l'impianto del Comune e l'altra squadra "Amatori Catania", quella dei grandi, che milita nella serie B. Sarà stata anche l'invio a Sudpress di una accorata ma durissima lettera di lamentele da parte dei genitori di 70 giovani sportivi contro il Comune che non garantisce eguale spazio a tutti in questo sport, a smuovere le acque. Fatto sta che finalmente pare che ci sia l'ok da parte del Consorzio che gestisce l'impianto di rugby, a far giocare i ragazzi dell'altra squadra Amatori solo per le partite casalinghe. Resta però ancora aperta la questione degli allenamenti. Il campo concesso dal Comune per l'attività quotidiana, il "IV Novembre", da settimane è senza illuminazione costringendo tecnici e allenatore a far saltare le sedute pomeridiane ai giovanissimi sportivi delusi e amareggiati

Elipista di Taormina: è guerra sulla sua permanenza ma il Comune non cede

Ancora riflettori puntati sull'elipista realizzata accanto alla piscina comunale per volontà del Comune in occasione del G7 di Taormina dello scorso maggio. La Sovrintendenza dei Beni Culturali, avrebbe concesso 60 giorni di tempo all’Amministrazione Comunale e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per rimuovere la struttura, che secondo l'ente sarebbe abusiva. La nota pare sia stata trasmessa anche alla Procura della Repubblica di Messina e alla Prefettura. Intanto continua il braccio di ferro tra l’Amministrazione Comunale e l’ente gestore della piscina, il CVSM, Corpo Volontario del Soccorso in Mare che afferma di avere un contratto di gestione che scade tra 9 anni e in base a questo vuole procedere con il pignoramento dei locali 

Regionali 2017: L’orribile post dell’ex assessore Fiorentino Trojano: “Sbloccate le assunzioni, votate Micari”

Fiorentino Trojano, psichiatra, è stato assessore alla Famiglia e Politiche Sociali della giunta Bianco dall'elezione nel giugno 2013 sino al dicembre 2014, tanto orgoglioso di aver fatto parte di questa amministrazione da tenerla ancora, a distanza di 3 anni, come immagine del suo profilo FB . È un dipendente pubblico, dirigente medico dell'ASP che sta facendo discutere perchè ha pubblicato proprio sulla sua pagina FB un post (l'immagine di copertina) che sta facendo discutere, con cui invita a votare il candidato presidente del PD Micari "perché sono già partite le assunzioni". Ormai siamo oltre ogni immaginazione.

In evidenza

Omicidio coniugi di Palagonia, il 30 novembre in udienza gli ultimi testimoni

Si apre un nuovo capitolo del processo sul duplice omicidio di Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez. I due coniugi sono stati uccisi in maniera particolarmente efferata a Palagonia il 30 agosto 2015 dal presunto killer, Mamoud Kamara all'epoca dei fatti ospite del C.A.R.A. di Mineo. Nel corso dell'udienza è stato esaminato attentamente i file del telefonino trovato di Kamara, sequestrato all'uomo il giorno stesso del delitto. Prossima udienza fissata per il 30 novembre, in occasione della quale saranno ascoltati gli ultimi testimoni

Città metropolitane, Crocetta “l’escluso” si sveglia e annuncia: “entro venerdì i commissari”

"Li nominerò quando mi andrà e comunque entro venerdì". E' un Presidente della Regione particolarmente nervoso quello che annuncia l'arrivo imminente dei commissari delle città metropolitane come previsto dalla legge del 12 agosto che risuscita le ex provincie decretando per loro l'elezione diretta del vertice. Une decisione che fino adesso il Governatore Crocetta aveva rinviato e che ha adesso subito un'accelerata in coincidenza con l’esclusione della lista "Arcipelago Micari Presidente" a Messina, da parte dell'ufficio elettorale del Tribunalein occasione delle regionali del 5 novembre. Rosario Crocetta era sostenitore della lista, l'unica in cui era inserito, per mostrare lealtà al Pd, dopo aver anche rinunciato a presentare quelle del suo movimento, Il Megafono. “E’ un atto politico rimuovere Bianco, Accorinti e Orlando come sindaci delle città metropolitane e io sono obbligato a farlo quindi nominerò i commissari entro venerdì!”, ha detto a margine di un incontro a Catania in cui ha manifestato tutto il suo disappunto per il tentativo, definito "un sabotaggio", di escluderlo dalla corsa alle regionali

Consorzi di bonifica, operai ancora a casa e agricoltori in difficoltà. La denuncia del Sifus

"Se i lavoratori non si occupano della manutenzione degli impianti di irrigazione delle campagne, tutto rischia di gravare sugli agricoltori e di conseguenza sull'economia agricola". Ernesto Abate, segretario generale del Sifus Confali, Settore Dipendenti Consorzi di Bonifica, denuncia: “Il commissario straordinario dei consorzi di Bonifica Franco Greco, si ostina a non dare seguito a quanto previsto dall'art. 8 della legge regionale 16/2017 e quindi ad allungare le giornate lavorative dei 492 operai stagionali siciliani dalle attuali 51 a 78, compromettendo il funzionamento dell’intero settore, poiché questi operai specializzati svolgono un importante ruolo e, tra l'altro, consentono l'equa distribuzione dell'acqua che già scarseggia a causa di una rete idrica colabrodo". Sudpress aveva accolto l'allarme lanciato già lo scorso agosto ma ancora oggi nulla è cambiato

Regionali 2017: entro il 17 istanze per scrutinatori. I disabili “gravissimi”potranno votare

Le elezioni regionali siciliane sono sempre più vicine e la Regione rende note le modalità con cui si può fare richiesta da scrutatori nei seggi elettorali durante le tornate elettorali. Le domande dovranno infatti essere presentate dal 12 al 17 ottobre negli uffici elettorali dei comuni di residenza. Dopo la querelle degli scorsi giorni, è stato infine stabilito che anche i disabili "gravissimi", cioè colori i quali non possono allontanarsi dall'abitazione, potranno votare il 5 novembre, dopo che la direttiva nazionale sul voto domiciliare in merito è stata recepita dalla regione con una circolare specifica

Pubbliservizi: ecco il decreto di Bianco che prende in giro tutti. E il video dei “lavoratori plaudenti”

L'ormai famosa "proroga che non proroga niente" con la quale il quasi ex sindaco metropolitano (questo mercoledì dovrebbe decadere) Enzo Bianco annunciava trionfalmente, tra le ali di folla di lavoratori plaudenti (guarda il video), di aver "salvato" Pubbliservizi in realtà non è altro che un bizantino tentativo di scaricare su un povero dirigente tutta la responsabilità di un atto che in realtà non proroga niente e non salva nessuno. E riprendono i "sit in" e le proteste di sindacati e lavoratori che, come sempre, prima applaudono inneggianti a favor di cineoperatori e poi ricominciano a protestare. Fino al prossimo "tavolo".

Orrore all’Oasi del Simeto: strage di pesci ai margini del fiume, la scoperta di Sudpress

Un danno ambientale di proporzioni enormi che potrebbe raggiungere dimensioni anche più vaste. Il tutto in una riserva naturale protetta ma poi da chi? In teoria dalla Città Metropolitana che l'ha in gestione, ma appunto in teoria. Viola Sorbello, presidentessa di Legambiete, avvertita da Sudpress: "Abbiamo già presentato una nuova denuncia alla Procura della Repubblica di Catania" FOTO E VIDEO DI FRANCESCO NICOSIA

Teatro Bellini a trasparenza zero: mancano 10 delibere nel solo mese di maggio

È stato da poco approvato il bilancio e subito è scattato il solito giubilo del sindaco Bianco affiancato dall'assessore regionale Anthony Barbagallo. Giubilano facilmente, si sa. Ma al Teatro Bellini di Catania, lo abbiamo segnalato più volte, la trasparenza prescritta dalla legge continua a rimanere un optional. Nonostante questo però si scovano cose interessanti.

Bianco consegna la festa di Sant’Agata ad un dirigente del suo partito. Per la prima volta nella storia!

Non era mai accaduto, dal 252 dopo Cristo, che la millenaria tradizione della devozione cittadina alla Bambina Martire venisse oltraggiata in maniera cosi arrogante e volgare. Non a caso avviene in uno dei momenti in cui le istituzioni politiche hanno raggiunto un livello così basso di credibilità ed autorevolezza come mai prima. Il sindaco di Catania, al suo quarto mandato ormai in scadenza, ha deciso di chiudere in bellezza creando un precedente gravissimo nominando a presidente del Comitato dei festeggiamenti per Sant'Agata quel Francesco Marano che non è soltanto il suo "braccio destro" in comune, ma anche il vice segretario regionale del Partito Democratico. Non era mai accaduto in 1765 anni di storia.

Copertina

Elezione giornalisti: clamorosa svolta, strepitoso risultato della direttrice di Sudpress

Si è conclusa con un deciso rinnovamento la tornata elettorale che ha visto sconfitta la gestione uscente. Determinante il contributo di Michela Petrina, direttrice di questa testata, che avendo deciso solo dieci giorni prima di candidarsi, è riuscita prima ad entrare tra i sei più votati andati al ballottaggio e poi confermare lo straordinario risultato del primo turno. La testata si complimenta con il suo direttore, riconoscimento importante della sua autorevolezza conquistata in venti anni di professione integerrime e generosa, oltre che degna figlia di quel grande presidente nazionale dell'ordine e caro amico che fu il padre Mario. Essendo coinvolti direttamente in questo bel risultato, affidiamo la cronaca di quanto accaduto alla redazione del "Giornale dei Giornalisti" che ne ha pubblicato un resoconto sul proprio sito e che riportiamo integralmente con tutti i risultati.

Il catanese Daniele Virgillito eletto presidente nazionale dei giovani commercialisti

 

Per la prima volta, in oltre 50 anni di storia dell’associazione, un siciliano è stato eletto presidente nazionale al termine dell'assemblea tenutasi nei giorni scorsi a Reggio Emili. Daniele Virgillito, catanese, classe ’77, consigliere dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania, docente di Economia Aziendale presso la Link Campus University, ha maturato una lunga esperienza  nell’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili che lo ha portato a ricoprire, nel precedente triennio, il ruolo di segretario e oggi di presidente Nazionale dell’associazione.

Fermare le migrazioni? Ecco il prezzo

I 175 Km di costa che separano Tripoli dal confine tunisino provenivano gran parte delle barche di legno e dei gommoni messi in acqua nel Canale di Sicilia per tentare lo sbarco sulle coste italiane. I numeri sono importanti per capire l’entità del fenomeno: dal 2015 questa tratta di essere umani ha significato almeno 5000 annegati e centinaia di migliaia di profughi giunti a destinazione, con un impatto devastante sulla reso la situazione politica italiana prima ed europea poi.

Vertenza ex province: durissimo attacco dell’USB a CGIL, CISLe UIL: “Prendono in giro i lavoratori!”

Dopo il clamoroso flop dello sciopero indetto dai sindacati confederati CGIL, CISL e UIL,il sindacato di base USB con il segretario Sergio Giambertone denuncia una spaccatura con pochi precedenti, preannunciando un autunno che si profila caldissimo. Sullo sfondo la rappresentanza dei lavoratori delle ex province con i sindacati di base che contestano ai confederali di aver prima sostenuto la legge che le cancellava ed adesso ne vorrebbe tutelare i dipendenti. Il volantino USB ed il documento con cui annunciano lo sciopero indetto dai sindacati di base per il prossimo 10 novembre.

Regionali: ecco le liste presentate a Catania. Otto i candidati presidente

Eccole qui le liste presentate alla Cancelleria del Tribunale di Catania per le elezioni regionali del 5 novembre prossimo. Confermato come anticipato da Sudpress, il passaggio di Alessandro Porto dal centrosinistra al centrodestra nella lista di Forza Italia a sostegno di Musumeci e Gianfranco Vullo, deputato del Pd nella lista Popolari e Autonomisti di Roberto Lagalla, Saverio Romano e Raffele Lombardo. Tra le curiosità la candidatura del consulente di Bianco nella Città Metropolitana, Nello Catalano, nella lista del Pd e del comico David Simone Vinci nella lista Nello Musumeci Presidente (Fratelli d'Italia-Noi con Salvini)

Città metropolitane: i dipendenti disertano la manifestazione, “non abbiamo più fiducia in nessuno”

Era stato annunciato come uno degli scioperi in assoluto più eclatanti degli ultimi tempi, data la situazione finanziaria delle città metropolitane in tutta Italia, che ha investito tutti i dipendenti, facendo collassare anche i servizi essenziali, a Catania vedi la vicenda Pubbliservizi. Le sigle sindacali avevano previsto una gran partecipazione anche a Catania dei lavoratori davanti la prefettura, ed invece la presenza in massa era solo dei sindacalisti, pronti a farsi intervistare e a scattare foto, ma dei lavoratori praticamente nessuno

Cose da pazzi: Zona Industriale, aziende senza neanche l’acqua. Da anni!

Ma ormai non siamo più all'emergenza, siamo alla totale follia. Pur denunciando da anni le condizioni di degrado criminale in cui versa la Zona Industriale di Catania, solo ieri abbiamo appreso che a molte delle aziende manca persino il servizio essenziale dell'approvvigionamento idrico. NEL 2018! A denunciarlo una nota dell'associazione ZIC che riunisce oltre 30 aziende che hanno sede in quella che doveva essere la perla produttiva di una città che da Milano del Sud è stata ridotta a latrina del Nord Africa da una massa di delinquenti irresponsabili. Molti dei quali ricandidati. La vergognosa inerzia di IRSAP, SIDRA e Comune di Catania rappresenta ormai uno scandalo insanabile.

Giustizia: Ilde, la mamma del piccolo Matteo non si arrende

Una storia ai limiti dell’inverosimile quella della signora Ilde, mamma del piccolo Matteo, bambino di 3 anni conteso per l’affido. Amiche e colleghe hanno mostrato solidarietà verso Ilde e suo figlio davanti al tribunale di Catania per l’inspiegabile sentenza in base alla quale, come ha raccontato la mamma del piccolo a Sudpress, il bambino è stato affidato al padre nonostante la sua assenza sia fisica che economica per i primi due anni di vita di Matteo. Il gruppo di donne protesta pacificamente con l’obiettivo di lanciare un segnale forte e avere chiarezza sulla decisione del giudice

Regionali: fuga da Bianco, Alessandro Porto a Forza Italia, Gianfranco Vullo con gli autonomisti…

E' ormai più che un'emorragia, un vero e proprio fiume in piena quello che si sta verificando in Sicilia con l'avvicinarsi delle elezioni regionali del 5 novembre. In tanti stanno facendo armi e bagagli per andare a cercare una posizione altrove, ad occupare uno scranno dell'Assemblea Regionale Siciliana. Così succede che Alessandro Porto, fino adesso riferimento del sindaco Bianco in Consiglio Comunale in quanto capogruppo di "Bianco per Catania" abbia deciso di candidarsi alle regionali in quota Forza Italia e quindi a sostegno del leader di Diventeràbellissina Nello Musumeci

E le opere del “Patto per Catania”? Solite promesse e tempi biblici, forse

Più volte all’inizio dell’anno il Comune di Catania aveva annunciato nei suoi comunicati i buoni intenti sulla realizzazione di interventi ed opere nella città con i fondi del Patto per Catania, programma finanziario firmato nella città dell'elefante da Matteo Renzi ed Enzo Bianco il 6 giugno 2016. A gennaio, durante la visita del ministro della Coesione territoriale e del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, venne promesso che entro il 2017 sarebbe partita tutta la prima programmazione del patto. E ancora in un comunicato del 13 marzo 2017 Bianco dichiarò che gli interventi previsti col patto per Catania erano "a buon punto" e in particolare sulla rete fognaria, l'opera più importante del patto, il primo cittadino affermò che presto sarebbero andati avanti con la progettazione esecutiva per "non perdere tempo"! Ma tra meno di tre mesi finisce l’anno e per alcune opere siamo ancora in alto mare, prima fra tutte proprio la rete fognaria. In quasi un anno soltanto parole e promesse e nessuna certezza sulle tempistiche che Sudpress ha cercato di scoprire con non poche difficoltà! 

Galleria Collicaligreggi: dal 7 ottobre personale di Urs Lüthi

La galleria collicaligreggi ha il piacere di annunciare, per l’apertura della nuova stagione 2107/18, la mostra personale di Urs Lüthi dal titolo: LOST DIRECTION & SIMILAR DISASTERS appartenente al ciclo ART IS THE BETTER LIFE che inaugura sabato 7 ottobre alle ore 19.00. Tra le altre opere, in omaggio alla città di Catania sede della galleria, Lüthi presenta 18 fotografie realizzate recentemente in occasione delle annuali festività di Sant’Agata, patrona della città.

Policlinico: salta l’appalto milionario per il parcheggio

Alla fine, ed è notizia di ieri, i sindacati l'hanno avuta vinta ed il direttore generale Paolo Cantaro è stato costretto a revocare il bando di gara relativo al "project financing per l'affidamento in concessione della progettazione, realizzazione e gestione di un parcheggio a raso" sito all'interno del Policlinico del valore di 1,4 milioni di euro e concessione ventennale per la gestione degli spazi. In realtà si era trasformato, "per esigenze dell'Azienda", in una mega concessione per la gestione di tutti i parcheggi e gli spazi verdi del Policlinico.

Omicidio Loris, il legale del nonno, Biazzo: “Andrea Stival vive fuori per lavoro. Veronica Panarello ha ucciso due volte”

Continua la guerra tra Veronica Panarello, la mamma di Loris accusata dell'omicidio del piccolo e per il quale è stata condannata a trent'anni in primo grado, e la famiglia Stival. Il legale di Andrea Stival, nonno del bimbo ucciso, Francesco Biazzo, dopo la nuova udienza tenutasi al Tribunale di Catania,  è stato raggiunto da Sudpress: "Un confronto all'americana con l'imputata non ci sarà perché non abbiamo un vuoto probatorio. Il mio assistito è sempre stato a disposizione degli inquirenti. Veronica Panarello ha ucciso due volte, togliendo a questo la dignità" 

Tondo Gioeni ancora più in tilt: oltre ai lavori e al maltempo ci mancava l’incidente, ma i vigili non ne sanno nulla!

Non si riesce di risolvere il problema del traffico sempre più congestionato al tondo Gioeni, specie a certi orari. Già pochi giorni fa, Sudpress aveva nuovamente segnalato il problema dei lavori per la monumentale e "fondamentale" fontana, che proseguono, bloccando la circolazione. In questi giorni in particolare ulteriori disagi sono dati dal maltempo incessante. Stamane, tantissime auto incodate e un incidente (non è certo la prima volta), per fortuna non grave, di cui era al corrente la Polizia Stradale, ma non i Vigili Urbani. Stranezze di Catania

Caso Idonea: il Comune fuori dal processo, il giudice nega la costituzione di parte civile

Il giudice Maria Pia Urso ha rigettato la richiesta avanzata dal Comune di Catania, di costituirsi parte civile. Di fatto quindi l'ente viene escluso dal processo a carico del geometra Giuseppe Idonea accusato di abuso d'ufficio ai danni dell'AMT in liquidazione. Prossima udienza a novembre

Omicidio Loris: la Corte d’assise rigetta le richieste di Veronica Panarello, prossima udienza il 28 novembre

No ad una nuova fase istruttoria, no ad un'altra perizia psichiatrica, no ad un confronto tra l'imputata Veronica Panarello e il suocero, Andrea Stival, accusato dalla donna di essere il suo amante e di aver lui ucciso Loris, 8 anni. Prossima udienza fissata per il 28 novembre 2017

Speciale

Cronaca

Eventi

Sport

Al voto

Login Digitrend s.r.l