venerdì - 24 novembre 2017

array(2) { [0]=> string(7) "catania" [1]=> string(15) "Senza categoria" }

Manutenzione strade: Bianco annuncia sempre le stesse cose. Da 5 anni!

Ancora una volta il Primo Cittadino dichiara di aver messo a punto "un piano di rinascita per Catania" che riguarda la manutenzione e il rifacimento di strade, piazze, illuminazione pubblica e chi più ne ha più ne metta. Al "piano di salvezza" sono destinati 31 milioni di euro di cui 11 milioni e 500 mila euro sarebbero fondi comunali e gli altri 19 milioni e 500 mila euro verrebbero dal Patto per Catania. Ma tra i progetti declamati con grande entusiasmo troviamo il già noto Global Service annunciato dall'Amministrazione all'inizio di quest'anno, e il Cts-Mover, a quanto pare già in atto. Ma allora dove sta la novità? 

Un altro ciclone colpisce un neo eletto: sequestrati beni ai Genovese di Messina

I finanzieri del Comando Provinciale di Messina, nell'ambito di un'inchiesta sul riciclaggio, hanno sequestrato diverse società di capitali, conti correnti, beni mobili ed immobili, ed azioni, riconducibili all'ex deputato Francantonio Genovese, al figlio Luigi, appena eletto all'Ars, ed ai suoi più stretti familiari

Canili San Giovanni Galermo, la Lav: “Ci vietano l’ingresso”

Entrare nei canili è recentemente diventata un'ardua impresa per i rappresentanti delle associazioni animaliste del territorio. La responsabile della Lav Catania, Angelica Petrina, è giunta di recente al canile di San Giovanni Galermo, ex-Nova Entra, noto alle cronache giudiziarie per presunti reati contro gli animali, per verificare le condizioni di un cane destinato all'adozione, probabilmente ospitato nella parte sanitaria della struttura, e si è vista negare l'accesso

Tremori Metropolitana, Forza Italia Catania: “Amministrazione comunale sorda sui problemi dei cittadini”

Come denunciato da Sudpress da giorni, sono varie le zone del centro in cui residenti e commercianti avvertono a tutte le ore, a parte quelle notturne, rumori e forti vibrazioni, tremori simili a piccole scosse sismiche, date dal passaggio ogni 10 minuti della metropolitana, i cui binari sembrano essere usurati, da quanto affermano i dirigenti della Ferrovia Circumetnea. Anche Forza Italia, si fa portavoce del disagio dei cittadini, in attesa che dal comune si smuova qualcuno, per sollecitare gli interventi di manutenzione che sono, a quanto sembra ancora in corso e che dovrebbero, chissà quando, risolvere i problemi su tutta la linea. Per intanto però, ancora si "balla", e c'è chi ha anche subìto danni alle abitazioni

La citta’ vista da chi sta con gli ultimi

Giovedì 23 ore 18 allo Sheraton di Catania la presentazione del libro Posting di Maurizio Caserta ed Aldo Premoli sarà un'occasione importante per confrontarsi su dove sta andando la nostra comunità. Tra i protagonisti dell'incontro padre Mario Sirica, un giovane sacerdote illuminato e coraggioso che si occupa degli "ultimi", quelli che non rientrano nel lucroso business dell'accoglienza e che si rivolgono alla Locanda del Samaritano per trovare un rifugio ed una speranza. Lo abbiamo incontrato con Emma Averna, responsabile progetti della onlus Mediterraneo Sicilia Europa

Pubbliservizi: revocati tutti gli aumenti di stipendio dal 2009

Sudpress è venuto in possesso delle fatidiche 4 righe. Alla fine, con i libri già portati in tribunale per il "fallimento in continuità", il provvedimento considerato "la madre di tutte le soluzioni" è arrivato: tutti i dipendenti che avevano beneficiato di aumenti salariali a partire dal 2009 se li sono visti revocare in quanto ritenuti illegittimi. Con il rischio concreto che dovranno anche restituire quanto sinora percepito. Sindacati sul piede di guerra soprattutto per la mancanza di garanzie sul futuro della società. 

Dopo le proteste degli studenti, si apre una speranza per l’Alberghiero

E' stato riavviato il bando per la ricerca di locali a Catania da destinare all’istituto alberghiero Karol Wojtyla per 6 anni, finalizzato a risolvere il problema della mancanza di spazi. Scadenza prevista, il 6 dicembre. Il vecchio bando venne revocato a fine ottobre dopo che sfumò la possibilità di utilizzare il San Filippo Neri e dopo che la proprietà cioè l'Opera San Giovanni Bosco in  Sicilia, a cui era stato aggiudicato nel 2016, non aveva provveduto ad effettuare gli interventi necessari ad adattare i locali alle nuove esigenze scolastiche. Dunque sembra che gli studenti presto potranno scongiurare la condanna dei doppi turni 

“Il vento soffia fortissimo”: intervista ad Emiliano Abramo

Emiliano Abramo, presidente della Comunità di Sant'Egidio, da anni in prima linea nell'aiuto ai più deboli, con l'impegno particolare negli ultimi tempi sull'emergenza migranti, rappresenta con il suo gruppo, uno dei "corpi intermedi", di cui parla Maurizio Caserta nel libro che presenterà con Aldo Premoli dal titolo "Posting", il 23 di novembre alle 18 allo Sheraton di Catania, su Mediterraneo e migrazione. E proprio Abramo interverrà a tal proposito, portando la sua testimonianza forte: "Bisogna impegnarsi tutti per costruire una società del convivere, e pensare le città come grandi comunità, senza escludere nessuno"

L’ultimo libro di Maurizio Caserta e Aldo Premoli prova a spiegare perché “Il vento soffia fortissimo”

Sudpress ha intervistato il professore Maurizio Caserta, presidente M.S.E. ONLUS, che con Aldo Premoli, socio fondatore di Mediterraneo Sicilia Europa ONLUS, presenterà il 23 Novembre, alle 18.30 all'Hotel Sheraton di Catania, il secondo volume da loro scritto, dal titolo "Mediterraneo Sicilia Europa Posting". Il libro raccoglie le riflessioni che hanno dato impulso alla creazione della Onlus impegnata a dare un senso alle sfide epocali che rischiano di travolgere la nostra comunità se non governate con lucidità ed umanità

Miraggio “Patto per Catania”: rimodulazione e nuove opere, ma chissà quando

Il comune di Catania pubblica un prospetto sull'aggiornamento degli interventi del "Patto per lo sviluppo della città di Catania", con l'aggiunta di alcune opere, tra cui l'acquisto e la riqualificazione del Teatro "Angelo Musco", la cui chiusura è stata al centro di aspre polemiche. Questi nuovi lavori, dovrebbero essere possibili grazie alle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione e come spiega Fabio Finocchiaro, dirigente comunale e responsabile unico dell'attuazione del patto: "Abbiamo avuto la possibilità tramite ribassi d'asta, di inserire ulteriori interventi. Come sempre però la scelta di questi spetta alla Cabina di Regia, all'amministrazione". Insomma un libro dei sogni che forse non verrà mai aperto!

In evidenza

I tremori a causa della metro non cessano. La FCE: “Ancora qualche giorno per la manutenzione”

Una settimana fa, la Ferrovia Circumetnea, tramite il suo dirigente Salvatore Fiore, faceva sapere che in una settimana, lavorando la notte, i problemi di "marezzatura", cioè l'usura dei binari che causa tremori e forti vibrazioni, su tutta la tratta della metropolitana catanese sarebbero stati risolti. Malgrado le lamentele e i reclami di residenti ed esercenti di varie zone siano ormai numerosi da dopo l'estate, il problema ancora persiste, e le case tremano, specie in zone come viale Jonio e Corso delle Province. Oggi, sempre Fiore afferma: "Ci vogliono ancora 3 o 4 giorni per ultimare, ma credo il disturbo sia intanto nettamente diminuito". Ma non è così per tutti

Tremori della Metro: lavori avviati ma case e negozi continuano a “ballare”

La Fce, tramite il dirigente tecnico Salvatore Fiore assicura che ci vorrà una sola settimana per far sparire tremori simili a scosse sismiche, rumore e fastidio presenti in corso delle Provincie e vie limitrofe. Ma a quanto pare, dalle segnalazioni ricevute da Sudpress, questo fenomeno si sta allargando a macchia d'olio e tremolii e disagi sono avvertiti anche in viale Jonio e corso Italia. Il tutto in corrispondenza del passaggio dei treni della Metropolitana, più o meno dalle 7 di mattina alle 9 di sera, su binari usurati per stessa ammissione della Fce. Si attende quindi con impazienza la fine dei lavori nel prossimo week-end. Quello che stanno vivendo da mesi residenti e commercianti di una delle zone più importanti e centralissime della città è quasi un incubo, assurdo in un'epoca in cui i treni di ultimissima generazione dovrebbero essere il massimo della silenziosità. Ma tant'é

Metro: forti vibrazioni anche in viale Ionio, preoccupazione tra i negozianti. Ma non dovevano finire nel weekend?

"I lavori finiranno entro una settimana e il problema verrà risolto". Così diceva a Sudpress Salvatore Fiore, il dirigente tecnico della Ferrovia Circumetnea, interpellato da Sudpress appena venerdì scorso. Siamo a sabato, nel fine settimana e nulla è cambiato e non soltanto in corso delle Provincie. Il fenomeno si avverte distintamente anche in viale Ionio dove commercianti e residenti sono fortemente preoccupati. Un'altra arteria centrale ed importante della città è dunque interessata dalle vibrazioni al passaggio della metropolitana ad intervalli regolari. Proprio in prossimità della fermata Galatea, i tremori si percepiscono con maggiore intensità durante quest’ultimo periodo e le crepe sono sempre più lunghe in alcuni punti

Metro: forti tremori, paura e danni alle case in corso delle Provincie. FCE ammette: “Binari usurati”

Crepe nei muri, oggetti che tremano e cadono, squarci che si sono improvvisamente aperti in mezzo alla strada, rumori fastidiosi ogni dieci minuti dalle 7 di mattina alle 9 di sera, e paura come in caso di scosse sismiche. Ma anche danni e timori per la stabilità dei palazzi che ogni giorno viene messa a dura prova dalle forti vibrazioni. Questa la situazione che da mesi vivono residenti e commercianti in tutta la zona del centralissimo Corso delle Province a Catania, e nelle traverse che lo  intersecano. Uno dei residenti ha quindi deciso di raccogliere le firme di chi come lui vive o lavora nella zona ed è stanco e preoccupato. Il tutto, a seguito delle "rassicurazioni", da parte delle Ferrovia Circumetnea, che minimizza il problema. Sudpress ha così sentito residenti e commercianti. GUARDA FOTO E INTERVISTE

“Codice Rosa, dall’emergenza all’assistenza”: al Cannizzaro, l’incontro formativo il 25 novembre

Nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’Azienda ospedaliera Cannizzaro promuove il “Codice Rosa”, protocollo che prevede un’accoglienza protetta in Pronto Soccorso: sabato 25 novembre, dalle ore 9 alle 13, nell’aula Formazione (edificio D, piano terra), si terrà l’incontro “Codice Rosa, dall’emergenza all’assistenza: percorso dedicato per le vittime di violenza”

Monte Po, il quartiere dimenticato da tutti

Il quartiere di Monte Po' sembra essere stato completamente abbandonato dall'amministrazione comunale di Catania. Durante la scorsa estate il quartiere periferico è stato interessato da diversi incidenti causati dalla caduta di alcuni rami secchi. Dopo varie segnalazioni, pubblicate anche da Sudpress, per gli abitanti di Monte Po qualcosa stava cominciando a cambiare in positivo. L'8 novembre il consigliere della V Circoscrizione, Antonino Mascali, ha reso noto che la Multiservizi finalmente aveva iniziato la potatura degli alberi. Peccato però che tutto si sia fermato subito dopo e i tronchi delle piante sono ancora fermi lì a marcire dove gli operatori li hanno lasciati.

Al via a Catania la copiosa stagione teatrale 2017-2018

Che la città di Catania sia da sempre stata il polo dominante del teatro siciliano è verità rivelata e conosciuta. Tra attori e attrici catanesi nati all’ombra dell’elefante e “adottivi” (che a Catania, cioè, si sono formati o hanno compiuto o tutt’ora continuano ad esercitare la carriera artistica) la percentuale decisamente maggioritaria rispetto alle altre città dell’isola (salvo errori od omissioni) è davvero impressionante

Lutto per Paolo Caruso, si è spenta mamma Maria

Paolo è stato per  oltre un ventennio tra i più attivi PR catanesi delle discoteche più in voga e poi gestore di famosi locali e ristoranti ed anche amministratore a Battiati. Più che un fratello per me, con il quale ho condiviso adolescenza spensierata ed esperienze importanti e formative della gioventù. Sempre presente nelle nostre scorribande con una dolcezza infinita "mammina Maria" che, rimasta vedova giovanissima, ha tirato su Marilena, Daniela, Paolo, Massimo e Monica: tutte persone fantastiche alle quali mi stringo con tutto il mio cuore.

Comune: caso Molino e ufficio stampa, il legale del giornalista “trattato come pregiato soprammobile”

L'indagine che coinvolge il sindaco di Catania Enzo Bianco e quattro dirigenti, due ex capo di gabinetto e due ex direttori del personale del Comune di Catania, accusati di abuso d'ufficio per aver allontanato il  capo ufficio stampa Nuccio Molino, ha fatto scalpore nel capoluogo etneo ed è giunta alla ribalta nazionale per via di un articolo del "Fatto Quotidiano" a firma di Giuseppe Lo Bianco. Sudpress nei mesi scorsi ha seguito la causa che Molino ha in corso al Tribunale del Lavoro di Catania, con sentenza fissata per il prossimo 21 dicembre. Sugli sviluppi della vicenda abbiamo sentito il legale del giornalista, "parte lesa" nell'inchiesta della Procura della Repubblica, l'avvocato Sergio Cosentino

Bianco perde la sua risorsa più preziosa: si è dimesso il Capo di Gabinetto Beppe Spampinato

Il giudizio di questa testata sui quasi cinque anni di sindacatura Bianco è descritta in centinaia di articoli: la consideriamo la peggiore amministrazione di tutti i tempi! Punto, molto semplice. Ha distrutto la città, fatto perdere tempo prezioso, messo a rischio la tenuta sociale: un disastro! In una compagine di livello infinitesimale dobbiamo ammettere che quando abbiamo posto questioni di interesse pubblico, abbiamo sempre riscontrato l'attenzione e l'efficienza del Capo di Gabinetto Beppe Spampinato, che ieri, dopo settimane di mormorii, ha depositato le sue dimissioni: decorrenza 27 dicembre, 3 giorni prima della scadenza del suo contratto: più chiaro di così...

CARA MINEO: il nuovo appalto si porta dietro le ombre del vecchio

Quando ci sono in ballo milioni di euro e facile che diventi una tarantella. Come noto alle vicende del CARA siamo da sempre attenti per le implicazioni che la sua gestione comporta oltre che sul piano economico, anche per le ricadute politiche e sociali. Tra poche ore, lo abbiamo annunciato ieri, la commissione di gara prefettizia con RUP il dr. Francesco Pennisi, aprirà le buste con le offerte. L'appalto è diviso in 4 lotti. Cominciamo ad analizzare il lotto 1, servizi vari per la gestione dei quali partecipano in raggruppamento 3 comitati provinciali della CROCE ROSSA, tra cui quello di Catania che ha già effettuato il servizio nella precedente gestione. Ma questa è un'altra storia e ne parleremo domani. Oggi accade che...

Scuole catanesi a rischio: comune lento, prevenzione in alto mare

A quasi un anno di distanza da promesse e progetti riguardo le verifiche di vulnerabilità sismica delle scuole catanesi ancora siamo in alto mare e tutto procede a rilento. Per ora solo quattro scuole verranno affidate a ditte che eseguiranno tali verifiche e sono la Deledda, la De Roberto, la De Amicis e la Don Milani. Quando? Ancora non si sa. Il problema sembrerebbe sempre lo stesso: dal Comune segnalano una scarsità di fondi, ma la situazione pare essersi sbloccata proprio in questi giorni. Ad ogni modo, chissà quando gli edifici scolastici saranno a prova di terremoto dato che Catania è la città a più alto rischio sismico d’Italia a causa della faglia siculo-maltese

Il metodo SudPress a TGCOM24

Il Metodo SudPress a TGCOM24

Va bene, devo perdere 10 chili, siamo d'accordo e ci stiamo lavorando...ma la notizia di oggi è che a fare la notizia è...SudPress. La nostra testata è stata scelta dal programma Mediaset Giovane Europa, condotto da Marica Giannini, per raccontare un modo originale ed esclusivo di fare giornalismo d'inchiesta, esempio di comunicazione 2.0 . Con noi Biagio Semilia, l'editore di BlogSicilia, testata particolarmente radicata nel palermitano, con il quale condividiamo la visione di un'editoria indipendente. La troupe composta da 2 giornalisti, regista e due operatori di ripresa ha poi concluso scegliendo come location il concept store Bonù di Smeralda Di Paola che a breve curerà da par suo una frizzante rubrica per la nostra nuova testata diretta da Aldo Premoli SudStyle. Insomma, pronti per la Comunicazione 3.0 e grazie per la considerazione. Forse ce la siamo meritata.

SudStyle: è on line la testata che racconterà le tendenze viste da …SUD

Finalmente in casa SUD è arrivato il terzogenito, dopo l'ormai maturo SudPress ed il cartaceo SUD, che ritorna in stampa dal 13 novembre, ecco irrompere, con l'eleganza ed il prestigio del suo direttore Aldo Premoli, SudStyle, un magazine al quale abbiamo affidato il compito di raccontare le cose belle della nostra comunità, di stimolare, attraverso la sua narrazione, il recupero del buon gusto, del bel vivere, dell'arte in tutte le sue forme, dell'espressione di sé in ogni campo. Con SudStyle proviamo a contribuire a lanciare una nuova stagione, dando voce e spazio a chi non si arrende alla sciatteria di un periodo orribile e decide di scommettere sul sorriso, sull'abbraccio, sulla voglia di partecipare.

Copertina

Omicidio Giordana: l’ex condannato a 30 anni, la madre della ragazza “Mia figlia è stata rispettata”

Il giudice Rosa Alba Recupito ha condannato a 30 anni di reclusione Luca Priolo, che il 6 ottobre del 2015 uccise la sua ex fidanzata Giordana Di Stefano con 48 coltellate, accogliendo la richiesta formulata dal pm Alessandro Sorrentino. "Giustizia è stata fatta", ha commentato subito dopo la lettura della sentenza l'avvocato della famiglia Di Stefano, Ignazio Danzuso. La madre della vittima, Vera Squatrito: ", Non è stata fatta giustizia, ma ho avvertito rispetto. Per me quella persona non esiste più"

Denunciata guida alpina abusiva sull’Etna, bloccata un’escursione irregolare e rischiosa

I Militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi, durante una perlustrazione in alta quota per la sicurezza degli escursionisti che accedono alle zone sommitali dell'Etna, hanno scoperto una presuntaguidasenza autorizzazione e abilitazione, che accompagnava sulla vetta del vulcano 15 turisti. Subito interrotta l'escursione, ad oltre tremila metri di altitudine nel territorio del comune di Maletto, è scattata la denuncia per la guida irregolare

Voti a 25 euro: dopo De Luca, indagato il neodeputato palermitano Tamajo per corruzione elettorale

Avrebbe comprato, a 25 euro ciascuno, molte delle 13.984 preferenze ottenute alle scorse elezioni regionali, ottenendo così il seggio all'Assemblea Regionale Siciliana. Sono quindi già due i neoeletti deputati a essere colpiti da indagini giudiziarie. Dopo Cateno De Luca, eletto nelle liste dell'Udc, assolto appena ieri per il "sacco" di Fiumedinisi, ma posto appena tre giorni fa agli arresti domiciliari con l'accusa di aver evaso quasi due milioni di euro, adesso tocca al più votato dei candidati palermitani del centrosinistra, il quarantunenne Edmondo, detto Edy, Tamajo, eletto nelle liste del Patto dei democratici per le riforme-Sicilia futura

Mario Rapisardi: lavori finalmente ultimati, dopo la “trasferta” le quinte rientrano a scuola

Dopo un inizio d'anno scolastico turbolento oggi finalmente rientrano le classi quinte alla Mario Rapisardi grazie all'adeguamento di alcuni locali che sono stati adibiti ad aule. Gli alunni dell'ultimo anno erano stati trasferiti alla Carducci all'inizio dell'anno scolastico, circa un mese e mezzo fa. La decisione fu presa dalla preside Rosaria Maltese per motivi di sicurezza ma suscitò il malcontento tra i genitori degli alunni indispettiti dalla "mancanza di comunicazione con le famiglie e dai disagi" che tale scelta avrebbe comportato  

12 apostoli: terminati gli incidenti probatori, una dozzina le ragazze ascoltate dal Gip

Ultimata davanti al Gip Anna Maria Cristaldi questa delicata fase delle indagini riguardanti l'inchiesta che ha sconvolto la comunità di Lavina, ad Acibonaccorsi, la scorsa estate. Presente anche oggi in aula il "santone" Pietro Alfio Capuana, attualmente in carcere con l'accusa di violenza sessuale su minori e plagio. Coinvolte nel caso anche le tre adepte complici Fabiola Raciti, Katia Concetta Scarpignato e Rosaria Giuffrida per le quali erano stati disposti gli arresti domiciliari

ESCLUSIVA

Istituto musicale Bellini: il conservatorio abbandonato senza neanche la carta igienica

L'Istituto musicale "Vincenzo Bellini" di Catania anni fa rappresentava una vera eccellenza nel panorama artistico siciliano. Negli ultimi anni il lento declino fino alla scoperta della gestione criminale che lo utilizzava come bancomat e lo scandalo scoppiato nella sua interezza a maggio con 23 arresti. Ad oggi, dopo che le ceneri si sono depositate, Sudpress ha cercato di capire qual è la vita degli studenti, anima vera del conservatorio catanese, e colpiti in pieno. Antonio Di Carlo, rappresentante della consulta studentesca da un anno, studia violoncello da 8 anni, e racconta: "Le cose andavano male prima e male adesso. Mancano spesso persino i leggii, o la carta igienica. Vorremmo che l'istituto diventasse un ente statale, perchè forse cambierebbero le cose, ma serve anche che gli studenti escano dallo stato di rassegnazione in cui si trovano". E dire che il sindaco Bianco, in una delle sue solite uscite mirabolanti, a febbraio, aveva annunciato: "L'Istituto musicale Bellini avrà nuove risorse economiche dallo Stato e presto diventerà Conservatorio"

Cani: il Comune affida i randagi al Rifugio di Concetta (ex Nova Entra), ancora una volta!

Per il servizio di ricovero, custodia e mantenimento in vita dei cani randagi anche traumatizzati e malati per 7 mesi all’interno del territorio del Comune di Catania, il Comune spenderà ben 480 mila e 382 euro oltre l’iva di 94 mila 244 euro. Il canile è noto alla stampa per le turbolente vicende giudiziarie legate al presunto maltrattamento di animali

Pubbliservizi: Ontario “obbedisce” a Cocina, via eccessi e indennità extra

Dopo la strigliata del commissario straordinario della Città Metropolitana Salvo Cocina, arriva la risposta dell'amministratore unico della Pubbliservizi Silvio Ontario che con una lettera indirizzata ai sindacati, comunica la sospensione, anche con turnazione di 379 dipendenti. In parole povere, si cercherà di eliminare gli eccessi, gli stipendi verranno ridotti per 26 settimane ed eliminati i cosiddetti sprechi, come voci retributive in eccesso e  progressioni verticali, lavorando comunque a pieno regime. Si sarebbe dovuto fare prima, per non arrivare  a questo punto in cui, come sempre, a farne le spese saranno i lavoratori, quelli più onesti almeno

Pubbliservizi: Cocina striglia Ontario: “entro una settimana ridurre i costi del personale”

Circa 15 giorni fa Sudpress pubblicava un articolo in cui spiegavamo esattamente come il decreto del sindaco metropolitano Bianco sulla proroga del contratto con la Pubbliservizi in realtà non prorogava nulla. Si trattava soltanto di un atto di indirizzo con il quale l'ex sindaco ormai agli sgoccioli, dava mandato ai dirigenti di predisporre gli atti al fine di prorogare il contratto per i servizi di facilities-management alla Pubbliservizi S.p.A., per tre mesi al costo di 854mila euro al mese da ottobre a dicembre. Oggi il neocommissario straordinario Salvo Cocina, persona di esperienza, nel nuovo decreto emesso tra i primi atti della sua gestione a capo della Città Metropolitana, abbassa "i prezzi" e mette in guardia la società partecipata intimandole di verificare urgentemente le "progressioni verticali" del personale, che in pratica avrebbero affossato l'azienda, "avviando con immediatezza le necessarie procedure riparatorie...compreso  il recupero delle somme illecitamente corrisposte". E per farlo concede una settimana di tempo.

ESCLUSIVA

Pantano d’Arci: a Catania l’incredibile caso del depuratore comunale che inquina

Il depuratore dell’autoparco comunale di Pantano d’Arci non sarebbe in funzione da parecchio tempo e anzi sarebbe oggetto di un procedimento da parte dell’Autorità Giudiziaria da almeno due anni. Questo però non impedirebbe il lavaggio abusivo dei mezzi della Nettezza Urbana, con l’utilizzo di detersivi evidentemente molto aggressivi per la salute e per l’ambiente. Sudpress ha fatto un sopralluogo a Pantano d’Arci GUARDA LE FOTO

Speciale

Comune: caso Molino e ufficio stampa, il...

12 apostoli: terminati gli incidenti probatori, una...

Altro candidato arrestato, questa volta per estorsione:...

Cronaca

Un altro ciclone colpisce un neo eletto:...

La citta’ vista da chi sta con...

Denunciata guida alpina abusiva sull’Etna, bloccata un’escursione...

Eventi

“Alla fine del tempo” di Elio Gimbo...

La citta’ vista da chi sta con...

“Codice Rosa, dall’emergenza all’assistenza”: al Cannizzaro, l’incontro...

Sport

Volley A2: successo della catanese Messaggerie

Mazzarani last minute salva il Catania, 1-0...

“Teen Masterclass”: alla Virgin di Catania 20...

Al voto

Il primo sondaggio post regionali siciliane conferma...

Dopo il “caso De Luca”, ecco gli...

Elezioni: video virale su fb accusa brogli,...

Login Digitrend s.r.l