martedì - 25 settembre 2018

array(4) { [0]=> string(9) "Antimafia" [1]=> string(11) "carabinieri" [2]=> string(7) "catania" [3]=> string(11) "INCREDIBILE" }

Mario Ciancio: patrimonio confiscato per pericolosità sociale e legami certi con Cosa Nostra

Stabilita la "pericolosità sociale" di Mario Ciancio Sanfilippo. Questa la principale motivazione che ha spinto il giudice, dopo aver valutato i molti elementi delle indagini, a determinare la confisca dei beni del potentissimo imprenditore catanese, oggi più che ottantenne. Gravissimi gli indizi di colpevolezza relativi al contributo fornito da Ciancio nel corso degli anni alla famiglia di Cosa Nostra catanese, dai tempi del primo boss Giuseppe Calderone, passando poi per i Santapaola - Ercolano e dunque dagli anni '70, '80 e '90, fino al 2013. Conti correnti, polizze assicurative, trentuno società di proprietà e quote di altre sette, oltre che svariati beni immobili, il tutto come già scritto, per un valore totale di circa 150 milioni di euro. Un potere economico e non solo quasi illimitato, reso stabile anche dalla gestione di uno dei principali quotidiani del sud Italia, La Sicilia, facente parte del gruppo editoriale, con anche emittenti televisive, che ad oggi rientra tra i beni confiscati dalla procura etnea  dal Ros

array(2) { [0]=> string(7) "Cronaca" [1]=> string(5) "Sport" }

Calcio: respinto il ricorso del Catania

Il TAR Lazio ha appena depositato la decisione con la quale ha respinto il tentativo della società calcistica etnea di inserirsi nel complesso iter che sta rendendo confuso l'avvio del campionato 2018/2019. Adesso si attendo le ulteriori decisioni della Corte Federale sportiva e lo stesso TAR in esito ai giudizi intentati da altre squadre. Insomma, più che con la palla, quest'anno si gioca col ...bollo.
array(1) { [0]=> string(7) "Cronaca" }

Ciancio: passo indietro di Mario e Domenico, Antonello Piraneo direttore de La Sicilia

A seguito del terremoto giudiziario che ha investito il gruppo editoriale Ciancio Sanfilippo, sono stati nominati amministratori giudiziari Angelo Bonomo e Luciano Modica. Si sono immediatamente dimessi il direttore Mario Ciancio Sanfilippo ed il condirettore Domenico, nominato direttore responsabile Antonello Piraneo. In attesa degli sviluppi che oggi troveranno dettagli nella conferenza stampa della procura e che proveremo a trasmettere in diretta sulla nostra pagina Facebook, questa testata ritiene corretto lasciare la parola a chi si trova sotto accusa ed ai colleghi de La Sicilia, cui esprimiamo la nostra vicinanza per le preoccupazioni circa il loro futuro professionale. Raccogliamo l'invito ad evitare facili e miserabili sciacallaggi e speculazioni: abbiamo rispetto delle professionalità altrui e delle storie personali, la magistratura farà il proprio dovere che racconteremo senza anticipare giudizi che rischiano di fare troppo male anche a chi non lo merita. Onore al giornalismo libero, ovunque resista, e sappiamo che non è facile. A seguire, e senza commenti che non ci competono, gli editoriali apparsi oggi sulla pagina più difficile del quotidiano La Sicilia del direttore, Mario Ciancio Sanfilippo, del condirettore Domenico Ciancio Sanfilippo, del neo direttore Antonello Piraneo e del comitato di redazione. A TUTTI I GIORNALISTI E DIPENDENTI DEL GRUPPO CIANCIO IL NOSTRO PIÚ SINCERO E AFFETTUOSO IN BOCCA AL LUPO.

Al teatro Bellini commemorato il Cigno con l’edizione critica di Adelson e Salvini

In un teatro con troppe poltrone e palchi vuoti, il 23 settembre 2018, a 183 anni dalla morte del sommo compositore catanese Vincenzo Bellini, è andata in scena la sua prima opera: Adelson e Salvini.

Su SudLife: “Servizio Civile, pronto a farti cambiare la vita?”

Sulla nostra "testata giovane" SudLife un interessante servizio di Sara Obici dedicato al servizio civile il cui termine per l'ammissione scade il prossimo 28 settembre.

Ciancio: sequestrati La Sicilia, Telecolor e Antenna Sicilia

Nominati amministratori giudiziari che dovranno garantire la continuità aziendale del quotidiano catanese e delle tre emittenti, almeno nella fase di accertamento della reale situazione, atteso che la Procura di Catania, con i PM Antonino Fanara e Agata Santonocito ha analizzato oltre 1500 bilanci societari evidenziando numerose anomalie, con fondi non giustificati e anomalie tra entrate ed uscite. IN AGGIORNAMENTO: domattina alle 11.30 il Procuratore della Repubblica di Catania Carmelo Zuccaro ha convocato una conferenza stampa per fornire i dettagli dell'operazione che mette i sigilli a un cinquantennio di storia catanese.

Il Ros confisca e sequestra beni e conti per 150.000.000 di euro a Mario Ciancio Sanfilippo

Il decreto di confisca e sequestro, richiesto dalla Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti dell'imprenditore Mario Ciancio Sanfilippo, riguarda conti correnti, polizze assicurative, 31 società, tra cui anche lo storico quotidiano La Sicilia, quote di partecipazione detenute in altre 7 società e beni immobili. Il valore totale, ancora da quantificare completamente, non è inferiore a 150.000.000 di euro. Ciancio è attualmente sotto processo con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa

Cos’hanno in testa i nostri ragazzi? …e nasce SudLife

Un nuovo progetto, una nuova avventura per la famiglia di SUD. Anzi, né un'avventura né un progetto: è proprio un'esigenza, un'urgenza. Nelle mille cose che facciamo, che abbiamo realizzato, con successo, con soddisfazione, da SudPress a SudStyle, dai grandi eventi quali WonderTime alla musica lirica del Teatro Antico di Taormina, abbiamo avvertito un vuoto, una mancanza che sentiamo dover provare a colmare: i nostri giovani! Chi sono? Dove sono? Cosa fanno? Cosa vogliono fare? Cosa pensano?

Rifiuti, l’appello di Dusty: “Insieme ai cittadini ce la faremo ad avere Catania bella e pulita”

Ad appena sette giorni dall'avvio dell'appalto l'amministratore unico della Dusty Rossella Pezzino de Geronimo lancia un accorato appello: "L'azienda è catanese e vogliamo più di tutti fare bella figura ed avere una città pronta a rinascere. Abbiamo trovato una situazione terribile, stiamo facendo sforzi enormi per tornare rapidamente alla normalità, ma non abbiamo la bacchetta magica occorre l'impegno di tutti." Successo dell'iniziativa del numero per le segnalazioni wapp 3512152778 gestito personalmente dalla manager che sorride: "Adesso ho due cellulari, impegnativo ma sono contenta quando ricevo segnalazioni e poi complimenti appena interveniamo. É uno stimolo per tutti."

Dalle sponde siciliane all’Europa. Il 6 ottobre a Noto

Un Congresso Internazionale sulle Migrazioni in atto all’interno del continente europeo. E uno spettacolo teatrale di Roberto Zappalà offerto alla città dall’Associazione Mediterraneo Sicilia Eropa.

L’ora di dialetto nelle scuole siciliane. La difesa in lingua inglese di Maurizio Caserta

As a young postgraduate student of economics I spent a number of years in England at the universities of Cambridge and London.

L’ora di dialetto nelle scuole siciliane. La requisitoria digitale di Aldo Premoli

Nella libreria Pescebanana, appena inaugurata a Picanello dall’amico Umberto Bruno lo scorso mercoledì, ho fatto un incontro casuale. Una bambina di nome Andrea (11 anni ma pensieri da adulto) è entrata e, sola soletta, si è messa a guadare i libri esposti in attesa che la nonna finisse di fare le sue giocate alle macchinette del Bingo lì vicino. Interrogata sulla sua identità Andrea ha risposto così: “mamma fa lo spiedo, papà - prima - faceva il pane… io leggo poco, lo so, dovrei farlo di più. Però nonna a casa ha libri e se li legge la notte”.

Il Vice Presidente della Regione Armao inaugura l’anno scolastico…con una solenne cretinata!

Altro che il "dialetto siciliano", caro signor vice presidente e assessore all'Economia Gaetano Armao: gli studenti siciliani è ora imparino intanto l'italiano come si deve, e poi di certo l'inglese e magari l'arabo, il cinese ed il russo. ALTRO CHE DIALETTO SICILIANO! È un messaggio aberrante, di una insulsaggine sconcertante, quella che il governo regionale ha inteso rassegnare ai giovani studenti che continuano ad essere condannati ad una ignoranza funzionale al mantenimento di un sistema di potere che non potrebbe sopravvivere se vi fosse una reale formazione scolastico-universitaria come in tutti i paesi civili.

Il presidente Musumeci all’attacco dei monopoli inefficienti sull’Etna

Un comunicato di poche righe annuncia questo pomeriggio, e speriamo sia fondato, una di quelle battaglie talmente ovvie, necessarie, indispensabili, che non si capisce come sia possibile che nessun politico serio e lungimirante abbia mai voluto combatterla sino in fondo:"Serve un’Authority per la gestione dell’Etna, che sintetizzi gli interessi di tutti gli attori pubblici e privati all’interno di una nuova cornice normativa e regolamentare".

WonderTime: stasera al Parcheggio-Museo AMT lo spettacolo “ASIA”

WonderTime questo venerdì 21, alle 21.30, trasformerà il parcheggio-museo R1 AMT di via Plebiscito 747 in un teatro all’aperto con lo spettacolo “Asia” di Antonio Ciravolo interpretata da Tiziana Giletto. Sempre questo venerdì, ma alle 19, vernissage alla galleria "collicaligreggi" per la personale dell'artista Andrea Santarlasci. Sabato per bambini con "Che Elefante sei?" dell'associazione KidsTrip da WonderLad e domenica in via Santa Barbara la piéce di Marco Neri e Vito Sorbello "Etna. La nascita di un gigante." Un week-end ricco di appuntamenti per la rassegna internazionale di arte diffusa che tra mostre, pièce teatrali, musica, mostre e incontri con l’artista sta animando Catania...

“Porte aperte all’innovazione”, il festival per lo sviluppo equo e sostenibile del Sud

Prende il via da Palermo il percorso a tappe, organizzato da FPA, per raccontare come le politiche di coesione sostengono l’innovazione nelle Regioni del Mezzogiorno. Appuntamento il 14 e 15 novembre prossimi ai Cantieri della Zisa.

Ordine medici Catania: insediati i commissari, revocate elezioni “suppletive” e firma sul conto corrente

Il ministro della Salute Giulia Grillo non ha perso tempo ed ha provveduto a nominare i 3 commissari che dovranno traghettare i medici catanesi fuori dalla palude in cui sono stati cacciati da una gestione finita su tutti i giornali e persino in tribunale. Pubblichiamo il testo della prima delibera dei commissari che hanno confermato la sede in viale Ruggero di Lauria. Chissà se nei 90 giorni di mandato avranno tempo e voglia di andare a visitare la "nuova sede milionaria di via Galermo che ancora non c'è "e magari mettere mano alla misteriosa fondazione che non si è capito a cosa serve e possibilmente dare un'occhiata alle determine presidenziali 2016 misteriosamente scomparse dalla sezione trasparenza del sito...Intanto, come primo atto hanno annullato le "elezioni suppletive" con le quali Buscema aveva provato a rimanere in sella con i suoi "giapponesi".

Trecentesima conferenza stampa di avvio del Piano Regolatore di Catania…dal 1969

Certo, quanto meno bisogna ammettere che questa è stata una delle più gradevoli esteticamente: tutti belli (quasi tutti), tutti eleganti (quasi tutti), tutti giovani (quasi tutti). Dal 1969, (chi scrive aveva 2 anni, molti sono morti, ancora di più ne sono nati e non ci stanno capendo niente), ogni anno contiamo visioni di tutti i tipi con slogan spesso simili, passando dalle minchiate galattiche di recente memoria alle intenzioni più o meno volenterose di varia matrice. Stavolta, estetica a parte, vengono dati dei tempi, due anni, e individuato un luminare, Paolo La Greca, che speriamo illumini. Quello che ancora stentiamo a capire è lo sviluppo economico che si immagina per questa città di cui il Piano Regolatore non è che il contenitore. Non il contrario...Ma ne parleremo alla prossima conferenza stampa.

Il Consiglio Comunale mette la croce sulla precedente amministrazione: revisori dei conti in fuga, Bianco assente

Approvata la delibera contenente le "misure correttive" imposte dalla Corte dei Conti con la deliberazione n°154 del 2018 il primo banco di prova della amministrazione guidata da Salvo Pogliese. I Revisori dei Conti, che nei precedenti anni hanno approvato di tutto e di più compresi pareri scritti a mano, provano a stoppare la delibera e non si presentano in aula. Bianco ad Atene. A presentare la delibera al Consiglio Comunale quasi al completo è il Vicesindaco e Assessore al Bilancio Roberto Bonaccorsi che dà con garbo qualche lezione di contabilità ad alcuni consiglieri che non avevano neanche capito che non si votava il piano di rientro ...E parte il countdown...

Il non finito come nuova estetica italiana

Un'Italia che cade a pezzi, non soltanto in senso fisico, e miliardi sprecati in maniera criminale per realizzare opere spesso inutili che non verranno mai completate: una riflessione nel suo stile del direttore di SudStyle Aldo Premoli che tira fuori una vecchia pubblicazione che offre un modo originale, persino artistico, di guardare alla follia politica che impéra da anni ed ha distrutto il paese...

Operazione “Salette”: bloccato dai Carabinieri, traffico di droga legato al clan Cappello – Bonaccorsi

All'alba di oggi sono state colpite da misura cautelare, tra Catania, Palermo e Siracusa, otto persone, alcune già detenute, con l'accusa di associazione finalizzata alla detenzione e al traffico di stupefacenti, il tutto aggravato dal legame con il clan mafioso catanese Cappello - BonaccorsiL’ordinanza della DDA, ha colpito soggetti prevalentemente residenti a Catania, ed in particolare nel quartiere San Cristoforo, gravati già da precedenti penali 

Una passeggiata in via Plebiscito al Parcheggio R1 dell’AMT: un museo a cielo aperto

Per conto di WonderTime avevamo appuntamento con l'ing. Antonio Condorelli dell'AMT per i preparativi dello spettacolo di giorno 21 e ci è venuto in mente di realizzare una piccola diretta Facebook per mostrare a quanti non lo conoscono questo suggestivo sito dalle enormi potenzialità. Abbiamo incontrato il presidente Puccio La Rosa ed uno dei protagonisti di WT, sua l'esposizione di graffiti storici all'ex Fabbrica EGA, Daniele Pario Perra, mentre erano al lavoro due artisti, Alice Valenti e Wonder, che stanno completando uno splendido murales che abbiamo concordato di inaugurare proprio in coincidenza con la pièce di Antonio Ciravolo "Asia" di venerdì. Bello davvero WonderTime...

Calcio Catania: svolta del TAR Lazio che rimette tutto in discussione

Si riaccendono le speranze per i tifosi catanesi di calcio che hanno subìto la beffa dell'esclusione della squadra dalla possibilità di ripescaggio in B. Il TAR Lazio ha infatti annullato le delibere della federazione che hanno limitato a 19 squadre il campionato. Adesso dovrà di nuovo intervenire la Corte Federale che si riunirà il 21, molto probabilmente presieduta dall'avvocato Vito Branca.

Scandalo ex Perla Jonica: le micidiali interrogazioni a 5Stelle…che ora sono al governo

Ieri ci siamo ricordati della Perla Jonica e oggi approfondiamo sperando che qualcuno se ne occupi davvero. Entro il 31 luglio 2018, data già prorogata, doveva essere presentata la rendicontazione finale! Nel 2016, in rapida successione, l'allora deputata catanese Giulia Grillo presentava ben 3 interrogazioni sul caso Perla Jonica gestita dalla ITEM amministrata dal catanese Salvo La Mantia per conto dello sceicco Bin Hamed Alhamed. Competente era il ministero per lo Sviluppo Economico, allora retto da Carlo Calenda, che delegava a rispondere i viceministri Ivan Scarfalotto e Teresa Bellanova. Le risposte confermavano già da allora le "criticità" del caso, dichiarando superati i termini imposti per le rendicontazioni. Giulia Grillo si è sempre dichiarata insoddisfatta delle risposte. Oggi Giulia Grillo è al governo e ministro responsabile allo Sviluppo Economico è il vice premier Luigi Di Maio. I testi integrali delle interrogazioni con le relative risposte: interessanti!

Ex Perla Jonica, adesso è scandalo: decine di milioni pubblici, doveva essere pronto nel 2015

Della serie: "Ci mancava solo lo sceicco!". Nel 2014 strilli di tromba per l'accordo del secolo che avrebbe cambiato, entro il 2015, il volto all'intera fascia ionica, con l'assunzione di migliaia di lavoratori e l'arrivo di milioni di turisti miliardari. 24 milioni di euro dal Ministero per lo Sviluppo Economico tramite Invitalia e altri 35 dal Monte Paschi CS: doveva essere bello e pronto entro il 2015, poi nel 2016 e infine nel 2017, siamo a fine 2018 ed è tutto fermo. Ma possibile che da queste parti vada tutto così? E al "governo del cambiamento" non si siano accorti che manca qualcosina dalle parti di Capomulini? (PDR)

In evidenza

Al centro commerciale I Portali colonnine di ricarica per auto elettriche

Per la prima volta a Catania, un Parco Commerciale accetta l’importante e improrogabile sfida della e-mobilty, installando due colonnine per l’erogazione di energia elettrica per veicoli ibridi o ad alimentazione elettrica.

Motori: al sud le auto usate sono un mercato sempre positivo

Il mercato dei motori continua il proprio trend positivo che dura da diversi anni. Il comparto selle auto usate, infatti, soprattutto al sud non conosce sosta e continua a far segnare numeri più che positivi.

L’impianto geotermico: quando conviene

Oggi esistono diversi modi per eliminare, in certi casi definitivamente, la necessità di pagare la bolletta del gas e della luce. Esistono infatti metodi per sfruttare tipologie di energia del tutto rinnovabile, con un minore impatto ambientale rispetto agli impianti oggi utilizzati e a costi decisamente convenienti.

Copertina

Speciale

Cronaca

Eventi

Sport

Al voto

Login Digitrend s.r.l